Home > Automotive > Škoda Enyaq iV: 100% elettrico su piattaforma modulare MEB

Škoda Enyaq iV: 100% elettrico su piattaforma modulare MEB

Da 148 a 306 cavalli (109/225 kW), grande autonomia e ricariche rapide

Una tradizione che parte da lontano

Nata nel 1895 come fabbrica di biciclette, la Casa boema mostrò immediatamente la propria poliedricità realizzando, ben 112 anni fa, un primo veicolo ibrido – il LAURIN & KLEMENT E del 1908 – cui seguirono, nei primi anni ’30 del secolo scorso, i camion elettrici che a loro volta precedettero, nel 1941 prima e poi negli anni ’90, due auto trazione elettrica per bambini, la Škoda Puck (in grado di toccare i 12 km/h) e la ELTRA 151L.

Arrivando a giorni a noi più vicini eccoci al 2011, anno che vide Skoda affrontare in maniera decisa e strutturata il tema dell’elettromobilità con la realizzazione del prototipo, anzi di 10 prototipi, della OCTAVIA Green E Line.

Tra il 1991 e il 1993 sulla base di Favorit e Pick-UP furono realizzate circa 100 Škoda ELTRA 151L, spinte da un motore elettrico da 15,4 kW (autonomia 80 km, velocità massima 80 km/h) mentre il viaggio verso la moderna mobilità elettrica può considerarsi iniziato nel 2011 con la Octavia Green E Line realizzata in dieci diversi prototipi con motore elettrico da 115 cv (85kW) e batterie da 26,5 kWh per un’autonomia di 150 km.

Nel 2000 veniva avviata la produzione in serie di CITIGOe iV e Superb iV.

Il nuovo Škoda Enyaq iV

Questo moderno SUV si presenta al mercato in cinque varianti di potenza, tre formati di batteria, due motori e trazione a 2 o 4 RM.

3 le versioni di accesso (§), tutte con trazione e motore posteriore:

  • Škoda Enyaq 50 iV da 148 cv (109 kW – coppia max 220 Nm). E’ dotata di una batteria agli ioni di litio da 55 kWh (52 sfruttabili) e vanta un’autonomia massima di 340 km*.
  • Škoda Enyaq 60 iV: 179 cv (132 kW – coppia max 310 Nm), batteria da 62 kWh (58 netti), autonomia fino a 390 km*.
  • Škoda Enyaq 80 iV ha invece una potenza di 204 CV (150 kW), una coppia massima di 310 Nm e l’autonomia massima più alta, di ben 510 km* nel ciclo WLTP; la sua batteria da 82 kWh (77 kWh netti).

(*) questa versione offre già il climatizzatore Climatronic bizona, il volante multifunzione in pelle, il sistema di avviamento motore senza chiave KESSY GO, la ricezione radio digitale DAB, il sistema SmartLink, i fari LED e l’opzione di ricarica rapida fino a 50 kW. Nel caso siano installate batterie di dimensioni maggiori, si amplia anche l’allestimento di serie, che comprende, per esempio, sensori di parcheggio, telecamera per la retromarcia o volante riscaldato.

Inoltre, a seconda della versione di Enyaq iV scelta, sul volante sono presenti di serie delle leve che consentono al conducente di regolare il livello di recupero dell’energia. 

Due le versioni a trazione integrale

 Enyaq 80x iV e Enyaq RS iV che, grazie al secondo motore elettrico applicato all’asse anteriore, garantiscono rispettivamente 265 e 306 cv (195 e 225 kW) con un’autonomia di entrambe che può raggiungere i 460 km* grazie alla batteria da 82 kWh (77 netti) che condividono con la versione 2RM da 204 cv. Questo dinamico modello RS iV accelera da 0 a 100 km/h in 6,2”, tocca i 180 km/h (20 km/h in più rispetto alle altre varianti di potenza) e può trainare fino a 1.400 kg (a richiesta il gancio traino estraibile con sbloccaggio elettrico).

