Home > Automotive > In pista con le Mahindra KUV100 e XUV500

In pista con le Mahindra KUV100 e XUV500

Svelate all’Autodromo di Franciacorta la rinnovata City SUV KUV100 con equipaggiamenti di serie ai vertici della categoria e con la potenza aumentata di +5 cv; e il SUV top di gamma XUV500 disponibile sia con la sola trazione posteriore FWD che integrale AWD, anche nell’allestimento a 7 posti

L’Autodromo di Franciacorta è una location ideale per guidare in tutta sicurezza qualsiasi autovettura, sul nastro d’asfalto di 2,5 km si possono affrontare curve di raggio diverso in modo da poter valutare la maneggevolezza e la stabilità, anche a velocità difficilmente raggiungibili su strade aperte al traffico, ma soprattutto nella massima sicurezza. Inoltre, a margine del circuito c’è anche un tracciato offroad, molto corto in verità, ma sufficiente per valutare le possibilità fuoristradistiche degli attuali SUV.

 

Mahindra Italia ha scelto questa location per svelare le versioni aggiornate dei suoi due SUV: il KUV100 e l’XUV500. Due modelli dalle dimensioni e caratteristiche diverse, ma accumunati da un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Un citySUV innovativo

Il KUV100 è lungo 3.700 mm che fin dal suo debutto in Italia a aprile 2018  ha riscontrato un buon successo, soprattutto da parte di un pubblico attento al prezzo senza rinunciare ad un buon livello di dotazioni di serie. Oltre 1.200 esemplari venduti in poco più di un anno può essere considerato un buon risultato per Mahindra Europe, che ha visto crescere in misura importante la diffusione dei loro modelli. In virtù di questi risultati, Mahindra si è impegnata a realizzare almeno un modello nuovo all’anno nel prossimo quinquennio, compreso un modello elettrico nel 2021, con l’obiettivo di raggiungere nel 2022 le 6.000 unità vendute.

Due allestimenti per ogni esigenza

Come per il modello uscente, il KUV100 viene proposto nell’allestimento entry level K6+ e full optional K8 che si riconosce anche per la sigla NXT (next) sul portellone posteriore dotato di spoiler, ma per ambedue le versioni gli aggiornamenti sono molto più consistenti.

Pur mantenendo la stessa linea decisa con profonde scolpiture sulla fiancata e una linea di cintura alta, il nuovo KUV100 K8 è dotato di nuovi gruppi ottici posteriori e anteriori di tipo Led multifunzione con faro a doppia parabola e nuovi cerchi in lega neri diamantati con pneumatici 185/60R15.

Anche l’abitacolo della nuova versione K8 si presenta con una plancia ridisegnata nella quale è inserito un display da 7″ per l’impianto di infotainment con navigatore e connettività Bluetooth per lo smartphone. Presente anche un vano portaoggetti climatizzato.

La versione K6+ mantiene il cruscotto precedente con display da 3,5″ senza navigatore.

Per la K8 anche l’apertura keyless delle porte ed elettrica con telecomando per il portellone posteriore.

Il passo particolarmente lungo di 2.385 mm ha consentito di mettere le ruote ai 4 angoli della vettura, in tal modo lo spazio a disposizione dei passeggeri è notevole, anche in considerazione delle dimensioni della vettura, che pur con 5 passeggeri dispone anche di un volume del vano bagagli di 243 litri, sotto il quale trova posto di serie anche la ruota di scorta.

Sia la K6+ che la K8, mantengono lo stesso motore della precedente versione, cioè il 3 cilindri a benzina con 12 valvole da 1,2 litri, però con la potenza di 87 cv, +5 rispetto al modello uscente, abbinato ad un cambio manuale a 5 rapporti che si comanda con una pratica leva tipo joystick posizionata sulla consolle centrale.

C’è anche la motorizzazione m-Bifuel a GPL, ma per la K100 aggiornata, sarà disponibile da ottobre.

Come va

Nonostante l’altezza di 1.655 mm che eleva il baricentro, il KUV100 si dimostra sorprendentemente stabile in ogni situazione, caratteristica già evidenziata lo scorso anno in occasione del debutto del modello e su una pista bagnata. Tra le dotazioni di serie anche l’ESP+TCS (Traction Control System) che consentono al motore e ai suoi 5 cavalli in più di esprimersi al meglio. Poi ci sono le sospensioni indipendenti tipo McPherson sull’anteriore e semi-indipendenti dietro che, coadiuvate da una buona taratura delle molle e ammortizzatori, consentono di adottare anche uno stile di guida sportivo che non manifesta pericolosi scarrocciamenti.

Con la sola trazione anteriore non si può azzardare troppo in fuoristrada, però l’angolo di attacco anteriore di 20°, di uscita di 29° con un’altezza da terra di 170 mm, consentono di percorrere qualche carrareccia. Utili sia su strada che in fuoristrada l’Hill Hold per le ripartenze in salita e l’Hill Descent Control per affrontare discese impegnative, soprattutto in condizioni di scarsa aderenza.

Quanto costa

Il punto forte della City SUV KUV100 è senz’altro il prezzo, soprattutto se rapportato alle dotazioni di serie del modello, disponibile in 5 tonalità di colore, tra i quali il nuovo Highway Red e solo per la K8 il Designer Grey, più 3 varianti Dual Tone con tetto nero.

In questa prima fase di LANCIO della nuova KUV100, Mahindra concede uno sconto di ben 2.000 euro e la K6+ che si può definire la versione entry level viene proposta, a 9.990 euro, mentre la più dotata K8 a 11.990 euro.

A breve sul portale giornalistico «testMotori360» sarà pubblicato un «Primo Contatto» con il SUV top di gamma XUV500.

 

[ Paolo Pauletta ]

 

Print Friendly, PDF & Email