Home > Automotive > Attualità > Ferrari Cavalcade Classiche: la terza edizione si è conclusa a Roma

Ferrari Cavalcade Classiche: la terza edizione si è conclusa a Roma

La manifestazione ha attirato nella Capitale e relativo hinterland più di 180 tra collezionisti e seguito, provenienti da 33 Paesi

Ferrari Cavalcade è una manifestazione che condivide l’obiettivo dell’Automobile Club d’Italia in tema di divulgazione e promozione nel mondo del patrimonio storico, turistico, artistico ed enogastronomico del nostro Paese. L’evento made in Maranello fa così scoprire ai partecipanti le eccellenze storiche, artistiche e gastronomiche dei territori di volta in volta visitati.

Dopo le tre edizioni internazionali di San Francisco, Kyoto, Dubai e Abu Dhabi e quelle italiane vissute in Toscana nel 2017 e in Sardegna lo scorso anno, quest’anno è toccato al Lazio ospitare le oltre 80 Ferrari storiche guidate dai loro fortunati proprietari negli splendidi scenari di Roma e dintorni.

Dal 20 al 22 settembre equipaggi provenienti da Europa, Stati Uniti, Medio ed Estremo Oriente, Nuova Zelanda e Australia hanno percorso la campagna laziale, il Parco Archeologico dell’Appia Antica e alcune fra le più importanti strade consolari lungo un affascinante percorso che non ha lasciato indifferenti tutti partecipanti.

Per quanto attiene alla sicurezza vale ricordare che le auto partecipanti, costantemente assistite da vetture di supporto dell’organizzazione e della Polizia Stradale, sono partite a distanza di 30 secondi l’una dall’altra muovendosi nel traffico ordinario nel rispetto del Codice della Strada.

Venerdì la carovana è arrivata a Borgo San Pietro, sul Lago del Salto (le quattro foto sotto), per poi proseguire alla volta di Rieti, ed il Monte Terminillo dove si corre annualmente una delle cronoscalate più veloci e difficili del CIVM (Campionato Italiano Velocità Salita) per poi far sosta alle Cascate delle Marmore.

Todi, Viterbo (con sosta al Palazzo dei Papi) e dintorni sono stati visitati il secondo giorno con conclusione del tour, passando prima per Castel Gandolfo e Frascati, a Roma dove il sabato e la domenica pomeriggio, le auto hanno fatto sosta a Villa Borghese sotto gli occhi affascinati del pubblico romano che ha accolto di buon grado la pacifica e variopinta invasione di questi prestigiosi cavallini.  

 

Tra le vetture partecipanti da segnalare le rarissime 750 Monza del 1954, la 500 TRC del 1957 e la 375 Sport MM cui hanno da degna cornice le più belle GT di Maranello, dalla 250 Spyder California alla 275 GTB nelle sue varie versioni per non parlare delle 250 GTE 2+2 e 330 GT 2+2 entrambe carrozzate da Pininfarina; non possiamo citare tutti i modelli partecipanti ma lo spazio è tiranno e quindi contiamo sulla… clemenza della corte!

[ Redazione Motori360 ]

Print Friendly, PDF & Email