Home > News > La Coppa d’Oro Villa d’Este assegnata direttamente dal pubblico all’Alfa Romeo 8C 2900B del 1937

La Coppa d’Oro Villa d’Este assegnata direttamente dal pubblico all’Alfa Romeo 8C 2900B del 1937

La Coppa d’Oro Villa d’Este (questo il nome originario della manifestazione) è stata assegnata direttamente dal pubblico.

Iniziamo da questo premio, che è stato appannaggio all’Alfa Romeo 8C 2900B prodotta in soli 5 esemplari, appartenente a David Sydorick (USA); si tratta di una rarissima berlinetta 1937 Touring Superleggera, già «Best of Show» a Pebble Beach 2018, mossa da un 8 cilindri in linea in lega leggera (di per sé un monumento) da 2.900 cc e 180 cv a 5.200 giri/min., con testata bi-albero a camme, doppio compressore, cambio montato posteriormente, e sospensioni indipendenti.

La Touring produsse solamente 5 esemplari di questa vettura ma la carrozzeria dell’esemplare vincitore si distingue da quella delle altre 8C 2900 B Touring per la maggiore inclinazione della griglia radiatore e per l’assenza delle pedane che univano il parafango anteriore a quello posteriore; due accortezze che rendono questa particolare vettura ancora più filante e leggera.

Occorre a questo punto dire che, tranne che in Formula Uno dove le delusioni al momento non mancano, le Alfa Romeo del passato dominano ovunque partecipano e così, dopo aver rispettivamente conquistato il primo e secondo posto alla 1000 Miglia 2019 con la 6C 1500 SS del 1928 e la 6C 1750 SS Zagato del 1929, l’Alfa Romeo ha conquistato anche Villa d’Este con questa splendida berlinetta che peraltro era già stata Best of Show a Peeble Beach 2018, forse il più sofisticato contest per auto d’epoca al mondo.

Print Friendly, PDF & Email