Home > Automotive > Auto > Škoda Kodiaq: le prime foto degli interni

Škoda Kodiaq: le prime foto degli interni

Le foto degli interni definitivi seguono quelle della versione mascherata diffuse all’inizio dello scorso luglio del nuovo SUV di grandi dimensioni della Casa ceca che vedrà il debutto in live streaming il primo settembre

F2 SKD KOD 8 016

La presentazione avverrà in live streaming nel corso di un esclusivo evento organizzato a Berlino ma come è oramai costume diffuso, la Skoda ha alimentato le attese prima centellinando le immagini del suo primo SUV ancora mascherato dalla solita livrea geometrica (vedi i servizi  Škoda Kodiaq dà il via alla campagna SUV della Casa boema e Škoda Kodiaq, il nuovo SUV del Marchio con la Freccia Alata) ed ora alzando i veli sui suoi interni definitivi.

Il cockpit di «Superb» ispirazione è caratterizzato da una importante consolle centrale, la cui parte superiore è occupata da un ampio «touch screen» che governa e visualizza il sistema di infotainment della vettura mentre la strumentazione si uniforma ai canoni funzionali e stilistici della Casa che a sua volta si rifà a quelli della Casa madre Volskwagen.

Due le versioni a 5 e 7 posti di questo SUV da 4,7 metri di lunghezza le cui due immagini sopra riprodotte (quella di sinistra diffusa ora, quella di destra relativa al concept Vision S) evidenziano l’ampiezza del vano di carico e la modularità dell’abitacolo.

La vista laterale è caratterizzata da una linea di cintura alta e dalla bassa finestratura, mentre gli esterni, più in generale, si rifanno tanto allo stile del concept VisionS presentato al Salone di Ginevra di quest’anno quanto, ovviamente, ai generali stilemi della Casa: cofano importante e smussato, fanaleria sottile per dare risalto alla calandra che certamente non sarà stretta come quella del modello ancora mascherato mentre l’inclinazione di parabrezza e lunotto dovrebbero essere identiche. Le immagini che seguono mettono a confronto, nell’ordine da sinistra a destra, alcune prospettive della vettura mascherata, del concept vision S e, nella prima fila, di uno dei tanti rendering circolati in rete.

 

Evidenti, anche sotto la mascheratura, le bombature dei parafanghi probabilmente enfatizzate dai codolini che incorniciano i passaruota mentre la parte posteriore è dominata dal grande portellone posteriore che si apre su un grande vano di carico la cui capacità può variare da 720 a 2.065 litri con possibilità di stivare oggetti lunghi fino a 2,9 metri.

Le immagini che seguono mettono a confronto la foto ufficiale del vano bagagli del SUV definitivo (la prima a destra) con un rendering sulla sua capacità

Questo SUV è realizzato sulla piattaforma modulare Mqb (Modularer Querbaukasten), di Audi A3 e Golf, adattata alle specifiche esigenze di questa tipologia di mezzo.

Tre le motorizzazioni previste: due turbodiesel e un turbo benzina mentre, a seconda delle opzioni, si potrà disporre di cambio manuale a sei rapporti oppure di un cambio automatico DS nonché di trazione anteriore oppure 4×4 con «Driving Mode Select» con DCC (Dynamic Chassis Control) di serie.

Ulteriori dettagli con la presentazione ufficiale.

[ Redazione Motori360 ]

Print Friendly, PDF & Email