Home > Automotive > Auto > Volkswagen: arriva il restyling 2021 della Polo

Volkswagen: arriva il restyling 2021 della Polo

Una rinfrescata alla linea, e tecnologia più avanzata per la piccola di Wolfsburg offerta con alimentazione a benzina e metano 
La versione 2021 della Volkswagen Polo è ufficiale. E la famosa utilitaria tedesca nata nel 1975, profondamente innovata nel design, nella sicurezza e nella tecnologia di bordo è ora pronta a sfidare una concorrenza sempre più agguerrita. La vettura sarà disponibile la prossima estate.

Gli esterni

Esteticamente la nuova Polo ricorda la sorella maggiore Golf VIII, soprattutto per quanto riguarda assetto ed estetica, entrambi mirati alla semplicità e alla leggerezza del corpo vettura. In questo restyling della Polo – che misura 4.053 mm in lunghezza, 1.751 mm in larghezza e 1.446 mm in altezza – spiccano i caratteristici fari anteriori di Volkswagen, dalla forma arrotondata e sviluppati lungo tutto il frontale; a richiesta con la tecnologia Matrix Iq.Light, che permette di regolare l’intensità del fascio luminoso prodotto.

Il paraurti anteriore è stato reso più robusto e dinamico, così da garantire maggiore sicurezza ma anche aumentare ulteriormente l’illuminazione a Led, grazie ai gruppi ottici leggermente aumentati in grandezza. Led anche sul posteriore, anch’essi ispirati alla Golf, che presentano il suggestivo effetto «a sciabola» degli indicatori di direzione, e un più intenso sistema d’illuminazione in fase di frenata.

Specchietti e maniglie sono abbinate a seconda degli allestimenti, e al già ricco catalogo si aggiungono adesso quattro nuove colorazioni: Ascot Grey, Kings Red, Vibrant Violet y Rauchgrau.

Gli interni

L’interno è il trionfo dell’innovazione: la nuova Polo presenta infatti un Digital Cockpit, da 8 o 10,25 pollici a seconda della versione, un volante multifunzione e un sistema di infotainment con schermo da 6.5, 8 o 9.2 pollici. Novità anche in fatto di tecnologia: centralina online (eSIM), sistema App-Connect Wireless per controllare alcune funzioni dal cellulare e ovviamente Android Auto e Apple CarPlay per connettere lo smartphone all’auto nel modo più completo e semplice. 

Sulla Polo arriva, inoltre, per la prima volta un pannello controllato da superfici touch per la regolazione del climatizzatore, opzione fino ad ora riservata ai modelli di segmenti superiori del gruppo Volkswagen. Per quanto riguarda l’audio, Polo si affida al beatsAudio con 300 watt di potenza, mentre l’auto è dotata anche di un sistema di avviamento e blocco senza chiave, controllo vocale, vetri posteriori oscurati e, volendo, anche un pacchetto sportivo (Style e R-Line).

Sicurezza a bordo

Nel campo della sicurezza, la nuova Polo può beneficiare di uno dei sistemi più avanzati del Gruppo Volkswagen, l’IQ. Drive Travel Assist, disponibile a richiesta, in grado di controllare lo sterzo, il freno e l’acceleratore. A questo si aggiungono  l’ACC predittivo, un sistema di sorveglianza frontale con frenata di emergenza in città, il sistema di mantenimento della corsia Lane Assist (di serie), il sistema di rilevamento della stanchezza del guidatore collegato al volante e il sistema di parcheggio assistito, nonché i già citati fari a illuminazione adattiva.

Motorizzazioni

Protagonista delle motorizzazioni della nuova Polo è il classico tre cilindri turbo 1.0 TGI da 90 cavalli, al quale si affiancano il meno potente 1.0 Mpi da 80 cavalli e il 1.0 TSI con il cambio a doppia frizione DSG a 7 rapporti a richiesta sulla versione da 95 cavalli e di serie sulla 110 cavalli. Scomparso il diesel l’alternativa è la versione a metano, la 1.0 TGI monovalente da 90 cavalli.

[ Jacopo Romanelli ]

Print Friendly, PDF & Email