Home > Automotive > MIMO ai nastri di partenza, domani l’inaugurazione

MIMO ai nastri di partenza, domani l’inaugurazione

Al via il «Milano Monza Motor Show», la manifestazione che rimette in gioco il comparto dei motori. Il Presidente Andrea Levy presenta l’evento, ricco di modelli in esposizione disseminati per la metropoli, che si terrà dal 10 al 13 giugno

Oltre 100 modelli di auto e moto di tutto il mondo saliranno sul palcoscenico del MIMO Motor Show e saranno visibili, oltre che all’autodromo di Monza, per le strade del centro di Milano dal 10 al 13 giugno.

La presentazione ufficiale da parte del Presidente Andrea Levy, tenutasi ieri presso la Sala Biagi del Palazzo della Regione Lombardia, ha visto la partecipazione di Fabrizio Sala (Assessore Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione e Semplificazione della Regione Lombardia), di Angelo Sticchi Damiani (Presidente ACI), di Geronimo La Russa (Presidente ACI MIlano), Luca Martinazzoli (Direttore di Milano&Partners), Andrea Arbizzoni (Assessore allo Sport del Comune di Monza) e Augusto Raggi (Responsabile Enel X Italia). A moderare l’incontro con la stampa Gaetano Barresi (vice-Direttore di Rai Radio 1).

Un’occasione di ripartenza: le dichiarazioni

Fabrizio Sala, Assessore Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione e Semplificazione della Regione Lombardia: Milano e Monza rappresentano vetrine importanti per i motori e questa edizione del MIMO Motor Show rappresenta una grande occasione di rilancio e di ripartenza per tutte le case automobilistiche con tutte le novità da presentare a numerosissimi spettatori che saranno certamente a Milano e a Monza dal 10 al 13 giugno. Le strade di Milano e l’Autodromo di Monza saranno teatri di prestigio dove gli spettatori avranno anche la possibilità di provare fantastici autoveicoli. È un orgoglio per noi sostenere questa manifestazione di carattere internazionale in un territorio come quello lombardo caratterizzato da migliaia di imprese legate al settore automotive. Regione Lombardia è molto attenta ai temi della sostenibilità e in questi anni abbiamo promosso e studiato, assieme alle più importanti case automobilistiche, i piani per i combustibili e i motori del futuro e MIMO è anche l’occasione per scoprire le vetture elettriche di ultimissima generazione“.

Andrea Levy, Presidente Milano Monza Motor Show: “La partecipazione dei brand è segno della volontà di ripartire, da parte del sistema automotive, ma anche di reinventarsi e di mettersi in gioco con un format diverso, basato sull’interazione con la tecologia. Con il QR i visitatori potranno passeggiare e conoscere i modelli in pedana, limitando al minimo le interazioni con il personale dei brand, e con le diretta streaming potremo portare le anteprime mondiali e le installazioni nelle case di tutti gli italiani. Il MIMO del 2021 è frutto del lavoro con i nostri partner: l’obiettivo era di creare una situazione in cui far combaciare un input alla ripresa con la necessità di farlo in totale sicurezza, in linea con le disposizioni sanitarie”.

Angelo Sticchi Damiani, Presidente ACI: “Sono davvero felice di poter affermare che Riparte l’Italia, riparte MIMO al Monza ACI Circuit. L’auto sta vivendo una rivoluzione totale. Rivoluzione del suo ruolo nel sistema-mobilità; rivoluzione nell’alimentazione con l’elettrificazione; rivoluzione in materia di sicurezza, con tecnologie che elevano costantemente gli standard; rivoluzione nel rapporto con l’uomo e l’ambiente.

Per questa ragione ACI ha da subito aderito con convinzione al grande progetto di Andrea Levy, che tra Milano e Monza mette al centro l’automobile con le profonde trasformazioni della mobilità. Con MIMO, l’Autodromo di Monza, il tempio della velocità che si avvia a celebrare i suoi 100 anni, si trasformerà per tre giorni nel tempio della passione per l’auto e della sua dimensione sportiva, animando il circuito più veloce, più spettacolare e più amato dai tifosi e appassionati di tutto il mondo”.

 

Luca Martinazzoli, Direttore di Milano&Partners, l’agenzia ufficiale di promozione della città: “Milano accoglie con entusiasmo questa manifestazione, una vetrina diffusa in molte zone della città per mettere in mostra il meglio della produzione automobilistica internazionale, con particolare attenzione ai modelli più sostenibili ed ecologici. Il settore degli eventi, strategico per il turismo e l’economia della città, si avvia a una importante ripartenza. Il MIMO, Milano Monza Motor Show, sono certo contribuirà a rilanciare la nostra bella città nel mondo, dopo mesi di blocco forzato per l’emergenza sanitaria”.

Geronimo La Russa, Presidente ACI Milano: “Il Milano-Monza Open Air Motor Show sarà una festa dell’auto, nonché occasione di rilancio economico e d’immagine per il nostro territorio che ospiterà un evento dal format inedito e innovativo. Tra i numerosi e interessanti appuntamenti mi piace ricordare la svelatura del monumento intitolato al pilota milanese Alberto Ascari, che Automobile Club Milano ha regalato alla città natale dell’ultimo italiano campione del mondo di Formula 1. Penso che in tutti noi ci sia il desiderio di riassaporare il ritorno alla normalità e ci riempie di gioia compiere il primo passo in questa direzione grazie a una manifestazione che ha come protagonista l’Automotive”.

Augusto Raggi, Responsabile Enel X Italia: “Il MIMO è un’occasione unica per avvicinare il pubblico di appassionati e semplici curiosi al mondo delle auto. Il mercato dell’elettrico è in continua ascesa e come Azienda vogliamo dotare il Paese di una rete di ricarica efficiente e capillare attraverso l’installazione di 21.000 punti di ricarica pubblici entro il 2023. L’obiettivo per i prossimi anni è, inoltre, incrementare il numero di colonnine che consentono ricariche rapide, come le HPC, che alimentano l’80% della batteria in 20 minuti”.

Andrea Arbizzoni, Assessore allo Sport del Comune di Monza: La conferma del Milano Monza Motor Show è una iniezione di ottimismo. È l’occasione per riappropriarsi del nostro Autodromo, un simbolo del motorsport riconosciuto in Italia e nel mondo come un’icona di velocità, tecnologia e innovazione. Monza e la Brianza sono unite da un’unica passione, la velocità. Un «filo rosso» che lega questo comune amore per i motori e il motorsport – un «mondo» unico di adrenalina, coraggio ed energia – al «Tempio della Velocità» che l’anno prossimo compirà cent’anni. La pandemia non ha fermato le nostre idee, il nostro entusiasmo e la nostra determinazione. Il risultato raggiunto è frutto di una leale e aperta collaborazione tra istituzioni, un gioco di squadra che in Lombardia in questi anni è diventato un vero e proprio «metodo di lavoro». Così siamo riusciti a mantenere vivo l’evento perché non potevamo far perdere al nostro territorio questa opportunità”.

[ Redazione Motori360 ]

Print Friendly, PDF & Email