Home > Automotive > Attualità > Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2019: l’Alfa Romeo 8C 2900B, «Best of Show»

Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2019: l’Alfa Romeo 8C 2900B, «Best of Show»

La prestigiosa Alfa ha fatto l’en plein: dopo aver vinto la Coppa d’Oro ha conquistato anche il «Best of Show»

L’edizione 2019 del Concorso d’Eleganza di Villa d’Este patrocinato da BMW ha fatto registrare lo straripante successo dell’Alfa Romeo 8C 2900 carrozzata Touring meglio descritta nella news www.motori360.it/85817/la-coppa-doro-villa-deste-assegnata-direttamente-dal-pubblico-allalfa-romeo-8c-2900b-del-1937/ relativa all’assegnazione della Coppa d’oro assegnata direttamente dal pubblico che doveva essere particolarmente preparato e sensibile, visto che il suo giudizio è stato condiviso da una Giuria sofisticata come quella del Concorso che quest’anno ha celebrato il suo 90° anniversario denominandosi giustamente «La Sinfonia dei Motori – 90 anni del Concorso d’Eleganza Villa d’Este e di BMW Automobiles».

Questo significativo anniversario ha visto il celebre concorso suddividersi in 8 classi:

  • Addio Ruggenti Anni Venti: La Nascita del Concorso.
  • Avanti Tutta: Un Quarto di Secolo di Progresso.
  • Piccole e perfettamente modellate: L’Arte del Carrozziere in Miniatura.
  • Una nuova Epoca: L’Era del Rock ’n’ Roll.
  • Movimentati Anni Sessanta: Il Cielo è il solo Limite.
  • Baby You Can Drive My Car: Le Auto delle Star della Musica.
  • Accelerazione contro il Tempo: Le Leggende delle Gare di Endurance.
  • Il Coraggio di Sognare: Concept che hanno rivoluzionato il Mondo dei Motori.

Oltre ai già citati e più prestigiosi premi segnaliamo, fra gli altri, quelli assegnati all’ancor oggi avveniristica Lamborghini Marzal del 1967 disegnata da Marcello Gandini per la Carrozzeria Bertone, che ha conquistato grazie al voto del pubblico giovane il Trofeo BMW Group Ragazzi, mentre il Design Award for Concept Cars & Prototypes, assegnato sempre per Referendum Pubblico nei giardini di Villa Erba, è andato alla speciale Bugatti La Volture Noire (2019).

Fra le motociclette sono state premiate la Koehler-Escoffier (Trofeo BMW Group dedicato alle motociclette storiche) mentre la BMW R 68 si è aggiudicata il Trofeo Villa Erba, primo Premio assegnato per Referendum pubblico a Villa Erba.

La Koehler-Escoffier del 1929 di proprietà del francese Dominique Buisson, è una 2 cilindri da 980 cc la cui storia riassumiamo in poche parole: Jules Escoffier, meccanico e pilota da corsa, iniziò nel 1912 a produrre motociclette a Lione grazie ai finanziamenti ottenuti da Marcel Koehler.

Il marchio si fece notare nel corso degli anni ‘20 per i successi sportivi ottenuti grazie al motore bicilindrico a V, senza che, purtroppo, vittorie e record riuscissero ad influenzare positivamente l’andamento delle vendite.

Il marchio ebbe diversi cambiamenti nella proprietà per essere, alla fine, definitivamente chiuso a fine anni ’50.

Un cenno infine al Trofeo Villa Erba (riconoscimento assegnato per Referendum Pubblico) che è andato alla BMW R 68 presentata in concorso da Hans Keckeisen (Germania) la prima BMW in grado di toccare una velocità massima di 160 km/h e per questo denominata «la moto delle 100 miglia».

[ Redazione Motori360 ]

 

TAGS

Print Friendly, PDF & Email