Home > Automotive > Lamborghini: la nuova Huracán STO dalla pista alla strada

Lamborghini: la nuova Huracán STO dalla pista alla strada

Con questa vettura, le Lamborghini Huracán Super Trofeo EVO e GT3 EVO, confluiscono in una supersportiva omologata per l’uso stradale

Questa nuova Lamborghini Huracán STO, come sottolinea lo sviluppo della sua sigla (Super Trofeo Omologata), è una supersportiva omologata per uso stradale chiaramente derivata dalle Huracán Super Trofeo EVO sviluppate da Lamborghini Squadra Corse appositamente per il Campionato monomarca organizzato dalla Casa, ma anche dalla Huracán GT3 EVO, vincitrice tre volte della 24 Ore di Daytona e due volte della 12 Ore di Sebring.

Corpo vettura e aerodinamica

◘ Leggerezza prima di tutto: oltre il 75% dei pannelli-carrozzeria della Huracán STO è in fibra di carbonio, un materiale scelto per la possibilità di realizzare strutture complesse sotto forma di un componente unico notevolmente più resistente e leggero di un analogo componente realizzato con materiali e metodi tradizionali.

In più, scegliendo di realizzare una struttura a «sandwich», molto diffusa nel settore aerospaziale, la Huracán STO utilizza il 25% in meno di fibra di carbonio mantenendo la stessa rigidità strutturale.

Ma la ricerca della leggerezza è andata oltre: il parabrezza è più leggero del 20% rispetto a quello della Huracán Performante e l’adozione di cerchioni in magnesio (più leggeri rispetto a quelli in lega in alluminio con lo stesso fattore di carico) oltre a migliorare il rapporto resistenza/peso, aumentano anche quello peso/potenza ossia il più noto cv/kg.

Questi cerchi in magnesio calzano pneumatici Bridgestone Potenza appositamente sviluppati per questa STO sia in versione stradale che «pistaiola».

Con un peso a secco di 1.339 kg, la Huracán STO pesa 43 kg in meno rispetto alla già leggera Huracán Performante.

◘ Il design: l’inconfondibile profilo Lamborghini è stato ottimizzato ai fini di una migliore penetrazione aerodinamica tipica del Motorsport come sottolineato da Mitja Borkert, Head of Design:“Le auto da corsa sono sempre fonte di ispirazione per il nostro design. La Huracán STO rispecchia in modo elegante il trasferimento di tecnologia della gamma Huracán da competizione, come si può notare in ogni dettaglio estetico”.

Su quest’auto il design Lamborghini segue la funzione come su una vettura da corsa anche se in maniera poco meno esasperata pur nascendo dalla collaborazione tra i reparti R&D, Squadra Corse e Centro Stile Lamborghini. 

◘ Cofano: il cofano anteriore, i parafanghi e il paraurti anteriore sono integrati in un unico elemento, il «cofano», ispirato alla Lamborghini Miura e alla più recente Sesto Elemento: una soluzione progettuale leggera che – sollevandosi in pezzo unico – permette un rapido accesso agli organi meccanici come nelle vetture da corsa.

Le nuove prese d’aria sul cofano anteriore aumentano il flusso dell’aria che attraversa il radiatore centrale migliorando sia il raffreddamento del liquido motore e sia la deportanza grazie anche ad un nuovo splitter anteriore che convoglia il flusso d’aria verso il sottoscocca completamente riprogettato e verso il diffusore posteriore.

La forma di questo «cofano» indirizza il flusso d’aria sopra i due parafanghi anteriori; questi integrano i louver per ottimizzare l’aria in uscita dal passaruota, in modo da ridurre la pressione all’interno e contribuire all’aumento della deportanza anteriore. Il profilo laterale del «cofango» convoglia il flusso d’aria intorno alle ruote anteriori, riducendo così la resistenza aerodinamica.

◘ Parafango posteriore: mutuato dalla Huracán Super Trofeo EVO, riduce la resistenza aerodinamica generata dalla sezione trasversale della vettura, aumentando al tempo stesso la deportanza posteriore e l’efficienza aerodinamica generale della vettura. Un condotto NACA integrato nel parafango posteriore funge da presa d’aria per il motore e grazie alla sua ridotta lunghezza, riduce del 30% le perdite di pressione statica.

◘ Cofano motore: il design del cofano posteriore ora integra un air scoop che migliora il raffreddamento dell’aria nel vano motore posteriore. Deflettori dell’aria dedicati, integrati nella struttura del cofano posteriore, convogliano il notevole flusso d’aria in entrata dalla presa d’aria alle zone in cui è più necessario tenere sotto controllo la temperatura del motore e degli scarichi.

