Home > Automotive > Attualità > Intesa tra Stellantis e la taiwanese Foxconn per la produzione di auto connesse

Intesa tra Stellantis e la taiwanese Foxconn per la produzione di auto connesse

L’accordo, dopo oltre un anno di trattative, porterà alla costituzione, con quote paritetiche, della joint venture «Mobile Drive» per la produzione di «cockpit» connessi e personalizzabili e non solo…

Software ed esperienza del cliente al centro di Stellantis: questo è stato sin dall’inizio l’obiettivo dichiarato di Carlos Tavares, concetto nuovamente ribadito in occasione dell’annuncio relativo alla costituzione della joint venture fra il gruppo automobilistico europeo ed il main player taiwanese dell’elettronica cui viene delegata la progettazione del cruscotto digitale dei futuri modelli di Stellantis.

Stellantis NV e Hon Hai Precision Industry Co., Ltd., (più nota come «Foxconn») assieme alla sua sussidiaria FIH Mobile Ltd., hanno quindi firmato il relativo memorandum d’intesa per la costituzione di Mobile Drive, una nuova società il cui capitale sarà suddiviso al 50% fra i due soci che saranno quindi comproprietari delle tecnologie progettate e sviluppate dalla stessa Mobile Drive che avrà sede in Olanda e che produrrà lo «smart cockpit» progettato dalla joint venture.

La nuova società, che all’inizio potrà contare su forza progettuale di 200 ingegneri ingaggiati per sviluppare le tecnologie necessarie per una nuova esperienza di guida delle auto, ottimizzandone i tempi di progettazione, opererà come fornitore sia di Stellantis e sia di altre Case automobilistiche.

Vale a questo proposito precisare che Foxconn è un gruppo specializzato nella produzione di componenti e apparecchiature elettroniche per marchi di tutto il mondo ed occupa 1,2 milioni di dipendenti con stabilimenti anche in Cina; Foxconn già collabora fra l’altro – con la Apple (costruisce l’iPhone), con il gruppo cinese Byton (auto elettriche) e con la statunitense Fisker.

Le dichiarazioni

Comunicato congiunto: “Mobile Drive unirà l’esperienza di Stellantis nella progettazione dei veicoli a 360° e le sue competenze ingegneristiche con la capacità di Foxconn di sviluppare a livello globale software e hardware per smartphone e elettronica destinata al consumatore finale”.

Carlos Tavares (A. D. Stellantis): “Oggi c’è qualcosa che conta tanto quanto un design accattivante o una tecnologia innovativa ed è il modo in cui le caratteristiche all’interno dei nostri veicoli migliorano la vita dei nostri clienti; il software è un elemento strategico per il nostro settore e Stellantis vuole esserne leader con Mobile Drive, una società che renderà possibile il rapido sviluppo di funzioni di connettività e servizi che rappresentano la prossima grande evoluzione nel nostro settore, così come è stato con la tecnologia di elettrificazione“.

Young Liu, Presidente Foxconn: “I veicoli del futuro saranno sempre più guidati e caratterizzati dal software. I clienti di oggi e quelli di domani chiedono e si aspettano soluzioni sempre più creative e basate sul software, soluzioni che permettano di connettere i conducenti e i passeggeri al veicolo, dentro e fuori.

Mobile Drive intende andare incontro e superare queste aspettative grazie al coinvolgimento di team di designer e di ingegneri software e hardware; l’estensione naturale della leadership globale di Foxconn nello sviluppo e nell’impiego di tecnologie intelligenti per migliorare la qualità della vita dei consumatori in tutto il mondo“.

 

Calvin Chih, A. D. FIH (filiale di Foxconn dedicata a queste applicazioni): “Si farà leva sulle vaste conoscenze di Foxconn in merito all’esperienza dell’utente e allo sviluppo di software nel panorama delle soluzioni mobile, per integrare perfettamente l’automobile nello stile di vita incentrato sui dispositivi mobili dell’automobilista”.

Yves Bonnefont, capo del software di Stellantis: “Grazie a questa partnership, saremo in grado di superare gli attuali confini della tecnologia delle auto connesse e offriremo esperienze coinvolgenti mai viste prima”.

Bonnnefont ha poi sottolineato che “il nuovo cruscotto digitale sarà personalizzabile, aggiornabile durante tutto il ciclo di vita dell’auto, fornirà servizi sia a bordo che da remoto, opererà attraverso sistemi biometrici di riconoscimento e con comandi a distanza, fornirà servizi di informazione e intrattenimento alle persone in viaggio”.

 

[ Giovanni Notaro ]

Print Friendly, PDF & Email