Home > Automotive > Auto > Mercedes-Maybach over the top

Mercedes-Maybach over the top

La Classe S rappresenta un significativo up-grade di un prodotto che sembrava difficile migliorare

Se un’auto lanciata nel 2015 in un segmento frequentato da Bentley e Rolls viene venduta nel mondo in circa 60.000 esemplari di cui circa 12.000 nel solo 2019, è evidente che l’obiettivo è stato centrato.

Sotto il profilo geografico il successo commerciale è stato trasversale: oltre che in Cina, questa lussuosa limousine è stata richiesta in Russia, in Corea del Sud, negli USA e, ovviamente, in Germania e la nuova Mercedes-Maybach Classe S ha tutte le caratteristiche necessarie per proseguire questa storia di successo.

Questa nuova Mercedes-Maybach Classe S, alla settima generazione, combina una volta di più la perfezione e il carattere high-tech dell’ammiraglia Mercedes, presentata pochi mesi fa, con l’esclusività e la tradizione Maybach, si presenta quindi come una classica ed imponente berlina a tre volumi la cui ancor più marcata presenza è da ascrivere al passo incrementato di 18 cm rispetto alla Mercedes-Benz Classe S lunga, un incremento (ora a 5,47 metri contro i 5,29…) interamente a vantaggio del vano posteriore che, grazie ai sedili executive di serie (con porgi-cintura automatico, riscaldamento per collo e spalle, massaggio per il supporto delle gambe e reclinabili fino a 43,5°) e al «pacchetto chauffeur», può diventare un luogo di lavoro confortevole o una zona relax.

La parte anteriore è caratterizzata dal noto cofano motore con aletta cromata, dalla classica calandra del radiatore Mercedes-Maybach a listelli verticali di forma tridimensionale e dalla scritta Maybach elegantemente integrata nella cornice cromata della griglia.

Grazie all’allungamento del passo le porte posteriori sono più larghe rispetto agli altri modelli della serie e si possono anche avere in versione Comfort a comando elettrico mentre i montanti C con finestrino laterale triangolare fisso, il logo Maybach inserito sempre sul montante C e la particolare verniciatura bicolore stesa a mano secondo i più severi criteri qualitativi, sottolineano l’esclusività dell’auto.

Particolare attenzione è stata dedicata anche all’illuminazione, basata su una tecnologia, la Digital Light per i fari, che offre funzioni nuove, come la proiezione di segni di demarcazione o di simboli sulla carreggiata; questa tecnologia presenta in ogni faro un modulo dotato di tre LED estremamente luminosi, la cui luce viene scomposta e indirizzata con l’ausilio di 1,3 milioni di microspecchi.

Per la realizzazione dell’abitacolo il team di progetto ha utilizzato come base di partenza l’allestimento interno della Classe S: plancia portastrumenti, consolle centrale e braccioli sono riuniti in un’unica unità scultorea mentre per la visualizzazione delle diverse funzioni sono disponibili fino a 5 schermi; di serie è presente un display centrale Oled da 12,8 pollici che funge da centrale di comando high-tech.

Come optional si può avere anche un display del conducente in 3D da 12,3 pollici con rappresentazione tridimensionale degli altri utenti della strada e con un suggestivo effetto di profondità e ombreggiatura mentre la cornice degli strumenti circolari è nella tonalità oro rosé tipica del marchio, un colore che ricorre anche nell’illuminazione di atmosfera attiva, quindi nella luce sequenziale a LED animata, abbinata a funzioni intelligenti per il comfort e la sicurezza.

Con le tonalità bianco oro rosé e ametista brillante l’illuminazione di atmosfera attiva offre due nuovi scenari cromatici. La pre-animazione «Welcome» per il vano posteriore accoglie gli occupanti con un particolare gioco di luci.

Debutta a bordo anche l’illuminazione adattiva del vano posteriore, che per molti versi si adatta ai desideri degli occupanti: oltre alla luminosità si possono impostare anche la grandezza e la posizione del Light Spot. Inoltre è disponibile un’ampia gamma di regolazioni che spaziano tra dalla precisione della luce da lavoro a quella maggiormente soffusa più adatta agli eventuali momenti di relax.

Il tutto è naturalmente completato dai numerosi elementi decorativi per i sedili anteriori, costituiti da pregiati gusci in legno che avvolgono il retro del sedile lato guida e quello del passeggero anteriore mentre nel vano posteriore First Class un elemento decorativo in legno altrettanto raffinato arricchisce lo spazio tra i due passeggeri posteriori.

La Mercedes-Maybach Classe S sarà disponibile in Italia a partire dalla prossima estate ad un prezzo che dovrebbe aggirarsi sui 200mila euro.

 

[ Redazione Motori360 ]

 

Print Friendly, PDF & Email