Home > Cielo > Aeronautica > Leonardo: battesimo dell’aria per l’elicottero TH-119

Leonardo: battesimo dell’aria per l’elicottero TH-119

Il nuovo addestratore, sviluppato da Leonardo secondo i requisiti della US Navy, sarà l’unico elicottero monomotore in grado di operare secondo le regole del volo strumentale. L’Azienda italiana si aggiudica anche l’appalto per la manutenzione degli Apache

Motori360_Leonardo-US-Navy_Leonardo_TH119_01

Il nuovo elicottero da addestramento TH-119, sviluppato per rispondere alle severe esigenze della Marina degli Stati Uniti (la US Navy), è una realtà. Questa macchina «made in USA», destinata a sostituire la flotta di TH-57 Sea Ranger, ha effettuato il suo primo volo presso lo stabilimento Leonardo di Philadelphia, e sul mercato mondiale sarà l’unico elicottero monomotore in grado di operare secondo le regole del volo strumentale IFR (Instrumental Flight Rules).

 TH-57 Sea Ranger,  Naval Air Station Whiting Field, U.S. Navy

TH-57 Sea Ranger, Naval Air Station Whiting Field, U.S. Navy

Derivato dall’AW 119, modello anch’esso prodotto in USA e affermatosi sul mercato mondiale, riceverà la certificazione americana FAA all’inizio del 2019.

Nel corso del volo di collaudo, pilotato dal collaudatore Patrick McKernan, l’elicottero ha dimostrato capacità di volo tali da soddisfare, pienamente, i requisiti dell’US Navy. Se il TH-119 supererà le prove, Leonardo produrrà oltre 125 unità sull’attuale linea di produzione dell’AW119.

“È un prodotto estremamente competitivo sia sotto il profilo economico che per le previste tempistiche di consegna. È dotato di elevate prestazioni, flessibilità d’impiego e livelli di sicurezza già noti agli operatori. Il TH-119 è progettato non solo per effettuare ogni tipo di missione addestrativa della U.S. Navy attualmente richiesta ai TH-57 e di andare ben oltre tali esigenze”, ha dichiarato Andrew Gappy, responsabile delle vendite governative USA della divisione Elicotteri di Leonardo.

Motori360_Leonardo-US-Navy_LEONARDO_TH119_08

L’ottimismo di Leonardo, a dirla tutta, è motivato: il TH-119 è infatti l’unico elicottero al mondo in grado di superare, nelle diverse fasi formative, i limiti del volo a vista (VFRVisual Flight Rules). Ed è anche in grado di coprire l’ampio spettro dei requisiti addestrativi della U.S. Navy, che comprende anche varie modalità di atterraggio, volo stazionario e autorotazione senza ricorrere alla simulazione. A questi si aggiungono, considerando che spesso la Marina USA è chiamata a operare in condizioni meteo proibitive e con scarsa visibilità, l’addestramento avanzato come l’uso di capacità NVG (Night Vision Goggles) per il volo notturno, l’impiego di specifica strumentazione di missione, la navigazione, il volo tattico, il recupero al verricello, il trasporto di carichi esterni, la ricerca e soccorso.

Il nuovo cockpit digitale di Genesys Aerosystems presenta lo stesso tipo di informazioni per istruttore e pilota e con piena capacità IFR comprendente anche il sistema di direzione del volo e un moderno autopilota.

Motori360_Leonardo-US-Navy_LEONARDO_TH119_10

 La cabina presenta anche un posto per l’osservatore in grado di compiere un giro di 180 gradi offrendo così la piena visuale del quadro comandi per poter continuare la fase addestrativa anche quando si vola in qualità di passeggero.

Il TH-119 presenta grandi margini di potenza, grazie al collaudato motore Pratt & Whitney Canada PT6-B da 1.000 cavalli, e una struttura e pattini estremamente resistenti per addestrare i piloti ad effettuare particolari manovre di atterraggio. L’elicottero può anche essere rifornito di carburante a motore acceso, così da ridurre la permanenza a terra e massimizzare la versatilità operativa.

Motori360_Leonardo-US-Navy_LEONARDO_TH119_11

A Leonardo, appalto e manutenzione degli elicotteri da combattimento Apache Ah Mk.1

E mentre si aspetta la risposta finale della US Navy, Leonardo ha concluso, nel Regno Unito, un contratto da 325 milioni di dollari per l’assistenza e la manutenzione degli elicotteri Apache: la fornitura dei servizi di supporto operativo integrato (IOS) inizierà il primo aprile 2019, e si concluderà nel 2024, anno in cui è previsto il ritiro dalla flotta RAF del noto elicottero d’attacco medio pesante, sviluppato a partire dalla seconda metà degli anni Settanta, e adottato dal 1984 dalle aeronautiche militari di USA, Regno Unito, Giappone e molti altri paesi del mondo.

Motori360_Leonardo-US-Navy_AH64_Apache

Leonardo sarà il prime contractor per la manutenzione e, attraverso le divisioni Elicotteri e Elettronica continuerà a essere supportata dai partner industriali Boeing, Lockheed Martin e Longbow International per fornire parti di ricambio, servizi di ingegneria, manutenzione, riparazione e revisione per gli Apache Ah Mk.1.

[ Alessandro Ferri ]

Print Friendly, PDF & Email