Home > Automotive > 4x4 > 4L Trophy

4L Trophy

1.447 Renault R4 nel deserto marocchino per un evento benefico da record dei primati

  • 10-renault-4l
  • 11-renault-4l
  • 12-renault-4l_1
  • 3-renault-4l_0
  • 4-reanult-4l
  • 5-renault-4l
  • 6-renault-4l
  • 7-renault-4l
  • 8-renault-4l
  • 9-renault-4l

 

Qualcuno lo chiama Rally, qualcun altro Raid, ma sebbene alla fine ci sia un equipaggio vincitore, di fatto il “4L Trophy” è un grande evento con fini benefici nel deserto marocchino e festa finale a Marrakech. Dai 4 equipaggi della prima edizione, dopo 16 anni l’organizzatore Jean-Jacques Rey ha portato in Marocco 1.447 vetture con 2.894 avventurieri provenienti da Francia, Svizzera, Belgio, Spagna e Portogallo, per questa pacifica e festosa invasione biblica.

Il carattere NON agonistico del 4L Trophy è confermato dal Regolamento che impone ai partecipanti di essere studenti con una età compresa tra i 18 e 28 anni e naturalmente di possedere una Renault R4.

In questa edizione 2013, dopo le verifiche tecniche gli equipaggi si sono ritrovati ad Algesiras, nel sud della Spagna, dove poi si sono imbarcati sul traghetto che li ha portati in Marocco. A seguire dal 17 al 22 febbraio si sono svolte 5 tappe di orientamento con roadbook e bussola fino sulle dune del Erg Chebbi di Merzouga che hanno messo a dura prova i giovani equipaggi e le R4 a 2 ruote motrici. Nonostante le difficoltà, lo spirito goliardico e a volte l’aiuto del sempre presente staff organizzativo, hanno consentito alla carovana di superare i numerosi insabbiamenti e raggiungere dopo 6.000 km il traguardo di Marrakech.

Nel corso della serata di gala nel superbo palazzo “Chez Alì”, allietata dallo spettacolo folcloristico dei cavalieri berberi, sono stati premiati gli equipaggi che meglio degli altri hanno superato le varie prove. Sul più alto gradino del podio si sono piazzati Madhi e Jennifer, una simpatica coppia che come tutti gli altri ha partecipato per divertirsi e come ha detto Madhi, hanno costruito la loro vittoria in un modo molto semplice: “Il mio compito era quello di girare il volante quando Jennifer mi diceva di farlo”. Al 2° posto la coppia tutta femminile con Anaϊs e Pauline, al 3° i belgi Maxime e Arthur.

Nel corso della premiazione, il patron Jean-Jacques Rey ha comunicato i risultati umanitari ottenuti con l’edizione 2012 a beneficio dell’associazione “Enfant du Desert”. Con grande soddisfazione ha confermato la realizzazione di una scuola elementare e di aver dotato 20.000 bambini di tutto il necessario per affrontare l’attività scolastica con 72 tonnellate di materiale scolastico e sportivo.

Quali sponsor dell’evento, la Déloitte ha realizzato impianti eolici e installato pompe per l’acqua, mentre all’associazione “Rire Médicin” arriveranno i fondi per presentare 500 spettacoli di clown per i bambini negli ospedali francesi.

Archiviata l’edizione 2013, il prossimo appuntamento per i giovani appassionati di viaggi open air a bordo della ever green R4 è fissato dal 13 al 23 febbraio 2014. Info: www.4ltrophy.com.

 

Paolo Pauletta

foto Flashsport

 

Print Friendly, PDF & Email