◘ Pinna posteriore aerodinamica: integrata sul cofano posteriore migliora le capacità dinamiche della STO, soprattutto in curva: in queste condizioni, il flusso d’aria in entrata e i diversi livelli di pressione generati su entrambi i lati della pinna influiscono positivamente sulla stabilità d’imbardata. La pinna contribuisce inoltre a raddrizzare il flusso d’aria sull’alettone, aumentandone l’efficienza in curva.

◘ Alettone posteriore: è regolabile manualmente, influenza l’assetto aerodinamico e permette di ottimizzare il bilanciamento aerodinamico e la resistenza all’avanzamento in base alle condizioni del percorso. Un alettone a doppio profilo con condotto centrale consente alla parte anteriore del profilo di ruotare in tre posizioni, in modo da aumentare la deportanza posteriore. Riducendo il divario tra il profilo alare anteriore e quello posteriore, la compressione sul lato superiore aumenta così da incrementare l’intensità di aspirazione nella parte inferiore del profilo alare anteriore. L’equilibrio aerodinamico dell’auto può quindi variare del 13%, adattando la STO a diversi stili e condizioni di guida.

◘ Raffreddamento dei freni: i nuovi condotti dei freni anteriori raffreddano dischi e pinze freno dei nuovi CCM-R, agendo insieme alle louver, che eliminano l’aria calda dal passaruota anteriore. Nella parte posteriore si trovano ulteriori prese d’aria, incluse quelle nel sottoscocca, e nolder posteriori ottimizzati.

◘ Risultato aerodinamico: la Huracán STO raggiunge la massima deportanza della sua classe con il migliore bilanciamento aerodinamico per un’auto a trazione posteriore: il superiore carico aerodinamico rappresenta un fattore chiave nel miglioramento delle sue prestazioni in curva. L’efficienza aerodinamica migliora del 37% e viene raggiunto un aumento significativo della deportanza pari al 53% rispetto alla Huracán Performante.

◘ Interni: in tutto l’abitacolo si nota l’ampio uso di fibra di carbonio: dai sedili sportivi, realizzati interamente in questo materiale, agli interni in Alcantara® con Lamborghini CarbonSkin, fino ai tappetini in fibra di carbonio (al posto della moquette) e ai pannelli leggeri delle porte.

Un telaio tubolare con cinture di sicurezza a quattro punti e un vano anteriore di nuova progettazione per riporre il casco mettono in evidenza il DNA sportivo della Huracán STO. Questo telaio tubolare posteriore è stato realizzato in collaborazione con il Partner Tecnico Akrapovič (universalmente noto per i suoi sistemi di scarico ad altissime prestazioni), utilizzando una lega di titanio che lo rende più leggero del 40% se comparato ad un tradizionale telaio in acciaio inossidabile.

◘ Strumentazione: Il touchscreen della Huracán presenta una nuova grafica nell’interfaccia uomo-macchina (HMI) e gestisce le funzioni dell’auto, tra cui l’indicatore della modalità di guida, il sistema LDVI, le pressioni degli pneumatici e le temperature dei freni.

Un sistema di telemetria totalmente connesso permette ai fortunati che provano la Huracán STO su pista, di monitorare e registrare le proprie prestazioni e analizzare i dati tramite l’app Lamborghini UNICA.

◘ Personalizzazioni: i proprietari della Huracán STO possono personalizzare nei minimi dettagli sia gli esterni sia gli interni della propria auto da corsa omologata per uso su strada, grazie al ricco programma di «taylor made» Ad Personam, che offre un numero infinito di combinazioni di vernici e finiture, oltre a grafiche ispirate alle corse. Il concetto di livrea personalizzata è insito nel design della Huracán STO, proprio come nella gamma di auto da corsa Huracán Super Trofeo, caratterizzata da colori e modelli unici sulla griglia di partenza. La livrea di lancio Blu Laufey e Arancio California è sinonimo dello spirito giovane e sportivo della Huracán STO.

Meccanica

◘ Propulsore: il V10 aspirato da 640 cavalli (470 kW) genera una coppia di 565 Nm a 6.500 giri/min. che fa accelerare la Huracán STO da 0 a 100 km/h in 3,0 secondi, da 0 a 200 km/h in 9,0 secondi e le fa raggiungere 310 km/h.

