Home > News > Lamborghini Aventador SVJ 63 Roadster, il più esclusivo open-top creato per 63 fortunati

Lamborghini Aventador SVJ 63 Roadster, il più esclusivo open-top creato per 63 fortunati

Con l’Aventador SVJ 63 Roadster il team design del Centro Stile Lamborghini e il reparto Ad Personam hanno attinto alle pressoché infinite opzioni di colori e finiture offerte dal programma di personalizzazione della Casa del Toro e dato vita a 8 nuove combinazioni uniche, riservate a soli 63 fortunati collezionisti in tutto il mondo che le hanno già acquistate con consegne previste a partire dal 2020.  

Lo stile degli esterni è stato sviluppato appositamente per la Roadster, con la parte superiore in fibra di carbonio opaca o lucida: tetto, cofano motore, bocchette di ventilazione del motore, telaio del parabrezza e specchietti retrovisori. I cerchi forgiati Leirion presentano una nuova finitura in titanio opaco, mentre la vettura veste la livrea SVJ 63, su cui spicca la targhetta «1 di 63».  

All’interno, Alcantara in 3 diversi colori, con elementi in fibra di carbonio ripresi in tutto l’abitacolo, si abbinano al CarbonSkin, il leggerissimo materiale brevettato da Lamborghini. Il badge sul volante, insieme al logo «63» posto sul pannello posteriore in Alcantara e CarbonSkin, sottolinea ancora una volta l’appartenenza dell’auto a un’edizione limitata.

La vettura presente al Pebble Beach Concours d’Elegance 2019 è in Grigio Acheso opaco, abbinato a elementi esterni in fibra di carbonio a vista. Tra i dettagli in Arancio Dac spiccano i loghi SVJ e «63», oltre al coprimozzo dei cerchi in titanio opaco.

All’interno, i rivestimenti in Alcantara nelle tre tonalità Grigio Octans, Grigio Cronus e Arancio Dryope si abbinano a fibra di carbonio e CarbonSkin. I sedili sportivi in fibra di carbonio sono rifiniti con impunture incrociate Q-Citura bianche, mentre il logo «63» dietro ai sedili in fibra di carbonio e Alcantara laserata ricorda tutta l’esclusività della SVJ Roadster.

La Aventador SVJ Roadster assicura gli stessi eccezionali livelli di prestazioni, manovrabilità e superiorità aerodinamica della SVJ Coupé. L’aggettivo «Super Veloce» e il suffisso «Jota» ne sottolineano le prestazioni e la potenza in pista, già ampiamente dimostrate dalla sorella Coupé con il record per le vetture di serie sul Nürburgring-Nordschleife.

La SVJ sprigiona 770 cavalli (566 kW) a un regime massimo di 8.500 giri/min. e una coppia di 720 Nm a 6.750 giri/min., con un rapporto peso/potenza di 2,05 kg/cv. Passando da 0 a 100 km/h in 2,9 secondi e da 0 a 200 km/h in 8,8 secondi, la SVJ Roadster raggiunge una velocità massima superiore ai 350 km/h, con uno spazio di frenata da 100 a 0 km/h di 31 metri.

Print Friendly, PDF & Email