Home > Automotive > Attualità > Peugeot al Milano Design Week per un futuro meno noioso

Peugeot al Milano Design Week per un futuro meno noioso

Con I’hashtag #Unboringthefuture, Peugeot ha allestito a Milano uno spazio in zona Navigli, ed ha esposto in anteprima nazionale la e-Legend concept e la nuova 208 anche nella versione 100% elettrica che aveva debuttato al recente Salone di Ginevra. A vigilare l’espace Peugeot, il gigantesco Leone simbolo del marchio, realizzato da Peugeot Design Lab

 

Nella giornata che ha preceduto l’apertura al pubblico dello spazio espositivo Peugeot per la «Milano Design Week», il Direttore dello Stile Peugeot Gilles Vidal, ha esposto le linee guida che caratterizzeranno i futuri modelli del marchio, soffermandosi in particolare sulla e-Legend concept che stava alle sue spalle, la cui linea si ispira alla 504 coupé disegnata da Pininfarina e prodotta nella seconda metà degli anni ’70.

Un omaggio a quel iconico modello, ma interpretata secondo gli attuali e futuri canoni stilistici del marchio e nella quale sono state inserite le più recenti tecnologie per l’assistenza alla guida, inclusa la guida autonoma di livello 4 che dovrebbe essere realtà entro il 2025 (?).

Quasi a farle da damigelle d’onore la nuova Peugeot 208, da un lato nell’allestimento GT-Line con il nuovo colore Giallo Faro e una tradizionale motorizzazione endotermica, dall’altro la versione 100% elettrica e-208 destinata a d essere un riferimento nel segmento B. In occasione dell’evento, è stato annunciato che in questi giorni parte una straordinaria campagna vendite per il modello, che comprende la possibilità di poter disporre della nuova e-208 per soli 349 euro al mese tutto compreso.

Peugeot Design Lab, #Unboringthefuture

Essendo il Milano Design Week un evento che vede il design come protagonista, Peugeot non si è limitata a esporre questi suoi nuovi modelli che sono comunque un eclatante esempio di stile e design, ma ha voluto dare ampio risalto al «Peugeot Design Lab», una struttura interna a Peugeot che però non si occupa di automobili, bensì di progettare qualsiasi altra cosa. Un team di designer che riesce a conferire un aspetto innovativo e a volte futurista a qualsiasi oggetto, anche accentuandone le caratteristiche. Tra i molti esempi possiamo menzionare la progettazione dell’elicottero H160 prodotto da Airbus, il tram transfrontaliero prodotto da Alstom per la città di Strasburgo e anche il monumentale Leone alto quasi 5 metri e lungo 12, da oltre 160 anni simbolo del marchio Peugeot.

A ottobre 2009 è stato lo stesso direttore del design Peugeot, Gilles Vidal, a voler creare una struttura interna a Peugeot che si occupasse di design e incaricò il giovane talentuoso irlandese Cathal Loughnane, già da 10 anni nel team dell’interior design di Citroën, di fondare il Peugeot Design Lab. L’ultima creazione realizzata da questa struttura è una bici pieghevole con pedalata assistita, la prima a portare il marchio Peugeot. Ora però è venuto il momento di un cambio al vertice del Peugeot Design Lab e dal 2 maggio, a Cathal Loughnane subentrerà Arnault Gournac, da solo 1 mese entrato in Peugeot.

A elevare ulteriormente il livello dell’evento, la presenza dell’attore Stefano Accorsi, brand ambassador del marchio e interprete tra l’altro anche di una serie di spot pubblicitari che vede la nuova 208 come protagonista, il quale si è esibito in un monologo sul modo visionario di vedere il mondo da parte di un designer.

[ Paolo Pauletta ]

Print Friendly, PDF & Email