Home > Automotive > Auto > Aston Martin V12 Vantage: il canto del cigno

Aston Martin V12 Vantage: il canto del cigno

333 esemplari, 12 cilindri turbo da 700 cavalli e 753 Nm, 322 km/h, da 0 a 100 km/h in 3,5″ 

 

La V12 Vantage ha tenuto banco per 15 anni e conclude la sua storia con quest’ultima serie, testimone come le altre dell’amore per lo stile e le prestazioni tipico della Casa di Gaydon che, sempre fedele a se stessa, ha voluto realizzare la V12 Vantage più dinamica, veloce ed agguerrita di sempre.

Siamo in presenza di un’edizione finale rigorosamente limitata a 333 esemplari per tutto il mondo che celebra quindi la conclusione di un’epoca considerata unica dai tanti fans della Casa britannica che in questa supercar trovano stile, allestimenti, materiali, finiture e prestazioni che sarebbe banale definire al top; la sua velocità massima da aereo al decollo e le sue doti di accelerazione e handling si sommano a quei look spettacolari ed esclusivi.

Fra gli estimatori di questo tipo di vetture quelli che scelgono una Aston Martin vogliono quel di più che il gentiluomo trova dal suo sarto in Savile Row e così parte di questo elitario segmento di automobilisti ha dovuto subire l’onta della lista d’attesa a causa del numero di richieste senza precedenti che ha fatto registrare il tutto esaurito ancor prima del lancio.

Tecnica e prestazioni

Il V12 quad-cam a 60 gradi da 5,2 litri della Vantage più veloce e potente mai costruita eroga 700 cavalli a 6.500 giri/min. e 753 Nm di coppia fruibile in un arco compreso fra i 1.800 ed i 6.000 giri/min. Con una velocità massima di oltre 322 km/h, la V12 Vantage brucia lo 0-100 km/h in soli 3,4 secondi anche grazie ad un rapporto peso-potenza di 390 cavalli per tonnellata, oltre il 20% in più rispetto alla Vantage con motore V8, ottenuto facendo ampio ricorso alla fibra di carbonio per paraurti anteriore, cofano a conchiglia, parafanghi anteriori e alettature laterali, ai compositi per paraurti posteriore e cofano del bagagliaio ad una batteria leggera ed infine ad uno speciale impianto di scarico centrale a doppia uscita, in acciaio inox leggero da 1 mm, regolato in modo da armonizzare la «voce» della V12 Vantage con il suo aspetto e le sue prestazioni; questo nuovo impianto di scarico pesa ben 7,2 kg in meno rispetto all’impianto montato sulla Vantage.

Ciclistica e trasmissione

La potenza è gestita da una trasmissione automatica a 8 velocità ZF e da un differenziale autobloccante (LSD), il cui software è tarato per migliorare la velocità delle cambiate e l’interazione del guidatore offrendo pertanto funzionalità superiori a quelle viste sui cambi a doppia frizione. Il software adattivo della trasmissione è in grado di misurare in tempo reale le condizioni operative dell’auto assieme agli input provenienti dal guidatore, per garantire che la vettura abbia la marcia giusta inserita al momento opportuno, fornendo così un’esperienza di guida realmente connessa.

L’auto è inoltre dotata di un nuovo sistema di sospensioni adattivo, che comprende barre anti-rollio, boccole e gruppi molla e ammortizzatore di nuova concezione; le molle sono state irrigidite del 50% in più sulla parte anteriore e del 40% su quella posteriore, mentre il top mount è più rigido del 13% e le nuove barre anti-rollio del 5% sull’anteriore e più morbide del 41% sul posteriore.

Per mantenere il comfort del guidatore, sul retro è stata aggiunta una molla lineare secondaria che fornisce un livello di rigidità minore rispetto alla molla principale, migliorando il comfort di guida senza influire sulle prestazioni dinamiche, il telaio è stato irrigidito grazie all’aggiunta di pannelli anteriori e posteriori, di una barra duomi per le sospensioni posteriori e di un rinforzo del serbatoio di carburante, lo sterzo ha beneficiato di una nuova calibrazione ed ora offre una risposta più decisa migliorando la sensazione al volante.

L’impianto frenante è un carbo-ceramico (CCB) di serie, con dischi anteriori da 410 mm x 38 mm e pinze a 6 pistoncini, e dischi posteriori da 360 mm x 32 mm con pinze a 4 pistoncini; vale sottolineare che questa tecnologia CCB ha permesso anche una riduzione di peso di 23 kg rispetto ai freni in acciaio.

Due i nuovi cerchi in lega da 21”, nei colori Satin Black o Satin Black Diamond Turned, più un optional leggero Satin Black che permette una riduzione di peso di ulteriori 8 kg. Gli pneumatici ad alte prestazioni Michelin Pilot 4S, 275/35 R21 anteriormente e 315/30 R21 posteriormente, sono forniti di serie con tutti i cerchi.