*Dati provvisori

Gli esterni

Il nuovo Enyaq iV è lungo 4.649 millimetri, largo 1.879 millimetri e alto 1.616 millimetri, dimensioni che rafforzano un’immagine importante e aggressiva, firmata dall’imponente calandra Škoda e da cerchi che vanno da 18 a 21’’ in  base alle versioni ed agli optionals.

L’impressione visiva, a primo impatto, è di grande compattezza e robustezza, alleggerite dall’inclinazione sia del parabrezza e sia del lunotto e questo porta a positive considerazioni sull’aerodinamica di questo SUV che comunque vanta un Cx che parte da 0,27, favorito da pneumatici dalla bassa resistenza al rotolamento.

La fiancata è alleggerita superiormente dalla linea di divisione del padiglione che corre al di sotto dei finestrini e sottolinea la rientranza del padiglione stesso rispetto al corpo inferiore ulteriormente movimentato (e irrigidito) da due grandi nervature che scorrono nella parte bassa delle portiere.

Il frontale é caratterizzato da profili importanti dall’andamento trapezoidale e dagli spigoli piuttosto pronunciati per un’aggressività non dissimulata; il bordo anteriore del cofano motore incorpora il labbro superiore della calandra da cui montano verso il parabrezza le nervature che ne alleggeriscono e movimentano la superfice.

Il portellone posteriore, in cui la scritta Škoda a singole lettere in rilievo campeggia in posizione centrale, è incorniciato da uno spoiler nero opaco sul tetto e inferiormente da un paraurti posteriore con diffusore grigio.

A richiesta, è disponibile anche il tettuccio panoramico. Per un tocco in contrasto in più, è possibile scegliere i mancorrenti al tetto, i profili dei finestrini e la cornice della calandra in versione cromata, nero opaco o lucido scintillante.

Altro elemento distintivo è costituito dai gruppi ottici full LED Matrix che affiancano una calandra sporgente e verticale caratterizzata dalla nuova Crystal Face. A partire dalla versione Enyaq 80 iV, 130 LED illuminano le alette verticali mentre una striscia orizzontale illumina la calandra Škoda, una scenografia enfatizzata dalla funzione animata Coming/Leaving Home, che insieme ai moduli LED degli abbaglianti e gli anabbaglianti, ai fari full LED Matrix e alle luci diurne riproduce un effetto di benvenuto.

Anche i fari posteriori full LED comprendono un’area cristallina che, in combinazione con gli indicatori di direzione dinamici, dà vita a una funzione animata Coming/Leaving Home, che si attiva quando il veicolo viene aperto o chiuso in condizioni di visibilità ridotta.

Disponibili a richiesta i fari full LED Matrix e i fari posteriori full LED con design a C. Ogni modulo degli abbaglianti Matrix comprende 24 LED controllabili singolarmente: in questo modo è possibile guidare con gli abbaglianti accesi senza disturbare gli altri utenti della strada. Infatti, quando la telecamera posizionata sul parabrezza rileva altri veicoli, persone oppure oggetti che emettono riflessi, la tecnologia di illuminazione intelligente li esclude automaticamente dal cono di luce.

La gamma di colori, infine, include due vernici opache e sette metallizzate.

Mentre la Enyaq 50 iV è dotata di serie di cerchi in acciaio da 18’’, tutti gli altri modelli montano cerchi in lega. Nel complesso, è possibile scegliere tra otto set di ruote con diametro da 18 a 21’’.

Interni

Il passo di 2.765 millimetri e l’assenza del tunnel centrale rendono la volumetria interna estremamente spaziosa per tutti gli occupanti che hanno peraltro a disposizione un bagagliaio da ben 585 litri in configurazione standard.

Rifacendosi all’utilizzo di materiali sostenibili ed spirandosi al moderno interior design gli stilisti di Škoda hanno creato in funzione della versione scelta diverse Design Selection ciascuna delle quali caratterizzata per la scelta dei rivestimenti dei sedili, dei listelli decorativi, della plancia e dei materiali nonché dei tappetini, della consolle centrale e dell’illuminazione ambiente.

Il modello di accesso Enyaq 50 iV abbinato alla Design Selection «Studio» mentre a partire da Enyaq 60 iV si passa alla giovanile Selection «Loft» per arrivare alla RS Lounge, riservata appunto alla sportiva Enyaq RS iV.

