Home > News > Nuovo «scramble» per i caccia F-2000 Eurofighter dell’Aeronautica Militare

Nuovo «scramble» per i caccia F-2000 Eurofighter dell’Aeronautica Militare

logo_per_flash_news

Richiesto dal CAOC (Combined Air Operation Center) Centro operativo NATO di Torrejon, due caccia F-2000 Eurofighter dell’Aeronautica Militare, ottenuto lo «scramble», si sono immediatamente levati in volo intorno alle 10.25 per intercettare e controllare un vettore civile che aveva interrotto le comunicazioni radio.

Motori360_AM-scramble1

I due caccia intercettori del 37° Stormo di Trapani, in servizio di allarme per la difesa dello spazio aereo nazionale, hanno quindi raggiunto l’aereo in pochissimi minuti. Il velivolo, appartenente ad una compagnia civile di nazionalità australiana, e diretto a Creta dalla Spagna, stava attraversando lo spazio aereo italiano quando ha interrotto le comunicazioni. Accertato visivamente dai due Eurofighter che non ci fossero condizioni di emergenza e ripristinate le comunicazioni da parte del velivolo intercettato, i due F-2000 hanno ripreso il loro servizio di sorveglianza dello spazio aereo nazionale. 

Motori360_AM-scramble2

L’Air Operation Centre nazionale svolge compiti fondamentali nell’organizzazione del servizio di difesa aerea ed effettua una costante attività di supervisione sul corretto funzionamento del dispositivo. Qualora si presenti una minaccia non militare allo spazio aereo italiano, l’IT-AOC riprende il comando dei velivoli intercettori affidati alla NATO, per la successiva azione di contrasto. Ciò avviene quando un velivolo civile in transito nello spazio aereo nazionale evidenzi una condotta anomala e, quindi, potenzialmente pericolosa per la sicurezza, oppure qualora necessiti di supporto aereo per problemi tecnici che ne compromettano la sicurezza del volo, come nel caso odierno, dovuto alla perdita di comunicazioni radio.

Motori360_AM-scramble3

Motori360_AM-scramble4

 

Motori360_box-a.m

Print Friendly, PDF & Email