Home > Automotive > Attualità > Mobilità urbana: una nuova app ci aiuterà a trovare un parcheggio

Mobilità urbana: una nuova app ci aiuterà a trovare un parcheggio

Gli spostamenti in città e i parcheggi al centro della rivoluzione post-Covid

Trovare un parcheggio, specialmente se in città, è sempre stata un’impresa ardua per la maggior parte degli automobilisti, i quali spendevano circa un quinto del loro tempo cercando un posto per la loro vettura. Ad aggravare la situazione ci ha pensato l’emergenza Covid19, che non solo ha bloccato il mondo ma ha costretto molti cittadini ad utilizzare più spesso i propri mezzi privati per paura dei trasporti pubblici.

Una situazione molto sgradevole. Per questo motivo diventano decisivi nuovi dispositivi e strumenti digitali, come Spotter, un’applicazione lanciata a Milano per fine 2019 che, attraverso la condivisione di informazioni e un sistema di social rating, consente agli automobilisti di entrare in contatto l’un l’altro in modo da cercare un parcheggio senza dover perdere tempo. Inoltre, se si comunica il proprio parcheggio, si possono accumulare punti da poter spendere su Amazon. Per ogni dieci posti condivisi, l’utente potrà usufruire del proprio premio.

 

“Ci rendiamo conto che questa è una fase di transizione importante per la mobilità della città e siamo convinti che la nostra App potrà essere uno strumento importante per migliorare la qualità della vita degli automobilisti – spiega Jader Manno, CEO di Spotter – La bontà del nostro progetto ha trovato una conferma importante nei riconoscimenti ottenuti ai vari contest a cui abbiamo partecipato. Mi fa piacere ricordare come Spotter fosse tra i finalisti dell’ultimo Web Marketing Festival, la più importante competizione per start-up in Italia”.

“Quello che è certo – continua Manno – e che dopo questa terribile pandemia tanti si sposteranno in auto e il parcheggio diventerà ancor di più una merce rara. Il sistema che abbiamo ideato consente agli utenti di condividere informazioni sul parcheggio riducendo del 20% il tempo sprecato, il consumo di carburante e le emissioni di CO2 ed è la prima ad avere un sistema di reward ed un social rating che possano incentivare la condivisione virtuosa di informazioni. Inoltre, in questo periodo di lockdown forzato, ci siamo dedicati a un importante upgrade del sistema, che consentirà di guadagnare anche solo condividendo l’informazione sul parcheggio che si lascia, senza che sia necessario che un altro utente lo acquisti con i nostri token”.

[ Jacopo Romanelli ]

Print Friendly, PDF & Email