Home > Automotive > Attualità > PSA Groupe, i risultati 2018: +6,8% a livello mondiale con 3,9M di veicoli venduti

PSA Groupe, i risultati 2018: +6,8% a livello mondiale con 3,9M di veicoli venduti

Un quadro aziendale positivo nonostante trend economici e geopolitici contrari. 5° record consecutivo a livello mondiale

L’adozione della Core Model Strategy orientata ai clienti e l’impegno della rete commerciale hanno dato i loro frutti, concretizzatisi in 3.878.000 di veicoli venduti, grazie all’offensiva prodotto di gruppo caratterizzata da oltre 70 lanci regionali in due anni.

A partire dal 2014 diversi modelli di PSA Groupe si sono classificati tra i finalisti dei concorsi automobilistici più prestigiosi e nel 2018 IVOTY ha nominato Peugeot Partner, Citroën Berlingo Van e Opel/Vauxhall Combo «Van of the Year 2019» mentre AUTOBEST ha nominato Citroën Berlingo Van, Opel/Vauxhall Combo Life e Peugeot Rifter – sulla scia del Citroën C3 Aircross nel 2017- «Best Buy Car of Europe 2019».

La Core Technology di PSA Groupe è stata anch’essa insignita del premio Motore Internazionale dell’Anno per il 4° anno consecutivo, per il motore benzina 3 cilindri Turbo PureTech (110 e 130 cavalli) ma, al di là dell’importanza dei premi, vale sottolineare il notevole successo dei modelli SUV di PSA Groupe, un fenomeno trainato dai Peugeot 2008, 3008, 5008 (marchio leader in Europa), e da Citroën C3 Aircross, C3-XR, C5 Aircross, la DS 7 Crossback, e le Opel/Vauxhall Crossland X, Mokka X e Grandland X.

Questa dinamica continuerà nel 2019, con lanci importanti per tutti i marchi e con l’annunciata offensiva elettrica per tutti i marchi, con i primi modelli PHEV, e EV, disponibili per i clienti già da quest’anno, a cominciare dal marchio DS.

Successi anche nel campo dei Veicoli Commerciali Leggeri in cui PSA Groupe ha stabilito un nuovo record con 564.144 unità vendute (+18,3%), un successo che trova le sue radici:

  • Nel rinnovamento già dal 2016 delle gamme di furgoni compatti e nel 2018 dei suoi furgoncini, decisioni che hanno portato al consolidamento di PSA Groupe nella sua posizione di leader in Europa in tutti i sotto-segmenti: oggi quasi un acquirente di VCL su quattro sceglie un modello del Gruppo.
  • Nell’offensiva VCL del Gruppo che ha così gettato le basi della sua crescita internazionale, con il successo del lancio della produzione del Peugeot Expert e del Citroën Jumpy in Eurasia, e gli inizi molto promettenti di una vasta gamma di prodotti e servizi VCL destinati ai clienti dell’America Latina.

L’andamento per aree geografiche

Europa: nel 3° quadrimestre 2018 PSA Groupe si è fatto trovare pronto nell’attuazione della nuova norma WLTP battendo sul tempo la concorrenza, tanto che la sua quota di mercato raggiunge il 17,1% a fine 2018 (+3,8%), grazie ai marchi Peugeot e Citroën, che registrano i migliori progressi nelle vendite nel 2018 con +5% ciascuno, classificandosi nella Top 10 dei marchi in Europa.

Peugeot conferma la sua dinamica: leader SUV in Europa, numero 1 in Spagna e numero 1 in Francia nei mercati B2C e B2B autovetture. Citroën raggiunge un livello di vendite record mai registrato negli ultimi 7 anni. DS Automobile cresce in modo significativo con un aumento delle vendite del 6,7%, grazie al lancio di DS7 Crossback mentre Opel/Vauxhall prosegue la sua offensiva prodotto con la famiglia X.

