Home > Mare > Inaugurata oggi la 59a edizione del Salone Nautico a Genova

Inaugurata oggi la 59a edizione del Salone Nautico a Genova

Dal 19 al 24 settembre, 986 espositori con più di mille imbarcazioni, quasi la metà esteri; 763 i giornalisti accreditati da tutto il mondo, queste le premesse per un grande successo

In un panorama di crescita generale il cui clima non è certo sereno, il settore della nautica italiana costituisce una positiva eccezione con un fatturato 2018 di 4,27 miliardi (+ 10,3% sul 2017) mentre le pur buone previsioni lo davano a +9,5%; l’export nel 2° semestre 2018 è a +28% mentre l’occupazione diretta nell’industria nautica ha raggiunto quota 23.000 (+20% negli ultimi due anni) e 180.000 nell’intera filiera.

La cerimonia inaugurale del 59° Salone di Genova si è tenuta alla presenza del Ministro Paola De Micheli, del Presidente di UCINA Confindustria Nautica, Saverio Cecchi, del Presidente dei Saloni Nautici Carla Demaria, del Sindaco di Genova Marco Bucci, e del Governatore della Liguria Toti che hanno dichiarato:

Marco Bucci: “Genova deve essere sempre più la città della nautica. Ora siamo il primo salone del Mediterraneo, dobbiamo guardare avanti e puntare a diventare il primo salone d’Europa e competere con i saloni di tutto il mondo… Ci candidiamo ad essere davvero la città della nautica per ospitare in futuro un Salone che non sarà più solo il primo del Mediterraneo, perché vogliamo diventare i primi in Europa e competere con i grandi saloni del mondoPer andare per mare ci vuole coraggio e Genova, dal crollo del Ponte Morandi, ha dimostrato molto coraggio. Vogliamo che i visitatori che verranno a Genova a visitare il Salone si innamorino del mare”.

Giovanni Toti: “Il Salone dell’anno scorso era il salone della speranza, dell’ottimismo e della volontà, c’era speranza ma anche incertezza. Dopo un anno possiamo dire che siamo usciti da questa situazione grazie al grande lavoro fatto. Oggi camminare in questo salone ha un sapore particolare. Non dimenticheremo mai le 43 vittime. I numeri ci dicono che la tragedia del Morandi è stata una grande scossa a questa città.Lo scorso anno era stato il Salone della speranza e della volontà ma anche dell’incertezza per la tragedia del Morandi, oggi questa edizione è simbolo della certezza che Genova è uscita dalle difficoltà grazie alla capacità di collaborare tra le istituzioni. Dal nostro porto non dipende solo la città ma un pezzo della competitività del Paese, abbiamo bisogno di infrastrutture stradali, ferroviarie e portuali, quindi avanti con Diga, Gronda e tutto ciò che serve per avere uno sguardo sul futuro…. In passato il Salone era tollerato, noi l’abbiamo abbracciato: non è un lunapark per ricchi ma un orgoglio per la manodopera italiana…. Questo è un settore importante, abbiamo bisogno di investimenti, abbiamo bisogno di infrastrutture che permettano di arrivare facilmente in porto. Il porto di Genova in questo anno difficile ha fatto segnare importanti record, ma dobbiamo avere lo sguardo lungo e guardare oltre e progettare opere fondamentali per proseguire la nostra crescita. Noi abbiamo collaborato con il precedente governo e faremo lo stesso con questo, ma abbiamo bisogno che ci vengano date delle risposte…. Serve che per un settore così importante per l’economia di questo Paese venga istituito un ministero del Mare. Non possiamo avere un ministro di turno che si occupa dai buchi nelle Alpi alla nuova diga del porto di Genova. Qui c’è un concentrato di attività, dai container alla nautica di diporto, dalle riparazioni navali al porto petroli, dalle rotte mercantili alle crociere, diventate uno dei principali business turistici italiani. Credo che tornare a pensare a un ministero dedicato darebbe una scossa importante alla competitività e alla capacità di programmazione del nostro Paese“;

Paola De Micheli: Questo settore ci dà grandi soddisfazioni e le maestranze sono un’eccellenza del Paese. Dalla Brexit, al di là del dispiacere per l’uscita dall’Unione Europea del Regno Unito, arriverà una grande occasione per il settore e dobbiamo lavorare per sfruttare l’opportunità“.

Carla Demaria: “Questo Salone ha fatto di più rispetto ai precedenti, definirlo il Salone dei record, anche se i numeri sono da record, mi pare quasi riduttivo”.

