Home > Cielo > Aeronautica > Primo volo per l’elicottero Sikorsky-Boeing SB>1 DEFIANT

Primo volo per l’elicottero Sikorsky-Boeing SB>1 DEFIANT

Completato con successo il primo volo dell’elicottero SB>1 DEFIANT che rappresenta la prossima generazione di elicotteri militari dell’US Army

Sikorsky-Boeing-Defiant-December-2018_2

Il 21 marzo 2019 è avvenuto il battesimo dell’aria per l’elicottero che dovrà sostituire il leggendario Black Hawk. Stiamo parlando del Sikorsky-Boeing SB>1 DEFIANT, aeromobile rivoluzionario facente parte del programma dell’esercito «Future Vertical Lift» che si pone di studiare la futura generazione di elicotteri. Dotato di rotore principale con 2 eliche coassiali controrotanti (Tecnologia Sikorsky X2), rende obsoleto ed inutile il rotore di coda, sostituito in questo caso con un’elica spingente posteriore. Questo gli permette di raggiungere il doppio della velocità rispetto un elicottero convenzionale con conseguente aumento dell’autonomia, pur mantenendo le caratteristiche principali di un’elicottero standard, cioè eccellente maneggevolezza a basse velocità e possibilità di hovering.

B66P23SDNVAN7F3O2UOOYOKBR4

Il DEFIANT è progettato per volare a quasi il doppio della velocità e ha il doppio dell’autonomia degli elicotteri convenzionali, pur mantenendo ottime, se non eccellenti, prestazioni a basse velocità e hovering rispetto agli elicotteri tradizionali” ha dichiarato Dan Spoor, vice-Presidente Sikorsky Future Vertical Lift, che continua: “Questo progetto offre prestazioni eccezionali in area obiettivo, dove la potenziale attività nemica richiede un vantaggio in termini di manovrabilità, capacità di sopravvivenza e flessibilità: siamo entusiasti dei risultati del volo di oggi e attendiamo con entusiasmo un eccitante programma di test di volo.” In pratica il DEFIANT soddisfa tutti i requisiti richiesti dal Governo statunitense, autonomia superiori pur mantenendo ottime doti di manovrabilità, capacità di sopravvivenza ed economicità.

Defiant-FF-032119-01_high-res

L’elicottero prenderà parte al programma «Joint Multi-Role-Medium Technology Demonstrator» dell’esercito USA e i dati del DEFIANT aiuteranno a sviluppare i requisiti dei futuri elicotteri che entreranno in servizio all’inizio del 2030. Secondo David Koopersmith, vice-Presidente e Direttore Generale di Boeing Vertical Lift: “chiaramente, le prestazioni, la velocità e l’agilità del DEFIANT saranno un punto di svolta sul campo di battaglia e non vediamo l’ora di dimostrare all’esercito degli Stati Uniti le straordinarie capacità di questo aeromobile”.

[ Gianni Heidelberg ]

Per il test e le configurazioni in volo dell’SB>1 DEFIANT vai su testMotori360

Print Friendly, PDF & Email