Home > Automotive > Attualità > Audi e il progetto Artemis

Audi e il progetto Artemis

Markus Duesmann nuovo CEO Audi e membro del Consiglio di Amministrazione Volkswagen con la responsabilità per il Group Research and Development ha creato un’unità organizzativa per lo sviluppo di nuovi modelli

 

Markus Duesmann, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Audi AG ha dichiarato che “I marchi del Gruppo Volkswagen sono sinonimo di eccellenti tecnologie e hanno un grande potenziale ancora da esprimere. Naturalmente, l’attuale offensiva del Gruppo Volkswagen sul fronte della mobilità elettrica, che prevede 75 modelli elettrici entro il 2029, vincola tutte le capacità. Era quindi naturale che ci domandassimo come avremmo potuto realizzare ulteriori benchmark high-tech senza compromettere la fattibilità economica dei progetti esistenti, sfruttando allo stesso tempo nuove opportunità sui mercati”.

Il team del progetto godrà di grande libertà e lavorerà a livello globale, a partire dal polo high-tech dell’INCampus a Ingolstadt, fino alla costa occidentale degli Stati Uniti mentre sul versante delle soluzioni digitali, il team si appoggerà alla car.Software.org, una società appartenente al Gruppo, anch’essa con sede a Ingolstadt.

«Artemis» focalizzerà il suo lavoro sulle nuove tecnologie per la mobilità elettrica e altamente automatizzata, con l’obiettivo di realizzare modelli concreti. Il primo ordine di lavoro concerne un’auto elettrica ad alta efficienza attesa su strada già nel 2024. Il team di creativi svilupperà inoltre un ecosistema a 360 gradi, ponendo così le basi per un nuovo modello di business lungo l’intera fase di utilizzo dell’auto.

Il Responsabile del progetto «Artemis» sarà Alex Hitzinger che, dal 1° giugno 2020, risponde direttamente a Markus Duesmann.

In qualità di membro del Consiglio di Amministrazione per lo Sviluppo tecnico della Volkswagen Veicoli Commerciali, Alex Hitzinger è stato anche vice-Presidente Senior per la guida autonoma del Gruppo Volkswagen.

Di Hitzinger Duesmann ha detto di apprezzare “la sua grande forza innovativa e la sua capacità d’implementazione. Per compiere grandi progressi tecnologici abbiamo bisogno di entrambe queste qualità. Punto molto anche sulle sue competenze in materia d’integrazione, quando, insieme ai reparti di sviluppo dei principali Marchi del nostro Gruppo, si tratterà di far confluire nei nuovi prodotti i risultati del lavoro. Nel medio periodo mi attendo che Artemis fornisca una piattaforma che consenta all’interno del Gruppo un processo di sviluppo veloce e agile, paragonabile al lavoro di un team negli sport motoristici”.

La carriera di Hitzinger nel settore automobilistico:

  • Toyota: Ingegnere sviluppatore della Toyota Motorsport
  • Ford: alla Ford/Cosworth è diventato il più giovane sviluppatore capo della Formula 1. Sotto la sua direzione, nel 2006 è stato creato il primo motore di Formula 1 con regime di rotazione fino a 20.000 giri/min.
  • Intermezzo in Red Bull Technology
  • Gruppo Volkswagen: Hitzinger è entrato in Porsche dove ha dato vita a un team per il Motorsport che ha vinto dal 2015 al 2017 la 24 Ore di Le Mans e il Campionato del Mondo Endurance
  • Apple: tre anni in Silicon Valley, dove ha creato e diretto il settore Product Development per veicoli a guida autonoma
  • Gruppo Volkswagen: rientrato nel 2019 per sviluppare la guida autonoma e l’ID. BUZZ per la Volkswagen Veicoli Commerciali. 

[ Redazione Motori360 ]

Print Friendly, PDF & Email