Saverio Cecchi:Non c’è nessuna città come Genova legittimata ad organizzare il più grande Salone del Mediterraneo. UCINA collabora da sempre con le istituzioni. Abbiamo lavorato bene con l’ex Ministro Toninelli e sono convinto che lavoreremo bene con il Ministro De Micheli.Nel giro di tre anni mi auguro che il fatturato torni a toccare il picco massimo del 2008, cioè 6 miliardi e 200 milioni, come prima di una crisi da terza guerra mondiale. Il trend è positivo…. Nel 2018 il fatturato della nautica italiana è aumentato del 10,3% abbiamo recuperato negli ultimi tre anni più del 75% del fatturato perso. Dal picco più basso, che era 2 miliardi e 100, siamo risaliti a 4,3 miliardi e abbiamo buone prospettive che il 2019 sia ancora in crescita”.

Dal canto suo il Responsabile dell’ufficio studi di UCINA Confindustria nautica, Stefano Pagani Isnardi, ha dichiarato che “negli ultimi due anni è stata verificata una crescita del 20% degli occupati diretti dell’industria nautica (cantieristica, riparazioni, produzione di accessori ed equipaggiamenti nautici e motori marini)…. Un addetto nella cantieristica genera nella filiera nautica complessiva quasi altri dieci occupati”.

La cerimonia inaugurale ha visto l’ingresso in porto della fregata Alpino (F594) della Marina Militare che per omaggiare il 59esimo Salone Nautico ha salutato con dal mare con l’alzabandiera.

Costruita nel cantiere Fincantieri di Riva Trigoso (GE), varata il 13 dicembre 2012 e consegnata alla Marina Militare il 30 settembre 2016, Nave Alpino è la quinta Unità FREMM (Fregate Europee Multi Missione) della classe Bergamini della MM. Lunga 144 m e con un dislocamento di 6.700 t, conta un equipaggio di 168 persone e raggiunge i 27 nodi di velocità. Nave Alpino (F594) è la quarta Unità della Marina Militare a portare questo nome, sempre in onore di uno dei reparti storici dell’Esercito Italiano a testimonianza del forte legame tra marinai, alpini e il concetto interforze.

Ha fatto seguito alla cerimonia inaugurale il Convegno «Le Capitali della Nautica: valori, territori, primati» che, moderato da Antonio Macaluso, editorialista del Corriere della Sera – ha registrato interventi dello stesso Ministro  delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli,  del Presidente Regione Liguria Giovanni Toti, del Sindaco di Genova Marco Bucci, del Presidente Regione Friuli-Venezia Giulia Massimo Fedriga, del Presidente ICE Agenzia Carlo Maria Ferro, del Presidente UCINA Confindustria Nautica Saverio Cecchi, del Presidente I Saloni Nautici Carla Demaria e del Presidente Fondazione Symbola Ermete Realacci.

Nel pomeriggio ha avuto luogo la presentazione della nuova edizione de La Nautica in Cifre alla presenza di Marco Fortis, Fondazione Edison – Università Cattolica, Enrico Duranti, Presidente Assilea (Associazione Italiana Leasing), Giorgio De Rita, Segretario Generale Censis, Stefano Pagani Isnardi, Responsabile Ufficio Studi UCINA Confindustria Nautica, Saverio Cecchi, Presidente UCINA Confindustria Nautica, Mario Mattioli, Presidente Federazione del Mare, Mauro Coletta, Direttore Generale Trasporto Marittimo (MIT).

La pubblicazione, realizzata dall’Ufficio Studi di UCINA Confindustria Nautica, in partnership con Fondazione Edison e ufficialmente riconosciuta dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, è diventata uno specifico punto di riferimento in quanto da anni fornisce ad imprese, istituzioni e operatori di settore, dati e contenuti fondamentali per analizzare nel dettaglio il quadro economico dell’industria italiana della nautica di diporto.

Sempre in tema di iniziative istituzionali si sono tenute nel corso di questa giornata inaugurale una Conferenza stampa iniziativa #Mare Sicuro e campagna ambientale #Plastic free GC con la presentazione del progetto Cetacei FAI attenzione! 2.0 (a cura Guardia Costiera-Corpo delle Capitanerie di Porto), la presentazione dei risultati dell’Operazione Delphis 2019 – Remove Plastic Special Edition a cura dell’Associazione Battibaleno ed infine la presentazione del «Calendario editoriale 2020» della Marina Militare.

In parallelo gli espositori hanno organizzato un Press event Navico, una conferenza stampa Evinrude ed un’altra dei Cantiere Tuccoli; Valdenassi ha festeggiato i suoi primi 20 anni di attività con il concerto gratuito «Fabrizio De Andrè remember 2.0».

La giornata all’interno del Salone si è conclusa con evento mondano organizzato da Suzuki Italia mentre fuori Salone ha avuto luogo presso il Galata Museo del Mare di Genova, l’ultimo appuntamento di «Incontri in Blu. Uomini, donne e storie di mare» una rassegna, condotta dal giornalista Fabio Pozzo, dedicata agli uomini, alle donne e alle storie di mare cui ha partecipato il Cavaliere del lavoro Norberto Ferretti, Pioniere della Nautica e fondatore dell’omonimo gruppo.

[ Redazione Motori360 ]

Print Friendly, PDF & Email