Home > Automotive > Peugeot 308: nuovo logo, nuovo facelift, nuovi traguardi

Peugeot 308: nuovo logo, nuovo facelift, nuovi traguardi

La 308, dopo oltre 7.000.000 di veicoli venduti nelle varie generazioni e 42 premi internazionali (tra cui il «Car Of The Year» 2014) continua a tenere banco. La berlina compatta di segmento C sarà disponibile dal prossimo settembre con motorizzazioni Plug-in Hybrid (con 60 km a zero emissioni) e termiche, benzina o Diesel

Nuova Peugeot 308, sempre attrattiva, porta al debutto il nuovo logo della Casa. L’ottimizzazione generale dell’architettura del corpo carrozzeria valorizza l’abitabilità interna e conferma il dinamismo e la personalità dell’auto.

Tecnologica, ed efficiente la nuova Peugeot 308 offre aiuti alla guida di ultima generazione ed un evoluto Peugeot i-Cockpit® che integra l’i-Connect® Advanced, un moderno ed intuitivo sistema di infotainment mentre dal punto di vista delle prestazioni, introduce un’aerodinamica curata sin nei minimi dettagli e mette a listino motorizzazioni Plug-in Hybrid e termiche, benzina o Diesel.

Continuità nel DNA: il nuovo Peugeot i-Cockpit®

Il Peugeot i-Cockpit® fa parte del DNA del marchio e ad ogni nuova generazione si arricchisce e si aggiorna e, quindi, anche il debutto della nuova Peugeot 308 ha comportato un’evoluzione in termini di ergonomia, qualità, design e tecnologia – e sicurezza – anche nel suo nuovissimo sistema di infotainment, il Peugeot i-Connect®, che può essere gestito anche tramite i comandi vocali, tramite «OK Peugeot».

L’abitacolo è stato curato nei minimi dettagli, dalla scelta delle plastiche ai rivestimenti in pelle o alcantara, ai componenti realizzati con parti in alluminio, all’illuminazione ambiente a LED, con 8 colori selezionabili, che si diffonde fino ai pannelli delle porte. A beneficio dei passeggeri sedili anteriori (certificati Aktion für Gesunder Rücken) che dispongono anche delle funzioni di massaggio e riscaldamento, una particolare purificazione dell’aria interna all’abitacolo, numerosi vani portaoggetti (fino a 34 litri), due prese USB sul retro della consolle centrale e due porta bicchieri di grande capacità. E a proposito di capacità il vano bagagli dispone di 412 litri, di cui 28 dedicati ai portaoggetti ricavati sotto al tappeto e raggiunge i 1.323 litri con gli schienali dei sedili posteriori ribaltati.

Il nuovo ed ergonomico volante compatto non solo raggruppa i comandi di radio, media, telefono e degli aiuti alla guida ADAS ma ora integra dei sensori in grado di individuare la presa del conducente sul volante durante l’utilizzo dei nuovi aiuti alla guida; in più si può anche avere riscaldato (in opzione).

Il quadro strumenti digitale, allineato con la visione della strada, è caratterizzato da una dimensione di 10 pollici sin dall’allestimento «Active Pack» mentre, a partire dalla versione «GT», diventa tridimensionale. Interamente parametrabile e personalizzabile, il display presenta diverse modalità di visualizzazione (3D Connected Navigation con i servizi TomTom trafic, Radio/Media, Aiuti alla guida ADAS, Flussi di energia…) direttamente modificabili dal comando multifunzione. Da segnalare un ulteriore passo avanti nella guida semi-autonoma e l’implementazione dei dispositivi di sicurezza partendo dal pack Drive Assist 2.0, sistema costituito dall’Adaptive Cruise Control con funzione Stop&Go e dal Lane Keeping Assist (aiuto al mantenimento della vettura in carreggiata), con l’aggiunta di tre nuove funzioni (con strade dove le carreggiate sono separate). Non mancano per la città la retrocamera a 180 gradi, il Rear Traffic Alert per rendere sicura l’uscita dai parcheggi e il sistema anticollisione Blind Spot Monitoring. 

Cambio di passo

L’espressione non è riferita solamente all’allungamento di 5,5 cm, che si riflette sulle misure longitudinali del corpo vettura ed al maggior spazio riservato ai passeggeri posteriori ma, più generalmente, anche al cambiamento della morfologia dell’auto: riduzione nell’altezza di 2 cm e introduzione, all’anteriore di un «soft-nose» che influenza positivamente la percezione visiva del cofano.