PSA Groupe fa meglio del mercato e migliora in tutti i principali paesi: Francia (+2,6 pt), Spagna (+4,2 pt), Italia (+3,9 pt), Regno Unito (+4,8 pt) e Germania (+3,7 pt). 

Medio Oriente – Africa

Nonostante i forti venti contrari, dovuti principalmente al ritiro progressivo dell’attività in Iran e alla flessione del mercato turco, la quota di mercato di PSA Groupe è aumentata in Marocco (+1,2 pt), in Tunisia (+1 pt) e in Egitto (+3,1 pt) consentendo al Gruppo di mantenere la leadership nel mercato dei Dipartimenti d’Oltremare.

L’impronta industriale regionale è in fase di allargamento e la tappa principale sarà l’inizio della produzione nel sito di Kenitra (Marocco) nel 2019. 

Cina e Sud-Est Asiatico

In un mercato cinese delle autovetture in calo di -0,8%, le vendite del Gruppo hanno registrato un calo del 32,1%.

Il Gruppo lavora a diversi Piani di azione con i suoi partner per superare le attuali difficoltà. In particolare, adotta la sua strategia di elettrificazione con il marchio Fukang, seguita da modelli elettrificati PCD a partire dal 2019.

La Core Model Strategy, in fase di attuazione, proporrà un’offerta di prodotti che risponde maggiormente alle aspettative dei clienti cinesi.

Le vendite della zona ASEAN sono raddoppiate rispetto al 2017 e hanno raggiunto 9 200 veicoli. La joint-venture con Naza (Malesia) consegnerà le sue prime produzioni (Peugeot 3008 e 5008) nel corso di questo 2019. 

America Latina

Il calo delle vendite è dovuto in gran parte al grave ribasso del mercato argentino (-45% nel secondo semestre) dovuto al contesto economico, con un impatto sfavorevole sul tasso di cambio, e ad alcune difficoltà sul mercato brasiliano.

Le vendite mantengono comunque un orientamento positivo nell’area panamericana (Cile, Messico, Colombia, Perù, Uruguay ed Equatore) con 54 800 veicoli venduti (+12,7%).

Il lancio del nuovo SUV Citroën C4 Cactus, prodotto in America Latina, è incoraggiante. La produzione locale della gamma di VCL è in corso (lancio dei Jumpy MiniBus, Berlingo, Boxer e Jumper in Brasile, del Jumpy e dell’Expert Crewcab in Argentina e del Partner in versione elettrica in Cile e in Uruguay). 

India-Pacifico

L’incremento delle vendite deriva soprattutto dal buon livello di attività del Gruppo in Giappone (+9,7%). Il progetto di produzione in India, sviluppato in partenariato con il gruppo CK Birla, segue il suo corso, come previsto. 

Eurasia

Motori360_risultati_2018_EURASIA FR_0

In un mercato sostanzialmente stabile, le vendite aumentano in Ucraina (+7%) e la dinamica positiva delle Peugeot 3008, C4 Berline e dei nuovi VCL prodotti a Kaluga da aprile (Peugeot Expert e Citroën Jumpy) è incoraggiante.

Motori360_risultati_2018_Tavares

Carlos Tavares, Presidente del Direttorio di PSA Groupe, nel commentare queste cifre ha dichiarato che “In un contesto sempre più instabile, abbiamo saputo prosperare, grazie all’adozione rigorosa della nostra Core Model Strategy, che ha dimostrato la sua efficacia. L’attrattiva dei nostri prodotti per i nostri clienti B2B o B2C accompagna la nostra politica di pricing power per tutti i nostri Marchi, nel momento in cui attuiamo la nostra offensiva elettrica. L’agilità e lo spirito Darwiniano sono più che mai importanti per vincere le sfide future e migliorare la soddisfazione dei nostri clienti ”.

[ Redazione Motori360 ]

 

Print Friendly, PDF & Email