Corpo vettura

La scocca di questa V12 Vantage è stata allargata di 40 mm per adattarsi a un telaio con carreggiata a sua volta allargata per ottimizzare prestazioni e stabilità in curva; anteriormente si nota un nuovo paraurti con uno splitter a tutta larghezza che genera deportanza ed equilibrio aerodinamico aggiuntivi, oltre a perfezionare l’assetto raso terra.

Onde fornire un maggiore flusso d’aria fresca ai radiatori, l’aggressiva griglia anteriore è stata allargata del 25%; il suo design aggressivo prosegue lungo il profilo laterale con una nuova alettatura monopezzo scolpita, anch’essa ispirata alle gare automobilistiche e sullo stile dei modelli V12 Vantage precedenti.

Sul retro, il nuovo fascione paraurti con diffusore integrato mantiene l’equilibrio dei flussi lungo tutta la vettura mentre il generoso alettone posteriore (eliminabile) genera una deportanza massima di 204 kg al massimo delle velocità esaltando al tempo stesso l’impatto visivo della V12 Vantage che, cosa sempre apprezzabile, è dotata di un ampio vano di carico posteriore. 

Interni

La V12 Vantage, che mantiene l’impostazione dell’attuale Vantage, si distingue per il sedile Sport Plus rifinito completamente in pelle semi-anilina, con imbottitura «ad ali» e disegno con punzonatura; è disponibile come optional anche un nuovo sedile Performance con scocca in fibra di carbonio twill esposta e regolazione manuale in 6 posizioni, progettato per rispondere alle avanzate dinamiche di guida dell’auto e una caratteristica distintiva. Si tratta di un design brevettato di Aston Martin ispirato alle gare automobilistiche, ottimizzato per ridurre il peso di 7,3 kg senza scendere a compromessi sul comfort.

Come optional si possono avere inserti dei sedili in pelle intrecciata o Alcantara mentre i bordi delle console e le manopole anodizzate della console centrale possono essere colorati in abbinamento o in contrasto con il colore del corpo esterno o della grafica.

Personalizzazioni

Ogni V12 Vantage può essere resa unica grazie al Q by Aston Martin, il servizio di personalizzazione dedicato del marchio che, grazie alla disponibilità di una vasta gamma di optional e colori esclusivi, permette ai clienti di creare delle specifiche veramente uniche.

La grafica e le livree degli esterni sono disponibili in un’ampia offerta di combinazioni di colori mentre per i freni è disponibile una selezione di pinze verniciate; questo particolare panorama offre anche una gamma di laccature colorate che accentuano la bellezza dei pannelli in fibra di carbonio posati a mano grazie alla variazione dei riflessi a seconda delle diverse condizioni di luce.

Un’altra possibilità di integrare o abbinare il colore dei dettagli Diamond Turned a quelli della carrozzeria o del pacchetto della grafica è disponibile tramite il servizio personalizzato Q by Aston Martin.

Le dichiarazioni

Marco Mattiacci, Aston Martin Global Chief Brand and Commercial Officer: “In Aston Martin costruiamo macchine ma vendiamo sogni. È questa la magia di questo marchio. Solo un numero selezionato di clienti nel mondo può acquistare la V12 Vantage, tuttavia, come tutti i nostri altri mitici modelli, il suo valore va ben oltre la sua esclusività. Inoltre, il livello di personalizzazione dedicato disponibile tramite Q by Aston Martin è tale che anche un’auto rara come la V12 Vantage può essere resa del tutto unica per il suo proprietario grazie alle specifiche”.

Tobias Moers, Aston Martin Chief Executive Officer: “Ogni marchio di auto sportiva ha una vettura protagonista. Per Aston Martin negli ultimi anni quest’auto è stata la V12 Vantage. Sin dal momento della presentazione nel 2007 della prima V12 Vantage RS Concept, i nostri clienti e i nostri fan di tutto il mondo si sono innamorati dell’idea di abbinare il nostro motore più grande con il nostro modello più piccolo e sportivo. La formula è stata perfezionata nel corso degli anni con straordinario successo, ma l’essenza è rimasta la stessa. Ora è arrivato il momento di concludere questa dinastia in modo appropriato, con l’esemplare più spettacolare mai realizzato ad oggi: la V12 Vantage più veloce, più potente e più dinamica di tutti i tempi. La celebrazione dei suoi predecessori e l’incarnazione dell’attenzione crescente di Aston Martin verso la dinamica di guida garantiscono il massimo per la V12 Vantage”.

Le prime consegne sono previste per il secondo trimestre di quest’anno.

[ Redazione Motori360 ]

Print Friendly, PDF & Email