Le altre Design Selection su richiesta:

  • Lodge, associata a innovazione e sostenibilità (I rivestimenti dei sedili di questa selection sono composti per il 40% da lana vergine testata e certificata e per il restante 60% da poliestere ricavato da bottiglie di plastica riciclate).
  • Lounge a valore ed esclusività,
  • Suite ed ecoSuite si distinguono invece per i dettagli classici e di lusso (la pelle della Design Selection ecoSuite è conciata non con prodotti chimici ma con estratti ottenuti dalle foglie di olivo),
  • RS Suite, opzionale solo per RS, pone l’accento sulla dinamica eleganza del veicolo.

In totale è possibile scegliere tra dieci pacchetti legati ad altrettanti ambiti tematici, la maggior parte dei quali sono disponibili in versione base e in una più completa versione Plus.

Altra nota di rilievo è la possibilità di ottenere a richiesta per il riscaldamento e la climatizzazione dell’abitacolo una pompa di calore ad alta efficienza che comprimendo il fluido refrigerante ad alta pressione, produce un’energia termica che viene sfruttata per riscaldare l’aria fredda che scorre nel sistema. In questo modo si risparmiano dai 3 ai 4 kWh/100 km di energia della batteria per il riscaldamento ad alto voltaggio; questo significa che in inverno, a temperature fino a -25 °C, è possibile guadagnare fino al 30% di autonomia in più rispetto allo stesso modello privo di pompa di calore.

Sicurezza

Enyaq iV è equipaggiato con un ventaglio completo di sistemi di sicurezza e di assistenza innovativi. La vettura, infatti, attiva avvisi automatici in caso di rischio di collisione con altri veicoli, ciclisti, pedoni e ostacoli fissi, evitando per quanto possibile gli urti o minimizzandone le conseguenze.

In caso di incidente si attivano sino fino a 9 airbag mentre il sistema proattivo di protezione interna blocca automaticamente le cinture di sicurezza in caso di brusche frenate, di collisioni pericolose o rischi di rovesciamento o ribaltamento del veicolo; il sistema provvede inoltre, in tali circostanze, a chiudere i finestrini e il tettuccio panoramico.

Inoltre i sistemi

  • Collision Avoidance aiuta il conducente in caso di collisione imminente con un pedone, un ciclista o un altro veicolo rafforzando attivamente il momento sterzante, per evitare l’impatto grazie a una manovra di sterzo controllata;
  • Turn Assist rileva tempestivamente, durante la svolta a sinistra agli incroci, i veicoli provenienti in senso contrario, avvertendo il conducente e frenando automaticamente, se necessario, la vettura,
  • Exit Warning emette un segnale acustico e uno luminoso sul lato interno della calotta degli specchietti retrovisori nel caso in cui un veicolo o un ciclista si stia avvicinando da dietro quando si sta per aprire la porta dell’auto,
  • Travel Assist che può addirittura occuparsi dello sterzo negli spazi ristretti della città, attingendo alle informazioni attraverso flussi di dati online – comprende le funzioni:
  • Adaptive Cruise Control, che nella versione predittiva utilizza anche i dati del sistema di navigazione e i segnali stradali, in futuro sarà anche in grado di reagire agli ostacoli segnalati attraverso i dati di traffico in rete.
  • Adaptive Lane Assistant con rilevamento dei cantieri.

Park Assist

Su questo SUV si presenta con funzioni ampliate; se già in precedenza controllava le manovre di entrata e uscita nei parcheggi longitudinali e trasversali ora può anche frenare automaticamente ed evitare collisioni con pedoni e oggetti.

Inoltre il parcheggio remoto telecomandato consente ora al conducente di telecomandare Enyaq iV attraverso il proprio smartphone e la Škoda Connect App e di eseguire parcheggi longitudinali e trasversali in spazi particolarmente ristretti: il sistema di assistenza acquisisce infatti il controllo dello sterzo e frena automaticamente ed è inoltre dotata di una funzione di apprendimento del parcheggio che si attiva quando il conducente traccia una prima volta il percorso per parcheggiare in un posto auto utilizzato di frequente, che prevede ad esempio una manovra complessa; dopo di che, è sufficiente premere un pulsante per ripeterla esattamente ogni volta che lo desidera. Anche in questo caso, il sistema di assistenza controlla sterzo e freno per evitare collisioni.

