Home > DueRuote > KTM: 7 anni dopo l’uscita dell’ultima Supermoto competizione arriva la nuova 450 SMR my 2021

KTM: 7 anni dopo l’uscita dell’ultima Supermoto competizione arriva la nuova 450 SMR my 2021

Modello del tutto nuovo, la KTM 450 SMR rappresenta la massima espressione della filosofia aziendale READY to RACE

Questo nuovo modello è un vero e proprio manifesto per il futuro della Casa, netto richiamo al suo passato sportivo, ai tempi in cui KTM sbaragliava la concorrenza nei campionati Supermoto di tutto il mondo.

Il marchio austriaco ha quindi deciso di tornare protagonista del segmento con questa sua nuova 450 SMR – spinta dallo stesso monocilindrico da 450 cm3 dalla generosa coppia che equipaggia le 450 SX-F leader nel Mondiale Motocross e nell’AMA Supercross – che verrà commercializzato al prezzo di 10.990 euro.

Propulsore

Questo propulsore, che con i suoi 27 kg, è un peso piuma in grado di erogare una potenza di 63 cavalli di potenza, è stato posizionato nella culla del telaio in modo da garantire la migliore centralizzazione delle masse, un posizionamento che garantisce il massimo feeling di guida in termini di maneggevolezza e trazione sia ai piloti professionisti e sia agli amatori.

La testata è monoalbero a camme, mentre il pistone da 95 mm di alesaggio pesa 320 grammi ed il cilindro è realizzato in alluminio leggero. L’albero motore ha una posizione strategica ai fini della maneggevolezza della moto, mentre l’imbiellaggio di alta qualità consente di portare gli intervalli di manutenzione a 1000 ore.

Il corpo farfallato Keihin da 44 mm garantisce una risposta pronta e fluida dell’acceleratore, mentre il complesso sistema di gestione del motore Keihin grazie all’adozione di mappature, launch control e controllo della trazione consente di assecondare al meglio le esigenze del pilota. La cassa del filtro dell’aria appositamente progettata aiuta il motore a respirare al meglio e generare una risposta pronta e vigorosa ad ogni apertura del gas, mentre il serbatoio da 7 litri nasconde le tubazioni della linea del carburante per porle al riparo da potenziali danni. 

Il raffreddamento è assicurato da un doppio radiatore in alluminio progettato con la fluidodinamica computazionale per il massimo dell’efficienza posizionato in modo da aumentare la centralizzazione delle masse.

Cambio e frizione

Il cambio a 5 velocità, realizzato da Pankl Racing Systems, è stato specificatamente progettato per il motore cui è accoppiato e  grazie all’adozione di un avanzato sensore e di mappature specifiche per ogni marcia consente di sfruttare al meglio la potenza erogata che viene gestita, in sede di cambiata, da una nuova frizione SUTER che, essendo antisaltellamento, aumenta la stabilità della ruota posteriore nelle staccate al limite e nei veloci inserimenti in curva: un ingrediente essenziale per gli amatori come per i piloti professionisti.

Ciclistica e sospensioni

Come per tutte le KTM, anche il telaio della 450 SMR è realizzato in tubi di acciaio al cromo-molibdeno saldati da robot per assicurare precisione, qualità e grande rigidità in modo da ridurre al minimo torsione e flessibilità a favore quindi del miglior sfruttamento della moto nelle tortuose piste da Supermoto. Il telaietto posteriore in alluminio pesa solamente 900 grammi mentre le piastre della forcella, sempre in alluminio e fresate CNC, hanno un off-set di 16 mm ed il manubrio è regolabile in tre posizioni diverse.

Il forcellone pressofuso – altro elemento fondamentale della ciclistica – permette di regolare l’interasse in modo da ottimizzare la trazione su qualunque circuito.

Le sospensioni sono delle WP XACT estremamente performanti: la forcella ad aria da 48mm con tecnologia AER ed escursione di 285 mm è dotata di funzioni di compressione e ritorno separate e sistema di smorzamento «mid-valve» a tutto vantaggio delle prestazioni.

L’ammortizzatore è un mono WP XACT completamente regolabile con escursione di 266 mm che, abbinato al leveraggio progressivo, consente sia di avere una trazione ottimale su ogni tipo di fondo e sia di adattarsi alle condizioni, estremamente variabili, dei tracciati tipici delle gare di Supermoto.

Impianto frenante Brembo

I freni sono dei Brembo il cui anteriore è dotato di una pinza radiale a 4 pistoncini abbinato a una pompa radiale che trasmette il necessario controllo attraverso il disco flottante da 310 mm, mentre in quello posteriore la pinza a pistoncino singolo morde un disco da 220 mm.

La KTM 450 SMR adotta ruote tubeless a raggi da Supermoto molto leggere e robuste, con misure 16,5” all’anteriore e 17” al posteriore realizzate da ALPINA. Gli pneumatici sono slick Bridgestone.

[ Andrea Colomba ]

Print Friendly, PDF & Email