Home > Automotive > IL SUCCESSO GLOBALE DI KIA FA SEGNARE NUOVI PRIMATI

IL SUCCESSO GLOBALE DI KIA FA SEGNARE NUOVI PRIMATI

In Corea, dal porto principale di Pyeongtaek, 80 km a sudovest di Seoul, questa settimana è

stata imbarcata, con destinazione Stati Uniti, una “Optima” berlina color bianco perla, la

decimilionesima vettura esportata dall’inizio della commercializzazione internazionale del

marchio 36 anni fa.

Contemporaneamente in Europa lo stabilimento di Zilina, in Slovacchia, che produce 5

differenti modelli per i mercati continentali, ha annunciato di aver raggiunto nel 2010 il nuovo

record assoluto di produzione con un volume complessivo di 229,500 vetture che rappresenta un aumento del 52% rispetto all’anno precedente. Anche la costruzione di motori ha subito una crescita altrettanto significativa (+31%) raggiungendo il traguardo delle 320,900 unità all’anno.

“Veniamo da un anno straordinariamente positivo – ha commentato il Vice Presidente

Marketing di Kia Motors Europe Benny Oeyen – e ci aspettiamo un’ulteriore affermazione del

Marchio fra i leader mondiali nel 2011”.

Fin dall’inizio dell’attività di esportazione nel 1975, quando una piccola quantità di pickup Kia

Brisa fu spedito in Qatar, Kia Motors ha portato uno spirito nuovo nell’industria globale

dell’auto e questo processo ha subito negli ultimi anni una incredibile accelerazione con il

contributo di una generazione di modelli completamente nuova e di grande successo,

comprendente protagoniste globali come Picanto, cee’d, Rio, Sorento, Sportage e Optima.

In Italia la Kia ha raggiunto nel 2005, dopo 30 anni, il traguardo dei 5 milioni di veicoli esportati,

raddoppiando questa cifra in soli altri 6 anni. All’origine di questi risultati c’è una strategia

impegnata nel costante miglioramento della qualità e del design alla quale ha corrisposto lo

sviluppo globale della rete commerciale e delle iniziative di marketing e comunicazione.

Anche in Italia Kia ha una sua storia di successi fatta di numeri ma soprattutto di innovazioni

che hanno lasciato il segno nel mercato e nella percezione del marchio da parte del

pubblico.

L’AD di Kia Motors Italia Giuseppe Bitti sintetizza così passato, presente e futuro del marchio

nel nostro Paese: “Dalla comparsa della prima Sportage, che nel 1996 ha aperto la strada ai moderni Suv, ai 7 anni di garanzia che abbiamo per primi introdotto nel 2006, Kia ha mostrato il suo carattere innovativo e coraggioso, scandito negli ultimi tempi dall’arrivo di modelli entusiasmanti che ci hanno resi ancora più ottimisti per il futuro. Nel nostro Paese abbiamo costruito una base di

oltre 265mila clienti soddisfatti e abbiamo in programma tutto ciò che serve per conquistarne

di nuovi”.

Print Friendly, PDF & Email