Inseriamo nel paragrafo sicurezza anche l’Head-up display con due campi di visualizzazione, introdotto per la prima volta, con questo modello, nella gamma Skoda.

Si tratta di un Head-up display con tecnologia di realtà aumentata, che suddivide le informazioni in due campi di visualizzazione:

  1. Un campo ravvicinato bidimensionale che, proiettato sul parabrezza in corrispondenza dell’area visiva più prossima al conducente, fa visualizzare oltre alla velocità attuale e ai segnali stradali, anche informazioni dei sistemi di assistenza e indicazioni di navigazione;
  2. L’area di proiezione per la realtà aumentata è invece più grande e viene proiettata più in alto sul parabrezza, nel campo visivo del conducente. È orientata verso la strada davanti al veicolo ed evidenzia simboli più grandi come frecce di direzione legate alle indicazioni di navigazione e l’attività dell’Adaptive Lane Assistant o del cruise control adattivo; inoltre vi compaiono segnali stradali o avvertimenti. La posizione del campo di visualizzazione sul parabrezza, la selezione e il colore delle indicazioni e la luminosità sono regolabili attraverso il menu del sistema di Infotainment. Siamo curiosi di poter verificare de visu l’impatto visivo di questa seconda modalità. 

Nuova offerta semplificata e pacchetti optional per diversi ambiti tematici

Per rendere la configurazione di Enyaq iV il più chiara e semplice possibile, Škoda ha riorganizzato le modalità di ordinazione degli equipaggiamenti a richiesta e la sua offerta in generale. Il processo di ordinazione è stato reso più chiaro, per migliorare l’esperienza del Cliente. Alcune opzioni singole sono poi disponibili per tutti i modelli.

Connettività, Škoda-connect, infotainment

Il display indipendente da 13” (il più grande mai montato su un veicolo Škoda)  ha schermate personalizzabili e controllabili tramite il touch screen, il cursore touch, gesti multi-touch ed anche vari gesti delle mani e se si incappa in qualche problema, sarà sempre possibile chiedere aiuto a Laura, l’assistente vocale Škoda, in grado di rispondere ai comandi in 15 lingue e di comprendere anche il linguaggio comune di sei di queste lingue.

Il Digital Cockpit di nuova concezione con display da 5,3”, fornisce al conducente informazioni su velocità e statistiche di viaggio, le indicazioni del navigatore e gli avvisi dei sistemi di assistenza e per passare da una schermata all’altra è sufficiente utilizzare gli appositi pulsanti posti sull’intuitivo volante multifunzione.

Il sistema, oltre a permettere la ricezione di radio analogiche, riceve anche i canali radio digitali, tramite DAB, le radio via internet e quelle ibride.

Grazie alla tecnologia Wireless SmartLink abbinata ad Android Auto, Apple CarPlay e MirrorLink™ è possibile collegare in modalità wireless il proprio smartphone all’auto semplicemente posizionandolo nel vano portacellulare per la ricarica a induzione.

La qualità del sound è assicurata da un amplificatore da 4×20 watt, che su Enyaq 50 iV è dotato di un display da 10” e tasti di comando touch di serie e controlla quattro altoparlanti, mentre a partire da Enyaq 60 iV ne comanda otto.

Inoltre, è disponibile a richiesta un sound system CANTON con dodici altoparlanti.

Il collegamento costante online tramite la eSIM integrata permette di utilizzare numerose funzioni con supporto online. Le informazioni sul traffico, ad esempio, utilizzano anche i dati ottenuti online, a cui accede anche la funzione di navigazione per la pianificazione del percorso.

Inoltre, tra i servizi online mobili di Škoda (Škoda Connect App o il portale web) sono presenti anche funzioni specifiche per i veicoli elettrici grazie ai quali il proprietario può controllare da remoto la ricarica della batteria, avviare il climatizzatore prima della partenza o memorizzare gli orari corrispondenti. La connessione a Internet, inoltre, permette anche di aggiornare le mappe di navigazione e i software del sistema «over the air».

