Home > Automotive > Attualità > Il know-how di DS Automobiles per il confort della portaerei Charles de Gaulle

Il know-how di DS Automobiles per il confort della portaerei Charles de Gaulle

“Diciotto mesi di ricerca e di messa a punto” per realizzare il sedile del Comandante della portaerei francese Charles de Gaulle. Le parole di Jean-Philippe Vanhulle, mastro sellaio di professione, scandiscono il tempo, l’impegno e l’orgoglio di DS DESIGN STUDIO PARIS per una consegna così prestigiosa

Il Capitano di vascello Guillaume Pinget, Comandante della portaerei Charles de Gaulle e il sedile realizzato dai maestri sellai di DS  

Ispirandosi al cinturino metallico degli orologi di lusso, composto da un insieme di piccoli pezzi assemblati tra loro, i team di DS Automobiles hanno realizzato seduta e schienale partendo da un unico pezzo di pelle senza cuciture per creare un comfort di qualità imbattibile. L’emblematico disegno contribuisce a rafforzare il carattere degli interni delle DS.

“È la realizzazione a partire da un pezzo unico che fa la differenza”, confessa Jean-Philippe Vanhulle. “Abbiamo fatto dei calcoli in scala e seguito un ordine preciso nella lavorazione del sedile in modo che sposasse bene la schiuma ad alta densità”.

La creazione dei prototipi e dei sedili dei concept-car è stata solo la prima fase. L’opera realizzata a mano dagli artigiani ha dovuto superare la fase di industrializzazione: “Trasferire una competenza manuale nella realizzazione su larga scala è stata una vera sfida. Abbiamo lavorato sulla messa a punto di un processo con pochissima automazione. La competenza umana prevale su tutto”.

Dopo il concept-car DS E-TENSE, il sedile con lavorazione a braccialetto di orologio ha fatto la sua comparsa sulla generazione precedente di DS prima di essere adattato per la DS 9 (nelle foto). Apprezzatissimo dai clienti, è diventato un elemento identitario del marchio.

Il sedile è costituito da una schiuma ad alta densità, con una quantità di materiale maggiore rispetto a un sedile classico. Il comfort di qualità superiore rimane inalterato nel tempo grazie a un materiale più denso.

Stesa, la pelle misura 450 millimetri di lato. Dopo la lavorazione, si riduce di 6 centimetri. La pelle Nappa è di altissima qualità e proviene direttamente dalla Baviera. I bovini, allevati per la carne, vivono in campi privi di filo spinato, in una regione dove gli insetti sono pressoché inesistenti. Le pelli misurano 5-6 m² l’una e sono di rara qualità.

Su uno spessore totale di 4 millimetri, soltanto la parte superiore e più nobile, il fiore della pelle, è utilizzata da DS Automobiles, ossia 1,2 – 1,3 millimetri. Questo strato viene tinto in massa con una colorimetria specifica, in particolare il Nero Basalto, ma anche il Brun Alezan, il Grigio Perla e l’Art Rubis. La crosta, la parte meno nobile delle pelli, è rivenduta.

Cuciture esclusive con la tecnica «point perle»

La cucitura in «point perle» è un’altra firma esclusiva del marchio che ha richiesto molti anni di lavoro prima di essere utilizzata all’interno delle DS…

Rivelato per la prima volta sul concept DS DIVINE a dimostrazione dell’attenzione al dettaglio tipica del marchio, il «point perle» ha dovuto superare il difficile scoglio dei test di industrializzazione. Immaginato su una delle macchine per cucire del grande atelier Couleurs et Matières, in mezzo a centinaia di stoffe, tirelle di tessuto e oggetti di tendenza, il «point perle» è il risultato di prove di cucitura sul diritto e sul rovescio.

Come indica il nome, il point perle riproduce un motivo a forma di perla. È ispirato a una tecnica di ricamo utilizzata nell’alta moda per la realizzazione di dettagli estremamente sofisticati. Fedeli a questa grande tradizione francese, i maestri sellai di DS Automobiles hanno scelto di lavorare sugli interni dell’auto e di utilizzare questo punto per confezionare i sedili, rendendolo un marchio di fabbrica. 

Validato sul concept-car, ha dovuto essere reinventato per essere prodotto su scala industriale e soprattutto per assicurarne la durata. Dopo 3 anni di ricerche e collaudi, il progetto sostenuto da Thierry Metroz ha ricevuto il benestare per l’inserimento nelle DS. Il Direttore Stile di DS Automobiles non nasconde un certo orgoglio sia per il risultato creativo e tecnico raggiunto sia per l’eccellenza del suo team, costituito da donne e uomini mossi da profonde convinzioni.

Dopo la sua introduzione sui modelli di serie di DS Automobiles, il sedile con lavorazione a braccialetto d’orologio è diventato un simbolo della qualità e del know-how del marchio francese.

Oggi questa idea è riproposta anche da altri costruttori, ma nessuno potrà eguagliare in termini di bellezza e comfort il magistrale know-how che contraddistingue DS Automobiles.

Print Friendly, PDF & Email