Home > Automotive > MERCATO USATO ANCICICLICO RISPETTO AL NUOVO, INTERNET STRUMENTO FONDAMENTALE PER RIDURRE LO STOCK

MERCATO USATO ANCICICLICO RISPETTO AL NUOVO, INTERNET STRUMENTO FONDAMENTALE PER RIDURRE LO STOCK

L’attesa per la diffusione, da parte del Ministero dei Trasporti,  dei dati relativi alle immatricolazioni di febbraio porta con sé la consapevolezza che le notizie non saranno positive.

In Italia, il calo registrato a gennaio è stato del -20,7% con 164.356 auto immatricolate, e la mancanza di incentivi governativi non contribuisce a creare buone aspettativ“Il mercato dell’usato delle quattro ruote si rivela invece in controtendenza rispetto al nuovo” – afferma Vincenzo Bozzo, Amministratore Delegato di AutoScout24 – “Secondo l’ultimo bollettino mensile realizzato da Aci, i passaggi di proprietà, depurati dalle minivolture, hanno fatto rilevare una crescita del +8,8% rispetto a gennaio 2010. Questo mercato continua pertanto a evidenziare la sua anticiclicità, come hanno ormai capito case auto e concessionari, che puntano sempre più sull’usato per il recupero dell’efficienza nel proprio business.“La consapevolezza del momento di profonda riorganizzazione del settore automotive necessita pertanto di strumenti che vadano nella direzione dell’efficienza e della competitività: in questo senso, internet continua a dimostrarsi il canale chiave per valorizzare e vendere il proprio stock di usato e sempre più concessionari lo utilizzano. Ogni mese più di 7.000 dealer utilizzano AutoScout24 e danno la possibilità agli oltre 4 milioni di utenti interessati all’acquisto di trovare l’auto che cercano tra i 270.000 veicoli del database” conclude Vincenzo Bozzo.

Print Friendly, PDF & Email