Home > Automotive > Auto > Golf Mk VIII GTI, evoluzione della specie

Golf Mk VIII GTI, evoluzione della specie

Mentre la nuova Golf VIII debuttava ufficialmente in Portogallo, al Circolo Polare artico sono state catturate le prime immagini della versione GTI che arriverà entro l’estate 2020. Sarà solo a 5 porte e avrà una versione aggiornata del 2 litri turbo dell’attuale GTI e svilupperà 260 cavalli, mentre nella versione TCR che sostituirà l’attuale Performance, potrà superare i 300 cavalli

 

Inizialmente VW Group aveva programmato di dotare la nuova GTI con una motorizzazione ibrida derivata da quella presente sui modelli del brand iQ, ma poi l’attuale CEO Herbert Diess ha annullato la decisione del suo predecessore Matthias Müller optando per la GTI Mk VIII una motorizzazione tradizionale senza stravolgere il layout che ha decretato il successo del modello attuale.

In pratica il motore è lo stesso 4 cilindri turbo da 2 litri (EA888) sviluppato da Audi, della GTI VII, ma profondamente rivisto dagli ingegneri coinvolti nello sviluppo del nuovo modello in modo da sviluppare 260 cv che poi nella versione TCR, che prenderà il posto dell’attuale Performance, erogherà almeno 300 cv. Per il cambio si potrà scegliere tra un manuale a 6 marce o un DSC doppia frizione a 7 rapporti.

Per una guida più sportiva sarà disponibile come optional il VAQ (VorderAchsQuersperre), differenziale autobloccante anteriore.

Come si può notare da queste immagini, la Golf VIII GTI sarà facilmente distinguibile dalla versione normale, esibendo nella parte anteriore un frontale diverso con prese d’aria più grandi e nuovi gruppi ottici Led, cerchi e pneumatici di maggiore dimensione con conseguenti parafanghi più pronunciati, dischi freno maggiorati e posteriormente i terminali di scarico sdoppiati e uno spoiler sopra il portellone.

Maggiori differenze si riscontreranno nell’abitacolo, con un nuovo cockpit digitale e display head sopra il cruscotto per una più immediata visualizzazione dei dati e una consolle centrale con widescreen di serie e dove sarà ben evidente la presenza della leva del cambio DSG.

Per ragioni produttive la Golf VIII GTI sarà disponibile solo nella versione a 5 porte.

[ Paolo Pauletta ]

 

Print Friendly, PDF & Email