Home > News > Triumph Motorcycles e il suo nuovo progetto social LIFE/Tales

Triumph Motorcycles e il suo nuovo progetto social LIFE/Tales

LIFE/Tales, è il nuovo progetto social di Triumph Motorcycles dedicato a chi della passione per la motocicletta ha fatto anche passione di vita, un progetto attuato attraverso la realizzazione di «Video-racconti» che ci presentano il lato più autentico di grandi talenti italiani accomunati dalla passione per le due ruote made in Hinckley. 

Motori360_Triumph_Life-tales

Una serie di Video racconti che in 50 domande e pochi minuti svelano i segreti di alcuni dei più noti volti del nostro Paese, tutti accomunati dall’amore per le motociclette made in Hinckley; si tratta di storie vere, fatte di quotidianità e di ricordi.

Racconti inediti e sguardi sinceri che ci permettono di scoprire il lato più autentico di grandi talenti che – da reali appassionati delle moto Triumph – in un botta e risposta alla Proust, svelano manie, emozioni e qualche curiosità.

Linus, Nina Zilli, Riccardo Pozzoli, Filippo Magnini e Filippo Nigro, sono solo i primi protagonisti di questo progetto social che, guardando al futuro, vuole raccontare in maniera più coinvolgente e intima il «dietro le quinte» di personaggi che non tutti sanno essere appassionati del mondo Triumph. 

Motori360_Triumph_Life-tales (3)

#Triumphlifetales è semplicemente una raccolta di momenti di vita vera, a volte anche imbarazzanti, di paure, desideri, luoghi segreti e piccoli aneddoti, per creare una finestra inedita sul mondo di personaggi che conosciamo dal punto di vita artistico e professionale ma di cui sappiamo ben poco a livello personale e del loro mondo a due ruote.

Così si scopre che il personaggio preferito di Linus è Batman “perché è un grande supereroe ma con tutte le debolezze e i lati oscuri di una persona normale” o che Nina Zilli, che non solo ha una paura folle sia di annegare che degli insetti, da piccola voleva fare la dentista maxillofacciale.

O ancora, che il batterista Riccardo Pozzoli preferisce Steve McQueen a Valentino Rossi e i viaggi zaino in spalla a quelli all inclusive mentre Filippo Magnini, invece, a una cena mondana e ai social network preferisce guardare le persone dritto negli occhi e ama la serie TV «Willy, il principe di Bel Air».

Se vogliamo poi parlare di momenti imbarazzanti, ecco comparire Filippo Nigro che ci racconta di quando ha interpretato una farfalla in terza media e di come abbia paura di volare nonostante faccia sempre il «figo».

Print Friendly, PDF & Email