Home > Mare > Fiavet Lazio risponde alle accuse di «abusivismo»

Fiavet Lazio risponde alle accuse di «abusivismo»

Le agenzie di viaggio al contrattacco con il Presidente Ernesto Mazzi 

Il Presidente Mazzi precisa

La Federazione Italiana Associazioni Imprese Viaggi e Turismo (FIAVET) prende una decisa posizione in merito a una serie di incontrollate mosse nei suoi confronti, sotto forma di capziosi e denigratori messaggi. “A seguito dei violenti e ingiustificati attacchi da parte di alcuni operatori del settore pervenuti nei giorni scorsi a questa Associazione, direttamente o attraverso i social, relativamente all’organizzazione di un Congresso sulla Grimaldi Lines per l’approfondimento di alcune tematiche inerenti la categoria degli agenti di viaggio, voglio assicurare tutti che stiamo agendo nel pieno rispetto di quanto previsto dalla normativa vigente”. È quanto ha dichiarato Ernesto Mazzi, Presidente della Fiavet Lazio, in merito all’ipotesi di abusivismo avanzata nei confronti dell’Associazione laziale senza alcun presupposto giuridico, ma nel solo intento di denigrare l’Associazione.

Possibile azione legale

Alla luce di quanto detto, la Fiavet Lazio sta valutando l’ipotesi di agire legalmente contro quanti continuano ad osteggiarne l’operato. Sull’argomento è stato richiesto un parere all’avvocato Federico Lucarelli, il quale nell’escludere la fondatezza delle accuse mosse alla luce della corretta

individuazione e distinzione dei ruoli svolti dalla Associazione (promotore del Congresso) e dalla Grimaldi (fornitore dei servizi ai congressisti), ha evidenziato: “Si tratta, come chiaramente si legge nella locandina e nello stesso programma dell’evento, di un Congresso, cioè di una riunione a scopo sindacale per dibattere e approfondire i temi della categoria. Tale attività rientra perfettamente negli scopi statutari di cui all’art. 3 dello Statuto di Fiavet Lazio”.

[ Marino Collacciani ]

Print Friendly, PDF & Email