Home > Automotive > Il percorso della mobilità a idrogeno chiamato HYVIA

Il percorso della mobilità a idrogeno chiamato HYVIA

Un articolato progetto di mobilità green di HYVIA prevede, oltre l’offerta di mezzi del Gruppo Renault, la produzione, lo stoccaggio e la distribuzione dell’idrogeno verde, in particolare, con stazioni di ricarica a idrogeno

Il nome racconta un intento: «HY» sta per idrogeno e «VIA» sta per strada: HYVIA si propone, dunque, come nuova via per raggiungere la mobilità decarbonizzata, puntando su un ecosistema completo ed unico.

Quali le virtù di questa alternativa green? L’idrogeno verde, ottenuto per elettrolisi dell’acqua, consente una mobilità a zero emissioni di CO2 in fase di utilizzo, una maggiore autonomia e tempi di ricarica di pochi minuti.

Per soddisfare il più possibile le esigenze dei suoi clienti, entro fine 2021 HYVIA proporrà la produzione, lo stoccaggio e la distribuzione dell’idrogeno verde, in particolare, con stazioni di ricarica a idrogeno. Inoltre HYVIA offrirà, entro fine anno, un’ampia gamma di veicoli commerciali leggeri a celle di combustibile. Si tratta di: 

Master Van H2-TECH: grande furgone per gli operatori professionali per il trasporto merci, con un’autonomia fino a 500 km e un volume di carico pari a 12 m3.

Master Telaio Cabinato H2-TECH: grande furgone per il trasporto delle merci più voluminose, con un volume utile di 19 m3 e un’autonomia di circa 250 km.

Master Citybus H2-TECH: minibus urbano che risponde alle esigenze delle aziende e degli enti pubblici per il trasporto di 15 persone, con un’autonomia di circa 300 km.

L’offerta è associata a servizi di finanziamento e manutenzione.

Basandosi sui punti forti e sulle competenze di due leader, il Gruppo Renault e Plug Power, HYVIA, che ha sede in Francia, assemblerà le celle a combustibile e le stazioni di ricarica a idrogeno nello stabilimento di Flins entro fine 2021. La sua offerta sarà disponibile in tutta Europa.

“Per rispondere alle sfide della mobilità a idrogeno – ha spiegato David Holderbach, Presidente di HYVI – è necessario proporre veicoli a celle di combustibile per tutti gli utilizzi intensivi, ma anche prendere in considerazione l’ecosistema nel suo complesso. HYVIA offre soluzioni di mobilità chiavi in mano con la produzione, lo stoccaggio e la distribuzione di idrogeno verde nonché un’ampia gamma di veicoli commerciali. Soluzioni che rispondono alle nuove esigenze di aziende, grandi clienti, flotte ed enti pubblici, per intraprendere insieme la strada della transizione energetica.

Produzione, stoccaggio e distribuzione di idrogeno verde

HYVIA si basa sull’esperienza di Plug Power, uno dei leader mondiali delle soluzioni a idrogeno, che vanta oltre 20 anni di esperienza negli elettrolizzatori e che ha già sviluppato una rete di oltre 100 stazioni in grado di distribuire più di 40 tonnellate di idrogeno al giorno.

HYVIA proporrà elettrolizzatori, stazioni mobili di stoccaggio e, da fine 2021, stazioni di ricarica a idrogeno, assemblate a Flins, in Francia. Le stazioni di ricarica a idrogeno, che si possono acquistare o prendere a noleggio, garantiscono semplicità d’uso e sicurezza.

HYVIA si avvale delle competenze del Gruppo Renault, leader dei veicoli commerciali elettrici in Europa e pioniere dei veicoli commerciali a idrogeno circolanti su strada dal 2014.

L’architettura a idrogeno di HYVIA

Questi veicoli sono progettati con un’architettura «Dual power»: doppia energia, elettrica e a idrogeno. L’autonomia raggiunge i 500 km così ripartita: 100 km di autonomia ottenuta grazie all’energia elettrica e il resto grazie all’idrogeno.  

Tutti i veicoli sono dotati di batteria da 33 kWh, cella a combustibile da 30 kW e serbatoi con una capienza da 3 a 7 kg di idrogeno, in funzione delle versioni. 

Il sistema a celle a combustibile comprende le celle e tutti i sottosistemi necessari per il buon funzionamento: alimentazione e regolazione dell’aria e dell’idrogeno, umidificazione dei gas e raffreddamento.  

[ Andrea Colomba ]

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email