Home > Automotive > 4x4 > SsangYong Rexton W: prova su strada

SsangYong Rexton W: prova su strada

Presentata la terza generazione del fuoristrada coreano, rinnovato nel frontale, ha un 2 litri diesel da 155 cavalli

  • ssangyong-rexton-prova-test-0
  • ssangyong-rexton-prova-test-1
  • ssangyong-rexton-prova-test-2
  • ssangyong-rexton-prova-test-3
  • ssangyong-rexton-prova-test-4
  • ssangyong-rexton-prova-test-5
  • ssangyong-rexton-prova-test-6
  • ssangyong-rexton-prova-test-8
  • ssangyong-rexton-prova-test-910
  • ssangyong-rexton-prova-test-911
  • ssangyong-rexton-prova-test-912
  • ssangyong-rexton-prova-test-913

 

Arese. È un vero fuoristrada il nuovo SsangYong Rexton W, confortevole e funzionale come un SUV, ma con una marcata impostazione off-road. Non è un caso se per la presentazione di questa terza generazione sia stato scelto un percorso fangoso all’interno di un parco, il cui fondo – reso ancor più insidioso dalla neve – non ha creato alcun problema alla Rexton W.

Sette posti di serie

Fedele a se stessa, dicevamo, con modifiche estetiche evidenti al frontale, ora più elegante e lineare con luci diurne a Led, nella fascia paracolpi laterale e negli indicatori di direzione integrati negli specchietti. All’interno migliora la qualità degli assemblaggi, ma ciò che sorprende è la quantità di spazio a disposizione degli occupanti. Sulla terza fila di sedili (ora di serie) siedono comodamente due adulti e anche in questa configurazione rimangono 250 litri per i bagagli, che salgono a 678 con cinque passeggeri e addirittura 2.086 litri abbattendo anche i sedili della fila centrale.

Downsizing

Ma la novità più consistente è rappresentata dall’introduzione del nuovo propulsore che sostituisce il vecchio 5 cilindri 2.7 di derivazione Mercedes. Il nuovo turbodiesel è un 2 litri da 155 cv e 360 Nm di coppia, un’unità in linea con le attuali richieste del mercato che premiano cilindrate inferiori ai 2.000 cc. Scendono i consumi, nell’ordine dei 7,3 litri per 100 km (meno 17%), mentre rimangono accettabili le prestazioni con una velocità massima di 175 km/h.

  • ssangyong-rexton-w-test-drive-0
  • ssangyong-rexton-w-test-drive-1
  • ssangyong-rexton-w-test-drive-2
  • ssangyong-rexton-w-test-drive-3
  • ssangyong-rexton-w-test-drive-4
  • ssangyong-rexton-w-test-drive-5
  • ssangyong-rexton-w-test-drive-6
  • ssangyong-rexton-w-test-drive-7
  • ssangyong-rexton-w-test-drive-8
  • ssangyong-rexton-w-test-drive-9

Promossa… sul fango!

La prova, come dicevamo, si è svolta su un percorso in off-road, difficile dunque dare un giudizio circa la maneggevolezza della Rexton W su strada. Abbiamo senza dubbio colto una piacevole silenziosità a bordo ed una guida rilassata e confortevole. Le sospensioni sono studiate per contrastare asperità importanti, l’assetto è dunque morbido ma non inconsistente, mentre avremmo preferito uno sterzo un po’ più diretto e magari – visto che ci siamo – un volante più piccolo e con maggiori possibilità di regolazione.  Il cambio automatico di origine Mercedes è una garanzia di fluidità e morbidezza negli innesti, peccato abbia solo 5 marce.

Da 24.990 euro

Veniamo ai prezzi, che partono dai 24.990 euro della versione 2WD, passando per i 26.990 per la 4WD manuale e arrivando ai 29.990 della 4WD con cambio automatico. Le prime due offrono di serie: cerchi in lega da 16 pollici,  retrovisori regolabili e ripiegabili elettricamente, comandi al volante, sensori di parcheggio posteriori, cruise control, ESP e sistema per il controllo della velocità nelle discese. L’automatica ha in più cerchi in lega da 18 pollici, sensori di parcheggio anteriori e controllo della pressione dei pneumatici. Per tutte, si possono avere a richiesta i sedili in pelle e il navigatore satellitare. Per i proprietari di Rexton, l’incentivo per passare alla nuova è di 2.000 euro.

[ Valerio Maura ]

Print Friendly, PDF & Email