Home > News > La personale dei 70 anni del Vespa Club d’Italia al Museo Nicolis – 16 novembre-16 febbraio 2020

La personale dei 70 anni del Vespa Club d’Italia al Museo Nicolis – 16 novembre-16 febbraio 2020

Al Museo Nicolis, in collaborazione con il Vespa Club d’Italia e la celebre Collezione «Vite da Vespa» di Marco Romiti, una straordinaria rassegna dove saranno fruibili a tutti gli appassionati (dal 16 novembre al 16 febbraio 2020), per la prima volta fuori dalla Sede istituzionale, i Trofei conquistati dai vespisti nelle attività sociali divenute pietre miliari del mitico sodalizio, tenute fra l’Italia e l’Europa.

Silvia Nicolis, Presidente del Museo: “Sono entusiasta di questa squisita combinazione dovuta alla collaborazione con il Vespa Club D’Italia, con Marco Romiti e dell’originale risultato ottenuto. Davvero speciale per noi e per il nostro pubblico sempre alla ricerca di stimoli che lo arricchiscano; suggestioni ritrovate nei prodotti che l’arte del ‘900 ha saputo tramandarci, tradotti nella bellezza del nostro patrimonio che siamo orgogliosi di proporre al Museo, insieme all’opportunità unica ed eloquente dovuta all’abbinamento con questo splendido e glorioso marchio, parte integrante della più bella storia italiana”.

 Marco Romiti, Collezione Vite da Vespa “Il Nicolis rappresenta un punto d’arrivo per chi desidera esporre la propria collezione in un ambiente valorizzate sia per la struttura che per il contenuto, ma soprattutto per l’insegnamento del suo fondatore Luciano Nicolis che diceva: noi non siamo i proprietari ma i custodi delle nostre collezioni”.  

Come nelle rievocazioni più importanti, il Museo Nicolis vuole creare una opportunità per tutti i vespisti, in particolare per gli associati al Vespa Club D’Italia che conta oltre 67.000 iscritti e al Registro Storico Vespa, con una iniziativa proposta con l’hashtag:

#vespa70

#enricopiaggio

Postate le vostre foto più belle con la vostra Vespa e potrete usufruirete immediatamente di un INGRESSO SPECIALE a 9 Euro anziché 12 Euro, allargato anche a chi arriverà in Vespa al Museo Nicolis.

Print Friendly, PDF & Email