Funzioni Simply Clever: soluzioni pratiche per il cavo di ricarica

Sul nuovo SUV elettrico manca il tunnel centrale, presente invece nei veicoli a combustione, e i designer Škoda hanno sfruttato questa opportunità per ripensare completamente gli spazi interni e inserire nuovi vani portaoggetti. Oltre al Jumbo Box da ben 6,2 litri posto sotto il bracciolo centrale, è stato inserito sotto la consolle centrale un secondo vano da 11,4 litri.

Anche per il vano posto sotto il doppio piano di carico del bagagliaio, Škoda ha sviluppato una nuova soluzione Simply Clever: un inserto con diversi scomparti che fa in modo che gli oggetti riposti al suo interno non scivolino durante la marcia ed infine il set di reti SigmaQuick permette di mantenere tutto in ordine ma per studiare tutte le ulteriori soluzioni Simply Clever conviene consultare direttamente il sito Skoda.

L’Enyak iV Founders Edition

Questa particolare e pluriaccessoriata versione, tirata in soli 1.895 esemplari, è stata realizzata per celebrare l’anno di fondazione dell’azienda.

Una targhetta con il numero progressivo dell’edizione sul volante multifunzione in pelle documenterà l’appartenenza del veicolo a questa esclusiva versione in edizione limitata.

Chi vorrà ordinare la Founders Edition potrà scegliere tra Enyaq 60 iV e Enyaq 80 iV con cerchi in lega Aquarius da 21” nei colori Nero Tulipano Metallizzato e Grigio Artico Metallizzato.

Entrambi i modelli sono dotati di serie di paraurti sportivi, cerchi in lega da 21’’ e della Crystal Face, la spettacolare calandra illuminata da 130 LED che viene fornita di serie sulla Founders Edition e per la ENYAQ RS iV, mentre è disponibile a richiesta per Enyaq 80 iV e Enyaq 80x iV.

In nero lucido le cornici della calandra Škoda, dei cristalli, i mancorrenti al tetto e il diffusore del paraurti posteriore mentre la scritta sul portellone posteriore è in nero e sul parafango anteriore è presente una targhetta speciale che identifica questa speciale versione.

L’interno della Design Selection ecoSuite è arricchito da listelli decorativi laccati e dalla plancia bicolore mentre i sedili sono quelli in pelle color cognac previsti per la ecoSuite, con cuciture in contrasto color pietra ed i tappetini neri con bordo color cognac. In alternativa si possono avere anche rivestimenti in pelle nera con elementi a contrasto color cognac.

La Founders Edition è disponibile in due varianti di motore e batteria e in due colori. 

L’ecosistema Škoda iV ovvero auto + servizi allargati

Škoda sta proseguendo con determinazione il processo che la trasformerà da tradizionale costruttore di automobili a, come orgogliosamente evidenziato nel comunicato, «Simply Clever company for the best mobility solutions».

L’obbiettivo è in realtà duplice: da una parte procedere all’integrazione di veicoli parzialmente o completamente elettrici nella propria gamma di modelli e dall’altra potenziare l’ecosistema iV, per poter far ricaricare in modo semplice e pratico la propria vettura presso le colonnine in tutta Europa.

Tutto questo si concretizzerà grazie a MyŠKODA Powerpass, un pacchetto comprendente servizi online intelligenti e l’offerta di diverse wallbox per la ricarica domestica o sul posto di lavoro.

In aggiunta alle stazioni di ricarica in prevalenza pubbliche, i Clienti possono anche utilizzare le stazioni di ricarica rapida presenti lungo le principali arterie internazionali e sulle strade di grande comunicazione e i punti di ricarica pubblici presso le concessionarie Škoda che inoltre, con la regia della Casa madre, stanno ampliando notevolmente l’infrastruttura per la ricarica.

I costi, sempre indicati in modo chiaro, sono in linea con i prezzi di mercato e vengono addebitati mensilmente attraverso MyŠKODA Powerpass. Il costo della carta MyŠKODA Powerpass per i primi tre anni è incluso nel prezzo di acquisto di Enyaq iV.

