Home > Automotive > DS 9 E-TENSE, tra tradizione e futuro

DS 9 E-TENSE, tra tradizione e futuro

Passato e presente confluiscono in forme che confermano lo spirito e lo stile innovativo della marca premium DS

Ancora una volta il coraggio di innovare: potrebbe sembrare un azzardo proporre una berlina mentre il richiamo al SUV, ultimamente «urban», va per la maggiore e la stessa gamma DS Automobiles riflette questa tendenza.

Ma DS è sinonimo – sin da quando non era marchio ma ancora modello – di anticonvenzionalità ed ecco quindi un modello destinato a chi intende distinguersi dalla massa, nato dall’ennesima sfida alle convenzioni lanciata dal Centro Stile DS Automobiles.

Dinamismo e imponenza: due concetti apparentemente antitetici che nella DS 9 E-TENSE si coniugano armoniosamente e i quasi 5 metri di lunghezza diventano punto di forza ed esaltano lo slancio della carrozzeria ispirata al mondo delle sportive fastback, grazie al tetto abbassato che evoca la velocità.

E poi il lusso, non ostentato – sarebbe troppo – ma percepibile: DS 9 E-TENSE appartiene ad un mondo premium fatto di preziosi oggetti come ben richiamato dalla calandra DS WINGS, caratterizzata dalla griglia dal design con effetto diamantato tridimensionale. Sulla stessa calandra, poggia l’ampio cofano che esibisce una elaborata lavorazione guilloché Clous de Paris, ricordando la cura con cui viene proposto un abitacolo in cui l’esclusività è letteralmente palpabile.

Alle estremità posteriori del tetto troviamo anche gli iconici «coni» che ripercorrono l’unicità della storia DS Automobiles, ovvero creazioni che sopravvivono al passare del tempo. Nei coni sono inseriti gli indicatori di direzione, un tempo iconici nelle versioni «ID» e «DS» degli anni ’50 e ’60 del secolo scorso ed oggi autentica esclusiva nel panorama automobilistico contemporaneo.

Le maniglie a scomparsa, perfettamente integrate nelle ampie portiere, fluidificano le fiancate mentre il tetto a due colori diviene complementare al tutto.

Nel contempo, l’accensione dei fari conferma l’inequivocabile identità DS Automobiles: i proiettori, cesellati con effetto a scaglie, conferiscono una sorprendente suggestione tridimensionale mentre i due inserti cromati nella zona inferiore dei fari richiamano gli elementi grafici della carrozzeria francese degli anni ’30 citando quindi quella storia che DS Automobiles ama tracciare da protagonista.

[ Redazione Motori360 ]

Print Friendly, PDF & Email