Il motore è stato calibrato per una sensazione di guida fortemente sportiva e reattiva, con una percezione diretta dal pedale all’acceleratore e un miglioramento della nitidezza del sound a giri elevati. La velocità del cambio è stata ulteriormente potenziata per cambiare marcia in modo estremamente reattivo e rapido.

◘ Nuovo impianto frenante CCM-R: i materiali dei freni Brembo CCM-R, sfruttando l’esperienza delle tecniche della F1, permettono di ottenere:

  • una durata superiore (ad esempio i dischi CCM-R offrono una conduttività termica quattro volte maggiore del normale);
  • un aumento del 60% della resistenza alle sollecitazioni rispetto ai CCB tradizionali;
  • un miglioramento della potenza frenante massima del 25%:
  • una decelerazione longitudinale superiore del 7%.

Tutto questo genera un comportamento dei freni eccellente e uniforme in tutte le condizioni di guida: la frenata può essere perfettamente modulata ed è quindi ottimale per l’uso in pista. 

Controlli e modalità di guida

3 le nuove modalità di guida:

  • STO: questa modalità standard è adatta alla guida su strada e ai percorsi tortuosi; ogni aspetto del sistema dinamico LDVI (Lamborghini Veicolo Dinamica Integrata) è ottimizzato per tutte le condizioni stradali ed è affiancato da sospensioni pensate per l’uso su strada. L’ESC può essere disattivato per un piacere di guida massimo, pur assistendo comunque il conducente.
  • Trofeo: tutti i sistemi sono ottimizzati per asfalto asciutto e per realizzare i migliori tempi su giro in pista. Il sistema LDVI garantisce massime prestazioni grazie alle strategie dedicate del Torque Vectoring e del Performance Traction Control System sia per lunghe percorrenze in pista, in modalità ESC-ON, sia per il miglior tempo sul giro con ESC-OFF. Il nuovo algoritmo di stima della temperatura del freno (BTM) consente al conducente di verificare in ogni momento la temperatura dell’impianto frenante e di gestirne l’usura durante il suo ciclo di vita.
  • Pioggia: ottimizza il controllo della trazione, la ripartizione di coppia, le ruote sterzanti posteriori e l’ABS su asfalto bagnato. Il controllo della trazione e l’impianto frenante sono calibrati per ridurre al minimo la perdita di aderenza e i tagli di coppia motore, grazie al sistema LDVI che sfrutta stime precise per generare solo la coppia necessaria su bagnato. La ripartizione di coppia rispecchia le condizioni di scarsa aderenza e garantisce prestazioni migliori in curva, mentre le sospensioni sono calibrate per ottimizzare la tenuta e migliorare il trasferimento del carico.

Handling

Con una carreggiata aumentata, boccole per sospensioni più rigide, barre antirollio specifiche e MagneRide 2.0 di Lamborghini, la STO trasmette tutte le emozioni di un’auto da corsa, regalando allo stesso tempo un’esperienza confortevole su strada.

Le ruote sterzanti posteriori Lamborghini e un rapporto di sterzo molto diretto sono stati pensati per la corsa e per amalgamare ulteriormente pilota, vettura e pista: chi è al volante è a contatto diretto con l’asfalto, grazie al feedback immediato sul comportamento dell’auto. La tecnologia della STO è stata calibrata per aumentare la velocità di percorrenza in curva ed ottimizzare la tenuta in uscita: la Huracán STO è la conferma che le gare si vincono in curva e in frenata più che sui rettilinei, del resto non era un certo Nuvolari che sosteneva che le curve sono le risorse del Pilota?

Le dichiarazioni

Stefano Domenicali, Chairman e CEO di Automobili Lamborghini: “La Huracán STO è l’incarnazione più pura della tradizione di Lamborghini Squadra Corse: trasferisce direttamente le tecnologie della Huracán Super Trofeo EVO e attinge ai successi unici della Huracán GT3 EVO, che ha ottenuto tre vittorie consecutive alla 24 Ore di Daytona”.

Maurizio Reggiani, Chief Technical Officer:“La Huracán STO offre tutte le emozioni di una supersportiva perfettamente bilanciata, leggera e superiore dal punto di vista aerodinamico, riproducendo la sensazione di guida e il divertimento della Super Trofeo, ed è configurata perfettamente per i circuiti più impegnativi al mondo, ma creata per la strada. Le vaste soluzioni tecniche e le conoscenze acquisite dai nostri programmi Super Trofeo e GT3 sono state affinate e integrate nella Huracán STO per permettere al conducente di vivere ogni giorno le emozioni di un pilota, a bordo di una supersportiva Lamborghini omologata per l’uso su strada in grado di battere ogni record in pista”.

