Home > Automotive > Auto > Kuga, Ford punta sulla full-hybrid

Kuga, Ford punta sulla full-hybrid

Tra ibrido e solo elettrico si possono percorrere oltre 1.000 chilometri

L’elettrificazione della gamma Ford prevede entro la fine del prossimo anno il lancio di ben 17 modelli elettrificati uno dei quali è proprio Kuga Full Hybrid.

La Casa dell’Ovale ha sviluppato questa nuova ibrida da zero rivolgendosi a quanti pur non avendo accesso a ricarica esterna o non volendo ricorrevi, desiderano comunque avvalersi di un gruppo propulsore elettrificato che, in questo caso, è un sistema full-hybrid in grado di offrire oltre 1.000 km di guida in modalità ibrida ed elettrica tra un rifornimento e l’altro.

Tale performance è resa possibile dal fatto che la batteria da 1,1 kWh di Kuga Hybrid si ricarica automaticamente sia grazie al motore a benzina con ciclo Atkinson da 2,5 litri sia utilizzando la ricarica rigenerativa durante la marcia o ancora recuperando l’energia altrimenti dispersa in frenata.

L’energia così immagazzinata alimenta il motore elettrico migliorando le prestazioni e l’efficienza nei consumi permettendo inoltre una guida in modalità completamente elettrica; non va poi dimenticato che Kuga Full Hybrid è in grado di passare automaticamente da una configurazione all’altra in base allo scenario di guida.

Kuga Hybrid, la prima a combinare un propulsore elettrificato con la tecnologia Ford Intelligent All-Wheel Drive, viene offerta sia a trazione anteriore e sia integrale ed entrambe queste versioni migliorano i driving dynamics da 190 cavalli; inoltre, lo schema ibrido «power split» di ultima generazione presente su Kuga Hybrid utilizza una funzione del cambio con ripartizione della potenza ovvero con una tecnologia progettata per emulare i cambi di marcia di una trasmissione automatica convenzionale in modo da garantire un maggiore coinvolgimento del conducente.

La combinazione fra consumi da 5,4 l/100 km ed un serbatoio da 54 litri, garantiscono a Kuga Full Hybrid un’autonomia totale maggiore del 30% rispetto a quella della versione Plug-in Hybrid, che offre un’autonomia di guida in modalità completamente elettrica fino a 72 km NEDC.

Il pacco batteria da 60 celle e 1,1 kWh utilizza un sistema di raffreddamento a liquido che elimina la necessità della ventola, riducendo così le rumorosità e aumentando quindi comfort e silenziosità all’interno dell’abitacolo. Inoltre, questo sistema di raffreddamento ottimizzato consente di avvicinare fra loro le celle all’interno delle batterie con positivo impatto sugli ingombri e quindi, di aumentare l’abitabilità degli interni: lo spazio per la testa per gli occupanti dei sedili anteriori è di oltre un metro mentre il vano utile per il carico diventa, a sedili posteriori abbattuti, 1.481 litri.

Lo scambiatore di calore dei gas di scarico aiuta a portare il sistema ibrido a temperatura in tempi più rapidi e questo consente a Kuga Full Hybrid di anticipare la guida in modalità esclusivamente elettrica anche dopo un avviamento a freddo e aiuta, inoltre, a riscaldare più velocemente l’abitacolo.

Le prestazioni della batteria, dopo questo ulteriore miglioramento, contribuiscono anche al raggiungimento di una capacità di traino fino a 1.600 kg per la variante a trazione anteriore che, peraltro, copre lo 0-100 km/h in 9,1 secondi.

Kuga Full Hybrid e  la serie di dotazioni

  • il Silent key start, consente all’auto di ripartire da ferma anche solo in elettrico a tutto vantaggio del relax, in particolare in città e in scenari di guida Start&Stop;
  • la nuova unità di controllo elettronico che permette passaggi di funzionamento inavvertibili da elettrico puro, a ibrido a benzina;
  • l’intelligent All-Wheel Drive, che misura il modo in cui le ruote dell’auto aderiscono alla superficie stradale e regola l’erogazione della coppia tra gli assali ottimizzando costantemente l’aderenza;
  • un’intera gamma avanzata di tecnologie di assistenza alla guida, quali l’Adaptive Cruise Control con Stop & Go, Speed Sign Recognition e Lane Centering per affrontare senza stress e traffico cittadino e autostradale;
  • il Lane-Keeping System con Blind Spot Assist, al suo debutto su Kuga, combina il Blind Spot Information System (BLIS) e il Lane-Keeping System; se il conducente segnala un cambio di corsia o il sistema di controllo rileva un cambio di corsia con l’avvicinamento di un veicolo nell’angolo cieco che potrebbe portare a una potenziale collisione, il sistema applica un controsterzo per avvertire il guidatore e scoraggiare lo spostamento;
  • l’Active Park Assist Upgrade consente manovre di parcheggio completamente automatizzate con la semplice pressione di un pulsante;
  • l’Intersection Assist, che utilizza la telecamera anteriore del veicolo, combinata con un radar, per monitorare potenziali collisioni con veicoli in arrivo nell’opposto senso di marcia; questa tecnologia agisce automaticamente sui freni, quando si viaggia a una velocità massima di 30 km/h, per aiutare a prevenire o mitigare gli effetti di incidenti negli scenari in cui un conducente stia svoltando sulla traiettoria di un veicolo in avvicinamento, come comunemente accade agli incroci o alle piccole rotatorie.
  • il modem integrato FordPass Connect, che trasforma il SUV in un Wi-Fi hotspot con connettività disponibile fino a un massimo di 10 dispositivi, oltre ad aiutare i conducenti nella pianificazione di viaggi più veloci e rilassanti e a offrire ai passeggeri la possibilità di usufruire di canali d’intrattenimento online durante il viaggio, fornisce una serie di funzioni attraverso l’app FordPass, tra cui il Vehicle Locator e il Remote Start.

Nonostante la consistente tecnologia presente a bordo, l’impatto sui consumi risulta minimo grazie alla possibilità di disconnettere la trazione integrale a favore della sola trazione anteriore.

Sia Kuga Full Hybrid (disponibile nelle versioni Connect, ST Line, ST Line X e Vignale) e sia gli avanzati pacchi batterie agli ioni di litio sono prodotti presso lo stabilimento di Valencia.

 

[ Giovanni Notaro ]

Print Friendly, PDF & Email