Home > Automotive > Auto > Mazda3 e CX-30 tra le tre finaliste di World Car Of The Year 2020

Mazda3 e CX-30 tra le tre finaliste di World Car Of The Year 2020

La Casa nipponica mira per la terza volta al titolo, bissando così la doppia vittoria del 2016 con la MX-5

Per la prima volta dalla nascita di questo Award, due delle tre finaliste del World Car Of the Year 2020 (WCOTY) sono prodotte dello stesso marchio.

La Mazda CX-30 e la Mazda3, i primi due modelli della gamma Mazda di ultima generazione sono state scelte per il titolo di quest’anno assieme alla Kia Telluride.

La Mazda3, caratterizzata dal suo ormai famoso design Kodo, è anche tra le prime tre concorrenti al premio World Car Design of the Year 2020 ed ha quindi la possibilità di replicare il doppio trionfo ottenuto dalla Mazda MX-5 nel 2016.

Sia la CX-30, il nuovo SUV crossover lanciato nel 2019, sia la Mazda3, giunta alla sua quarta generazione, sono mosse dal rivoluzionario motore Skyactiv-X (1) che, come è oramai noto, è il primo motore a benzina di serie al mondo con accensione per compressione, un sistema che combina i vantaggi della combustione diesel e benzina per prestazioni ed efficienza superiori.

Entrambe le vetture sono inoltre caratterizzate:

  • dalla nuovissima architettura Skyactiv-Vehicle di Mazda, che contribuisce a offrire il piacere di guida Jinba Ittai, e dal sistema M Hybrid di Mazda, che è di serie su tutte le versioni a benzina dei due modelli;
  • da abitacoli di nuova concezione incentrati sull’uomo e di un migliore isolamento acustico grazie ad una struttura a «doppia parete» con spazio tra la moquette del pavimento e il pannello della scocca per ottenere a bordo una silenziosità di maggiore qualità;
  • dalla possibilità di scelta fra il nuovo sistema audio Mazda Harmonic Acoustics a 8 altoparlanti e il sistema audio premium Bose® a 12 altoparlanti con BassMatch che si basa su un concetto di layout degli altoparlanti concepito dalla stessa Mazda; tale sistema prevede il posizionamento dei componenti audio all’interno dell’abitacolo in posizioni non convenzionali per ottenere una acustica più limpida, fluida e bilanciata.

La presenza di una Casa non convenzionale come Mazda è diventata un appuntamento fisso al WCOTY, concorso che dal 2005 si tiene con cadenza annuale.

Dopo la vittoria della Mazda2 nel 2008, l’attuale MX-5 è diventata il primo modello in assoluto a vincere nel 2016 sia il premio principale sia il premio di categoria, conquistando anche il riconoscimento per il design World Car Design of the Year.

Gli organizzatori del WCOTY stanno riprogrammando l’annuncio dei vincitori del World Car Of the Year e di altre quattro categorie, dopo che il Salone Internazionale dell’Auto di New York del 2020 è stato rinviato, per i motivi a tutti noi noti, da aprile ad agosto. A scegliere le vetture, una giuria composta da 86 giornalisti automobilistici provenienti da 25 Paesi.

[ Redazione Motori360 ]

 

(1) Mazda3 Skyactiv-X

Consumi di carburante WLTP: 5,4-6,9 l/100km; emissioni CO2 WLTP: 122-157 g/km; consumi di carburante NEDC: 3,9-6,6 l/100km; emissioni CO2 NEDC: 96-125 g/km.

CX-30 Skyactiv-X

Consumi di carburante WLTP: 5,9-7,0 l/100km; emissioni CO2 WLTP: 133-160 g/km; consumi di carburante NEDC: 4,6-5,6 l/100km; emissioni CO2 NEDC: 105-128 g/km.

Print Friendly, PDF & Email