Home > Automotive > Auto > SEAT Leon festeggia i suoi 20 anni e gli oltre 2 milioni di unità vendute

SEAT Leon festeggia i suoi 20 anni e gli oltre 2 milioni di unità vendute

Messe in fila coprirebbero tutti gli oltre 9.000 km della ferrovia Transiberiana

SEAT Leon è alla vigilia del lancio della sua quarta generazione e questa è l’occasione giusta per ripercorrere le più importanti tappe della sua vita.

Il decollo

Seat Leon rappresenta con i suoi oltre due milioni di unità vendute un formidabile successo di mercato sottolineato dalla crescita costante delle vendite nel corso delle sue tre generazioni.

Quella attuale, presentata nel 2012 e tuttora sul mercato, ha superato da sola il milione di unità vendute: quasi il doppio della prima (presentata nel 1999, 534.797 auto vendute) e un terzo in più della seconda (arrivata nel 2005, con un totale di 675.915 unità vendute).

Nuovi mercati e l’ampliamento della gamma con una versione familiare e le sue diverse varianti (come Leon X-Perience), sono le chiavi della crescita della compatta di Barcellona e della stessa SEAT, che dal 2010 ha visto le proprie vendite incrementarsi del 60%.

Da regionale a mondiale

 Se la prima generazione di Leon raggiungeva 43 mercati, l’attuale generazione è distribuita in ben 48 Paesi. Algeria, Ucraina e Azerbaijan sono alcuni dei mercati che si sono aggiunti negli anni inclusa la lontana Nuova Zelanda, dove il modello è venduto dal 2017.

Questa diversificazione internazionale ha fatto crescere in maniera esponenziale le esportazioni di SEAT, che oggi superano l’80% della produzione totale, una percentuale molto simile a quella di Leon. Le vendite dell’azienda nei principali mercati mondiali illustrano questa globalizzazione: la prima generazione di Leon totalizzò in Spagna il 38% delle vendite, mentre oggi questa cifra è scesa al 20% dando spazio, appunto, agli altri mercati del marchio.

La Germania rappresenta l’esempio opposto, con una percentuale di vendite del modello passata dal 13% del totale per la prima generazione al 24% dell’attuale. Un altro esempio di espansione internazionale di Leon è rappresentato dal Regno Unito, mercato in cui l’attuale generazione del modello ha totalizzato oltre il doppio delle vendite rispetto alla prima (132.684 auto fino ad agosto 2019, rispetto alle 50.740 della prima generazione). 

Born in Barcelona

Se Bruce Springsteen esaltava le sue radici statunitensi al ritmo di Born in the USA, le tre le generazioni di questa compatta SEAT potrebbero parafrasare il titolo di tale canzone essendo state disegnate, sviluppate e prodotte nello stabilimento SEAT di Martorell (Barcellona). Inoltre, come la nazione americana è un melting pot di razze, talenti e mestieri, così Seat ha mostrato produttiva discontinuità nell’evoluzione della sua Leon facendo disegnare la prima versione all’italiano Giorgetto Giugiaro, a Walter de Silva la seconda e la terza al designer spagnolo Alejandro Mesonero-Romanos che è anche il capo progetto della Leon di quarta generazione, che farà il suo debutto prossimamente.

La più potente del marchio

Il dinamismo è da sempre un valore distintivo di SEAT e più in particolare di Leon la cui versione «R» è, con i suoi 310 cv l’auto di serie più potente a oggi prodotta dal marchio, ma già nel 1999, la SEAT Leon si era imposta come modello più potente della storia del marchio, grazie al suo propulsore da 180 cv con cambio a sei rapporti e trazione integrale.

Competizioni e record

La SEAT Leon si è aggiudicata il WTCC nel 2008 e nel 2009, rendendo SEAT il primo marchio a imporsi con propulsori Diesel mentre Jordi Gené, al volante di una SEAT Leon CUPRA, ha battuto nel 2014 al Nürburgring il record di velocità con trazione anteriore fermando il cronometro a 07:58 ripetendosi l’anno dopo con la Leon ST CUPRA che si è imposta come la vettura familiare più veloce con un tempo di 7:58:12. 

SEAT Leon Black Edition

In Italia, la casa di Barcellona ha da poco lanciato la SEAT Leon Black Edition con un nuovo allestimento che arricchisce ulteriormente la top di gamma FR, con cui condivide l’offerta in termini di propulsori e dotazioni di serie; scopo dell’operazione è quello di conferire a Leon una caratterizzazione estetica ancor più marcata, con dettagli di qualità e dotazioni di pregio.

Ed infatti la SEAT Leon Black Edition (disponibile in versione sia hatchback e sia Sportourer ST), oltre alle dotazioni di serie già previste per Leon FR ( tra cui spiccano Full LED e illuminazione interna a LED, Media System Plus con schermo da 8” a colori, volante multifunzione sportivo con paddles in presenza di cambio DSG, SEAT Drive Profile  e cielo abitacolo nero), offre di serie:

  • sedili sportivi in Alcantara®;
  • cerchi in lega da 18” Performance Sport Black (cerchi da 17” Dynamic Sport Black per 1.0 TSI e 1.6 TDI);
  • tetto panoramico apribile a scorrimento elettrico e, inoltre, dettagli come calotte, specchietti e griglia frontale in colore nero brillante, così come i mancorrenti al tetto (per la Sportourer ST).

La nuova Leon Black Edition parte da un accattivante prezzo di 21.100 euro per la versione hatchback e 21.850 euro per la versione familiare Sportourer ST. 

[ Redazione Motori360 ]

Print Friendly, PDF & Email