L’ampliamento dell’infrastruttura per la ricarica e le energie rinnovabili

Parallelamente al lancio di Škoda CITIGOe iV e di Superb iV, Škoda ha iniziato ad ampliare la propria infrastruttura per la ricarica, a puntare sulle energie rinnovabili e mettendo a punto un sistema per l’accumulo dell’energia iV, che rappresenta la prima fase di un sistema di riciclaggio delle batterie usate.

Ogni stazione è dotata di 20 batterie riciclate, provenienti da veicoli Škoda iV con propulsione ibrida plug-in, ed è in grado di accumulare l’energia verde in eccesso o l’energia a basso costo prodotta durante la notte, che sarà poi utilizzata per fornire energia a colonnine di ricarica, sistemi di illuminazione, riscaldamento e climatizzazione e nuovi totem informativi interattivi sull’elettromobilità all’interno degli showroom.

In questo modo sarà anche possibile installare colonnine di ricarica rapida indipendentemente dalla capacità della rete elettrica locale.

Le Škoda iV Wallbox e la rete di ricarica rapida Ionity

Per la ricarica individuale domestica, Škoda offre la wallbox Škoda iV in tre versioni

  • Škoda iV Charger è il modello base, adatto per l’installazione in abitazioni private,
  • Škoda iV Charger Connect è dotata anche di un collegamento tramite LAN e WLAN, che permette di controllare da remoto lo stato di ricarica attraverso la Škoda Connect App. Questa wallbox, inoltre, dispone anche di un lettore RFID, che impedisce un utilizzo indebito del dispositivo, ad esempio all’interno di autosilo,
  • Škoda iV Charger Connect+, oltre alle funzionalità illustrate in precedenza, può comunicare tramite LTE con il server grazie alla rete mobile e, oltre al lettore RFID, dispone anche di un contatore certificato. In questo modo si potrà controllare costantemente il consumo di energia tramite la Škoda Connect App.

 

Ogni wallbox comprende un servizio di assistenza all’installazione, che permette di risolvere in anticipo eventuali dubbi tecnici. I proprietari di Škoda ENYAQ iV possono ricaricare la propria vettura anche presso le colonnine di ricarica rapida attraverso un apposito cavo. Škoda si sta impegnando anche per ampliare la rete di ricarica rapida Ionity in tutta Europa.

Le dichiarazioni 

Thomas Schäfer, CEO di Škoda Auto: “Con Enyaq iV ha inizio una nuova era per Škoda. Si tratta infatti della nostra prima auto completamente elettrica basata sulla piattaforma modulare elettrica, che ci permette di rendere l’elettromobilità Simply Clever: con un’elevata autonomia, tempi di ricarica rapidi, semplicità di utilizzo e prezzi accessibili. Enyaq iV nasce nel cuore di Škoda, a Mladá Boleslav. Il nostro impianto principale è così l’unico stabilimento europeo di produzione di veicoli MEB al di fuori della Germania. È un ottimo riconoscimento della competenza di Škoda. Ringrazio tutta la squadra che ha dato vita a Enyaq iV. Sono molto fiero di loro, perché hanno creato un’auto eccezionale”.

Oliver Stefani, Responsabile del Design Škoda: “Con Enyaq iV portiamo avanti l’identità tipica del frontale di Škoda, caratterizzata in particolare dall’elemento della Crystal Face. Inoltre, in combinazione con il suo design emozionale e il suo stile marcatamente robusto, accentuato anche dai grandi cerchi, Enyaq iV non passa di certo inosservato”.

Christian Strube, Membro del Board Škoda per lo Sviluppo Tecnico: “Con le sue innumerevoli possibilità di combinazione, del formato della batteria e di potenza del motore, la piattaforma modulare elettrica è una base di partenza tecnica ideale per realizzare i nostri modelli completamente elettrici. La MEB ci consente di soddisfare individualmente le diverse esigenze e le abitudini di utilizzo dei nostri Clienti, per sviluppare in futuro veicoli Škoda iV tecnologicamente ancora più avanzati”.

[ Redazione Motori360 ]

Print Friendly, PDF & Email