Sempre ai fini aerodinamici, i progettisti hanno agito sulla distribuzione degli spazi interni senza intaccare la forma esterna, grazie anche a un profondo lavoro di ottimizzazione dell’architettura e di imbutitura delle lamiere della carrozzeria che ora sono quanto più possibile aderenti alla struttura della vettura come evidenziato, in particolare, dai profili molto pronunciati dei parafanghi, mentre le misure delle carreggiate non sono state toccate: è come se un allenatore avesse mirato all’eliminazione di poco peso superfluo dal fisico di un atleta, mettendone così ancora più in risalto la struttura muscolare ed ossea.

La vista laterale evidenzia la felice unione fra la fluidità e la morbidezza delle linee generali con i due affilati profili squadrati che incorniciano le ruote anteriori e posteriori mentre la parte posteriore della è stata progettata e definita in galleria del vento con l’obiettivo di ottimizzare – in una carrozzeria berlina 5 porte – i flussi dell’aria nei diversi punti di passaggio influenzando così sia la linea di stile che attraversa il posteriore e sia la linea di fuga nella parte superiore del padiglione, confluente nel lungo spoiler, identificativo dello stile di questa nuova 308.

Altro ed ancor più marcato elemento distintivo della 308 è il nuovo logo del marchio inserito in una calandra che assume il ruolo di cornice al marchio stesso ulteriormente valorizzato dal disegno della griglia del radiatore che converge progressivamente verso il logo stesso dietro al quale è stato posizionato a scomparsa il radar per gli aiuti alla guida (tecnologia radome che utilizza l’iridio compatibile con le onde radar) mentre il frontale è stato migliorato spostando la targa più in basso.

Conferma l’innalzamento della qualità complessiva dell’auto la presenza, sin dal primo livello di allestimento, dei proiettori anteriori con tecnologia LED che, cesellati e sottili, contribuiscono alla dinamica e all’identità di questa nuova Peugeot 308. Questi gruppi ottici anteriori hanno ora luci diurne a forma di artiglio posizionate sui paraurti, esattamente come quelli posteriori: una «firma luminosa» aderente ai dettami dell’attuale stile Peugeot mentre sugli allestimenti superiori GT e GT Pack, i fari Full LED sono ancora più sottili e adottano la tecnologia Peugeot Matrix LED, per una maggiore efficienza e sicurezza nella guida in condizioni di scarsa visibilità.

Motorizzazioni per tutti i gusti

Per le motorizzazioni, alle tradizionali unità benzina e diesel, di ultima generazione capaci di assicurare emissioni ridotte a partire da 117 g/km, arrivano le novità delle ibride plug-in.

Ma andiamo con ordine: per i benzina Euro6 viene proposto il pluripremiato 3 cilindri da 1,2 litri PureTech da 110 o 130 cavalli, abbinato al cambio manuale a 6 marce o all’automatico EAT8 a 8 rapporti (solo per il più potente da 130 cv); mentre per i Diesel troviamo il 4 cilindri 1,5 litri BlueHDi da 130 cavalli, abbinabile, a scelta del cliente, al cambio manuale a 6 marce o all’automatico EAT8.

Per le motorizzazioni con la spina… disponibili l’Hybrid 180 e-EAT8 con motore PureTech da 150 cv (110 kW) abbinato al medesimo propulsore elettrico da 110 cv (81 kW) abbinato al cambio automatico e-EAT8. Il secondo propulsore, il più potente, è l’Hybrid 225 e-AT8, con motore PureTech benzina da 180 cv (132 kW) e di uno elettrico da 110 cv (81 kW), entrambi assistiti da un cambio automatico e-EAT8 e con un’autonomia di circa 60 chilometri in modalità 100% elettrica, secondo il ciclo WLTP.

7 tinte di carrozzeria

La nuova Peugeot 308 che, grazie alle attuali rivisitazioni si inserisce in un universo di riferimento più dinamico e più alto di gamma, sarà disponibile in 7 tinte di carrozzeria: Verde Olivine, Blu Vertigo, Rosso Elixir, Bianco Madreperla, Bianco Banchisa, Grigio Artense e Nero Perla. La 308 potrà anche esser acquistata sul portale online della Casa e il cliente avrà accesso a una gamma di servizi ad hoc.

[ Tony Colomba ]

 

Print Friendly, PDF & Email