Prezzo e uscita sul mercato della Lamborghini Huracán STO

La consegna ai primi clienti della nuova Lamborghini Huracán STO è prevista per la primavera del 2021, ai seguenti prezzi consigliati per il pubblico:

      • Europa: 249.412 euro (prezzo al pubblico consigliato, tasse escluse)
      • USA: 327.838 USD (prezzo al pubblico consigliato, tasse/GST escluse)
      • Cina: 3.900.000 RMB (prezzo al pubblico consigliato, tasse incluse)
      • Giappone: 37.500.000 YEN (prezzo al pubblico consigliato, tasse escluse)

    [ Redazione Motori360 ]

     

    DATI TECNICI

    Telaio e Carrozzeria

    Telaio

    Telaio ibrido in alluminio e fibra di carbonio

    Scocca

    Strato esterno in alluminio e in larga parte in materiale composito, cofano anteriore, “Cofango” in fibra di carbonio

    Sospensioni

    Sospensioni in alluminio a doppio triangolo

    Molle e ammortizzatori

    Molle in acciaio e ammortizzatori idraulici, controllo elettromagnetico “MagneRide” degli ammortizzatori

    Controllo Elettronico della Stabilità (ESC)

    Le caratteristiche dell’ESC/ABS possono essere regolate attraverso il sistema ANIMA, l’ESC può essere disattivato

    Sterzo

    Servosterzo elettromeccanico, sistema sterzante posteriore, rapporto di sterzo 13,4:1

    Freni

    Impianto frenante a doppio circuito idraulico con servofreno a depressione, pinze freno in alluminio (anteriori) a sei pistoncini e pinze freno in alluminio (posteriori) a quattro pistoncini

    Dischi freni

    Dischi carboceramici CCM-R, ventilati e forati a croce ∅ 390 x 34 mm anteriori, ∅ 360 x 28 mm posteriori

    Pneumatici (standard)

    Bridgestone Potenza 245/30 R20 (anteriori) – 305/30 R20 (posteriori)

    Cerchi (standard)

    8,5J x 20” (anteriori) – 11J x 20” (posteriori)

    Specchi

    Specchi esterni controllati elettricamente

    Airbag

    Airbag anteriori a doppio stadio full size Airbag laterali full size. Airbag ginocchia per mercati specifici.

    Motore

    Tipo

    Dieci cilindri a V, 90°, doppia iniezione IDS+MPI

    Cilindrata

    5.204 cm3

    Alesaggio / corsa

    Ø 84,5 mm x 92,8 mm

    Controllo valvole

    Alberi a camme di aspirazione e di scarico con regolazione variabile continua

    Compressione

    12,7: 1

    Potenza max.

    470 kW/640 CV a 8.000 giri/min

    Coppia max.

    565 Nm a 6.500 giri/min.

    Classe di emissioni

    EURO 6 – LEV 3

    Trattamento gas di scarico

    Due catalizzatori con regolazione lambda

    Impianto di raffreddamento

    Impianti di raffreddamento acqua e olio

    Gestione motore

    Bosch MED 17 Master Slave

    Lubrificazione

    Carter secco

    Trasmissione

    Tipo

    Trazione posteriore con differenziale meccanico autobloccante

    Trasmissione

    Trasmissione LDF a doppia frizione a 7 velocità, caratteristiche di cambiata variabili in funzione del sistema ANIMA

    Frizione

    Doppio disco ∅ 187 mm

    Prestazioni

    Velocità massima

    310 km/h

    Acc. 0–100 km/h

    3,0 s

    Acc. 0–200 km/h

    9,0 s

    Spazio di frenata 100 km/h – 0

    30,0 m

    200 km/h – 0

    110,0 m

    Dimensioni

    Passo

    2.620 mm

    Lunghezza

    4.549 mm

    Larghezza

    1.945 mm

    Larghezza (compresi gli specchi esterni)

    2.236 mm

    Altezza

    1.220 mm

    Carreggiata anteriore

    1.688 mm

    Carreggiata posteriore

    1.647 mm

    Raggio di sterzata

    11,5 m

    Peso (a secco)

    1.339 kg

    Peso/Potenza

    2,09 kg/CV

    Distribuzione del peso

    41% (anteriore) – 59% (posteriore)

     Capacità

    Carburante

    80 litri

    Vano portabagagli (anteriore)

    38 litri

     

     

     

Print Friendly, PDF & Email