Home > Automotive > Renault Kangoo Z.E. l’elettrica del Papa

Renault Kangoo Z.E. l’elettrica del Papa

Kangoo “zero emission” si trasforma per diventare l’auto del Papa durante i soggiorni a Castel Gandolfo

  • renault-kangoo-ze-papamobile-1
  • renault-kangoo-ze-papamobile-2
  • renault-kangoo-ze-papamobile-3
  • renault-kangoo-ze-papamobile-4
  • renault-kangoo-ze-papamobile-5
  • renault-kangoo-ze-papamobile-6
  • renault-kangoo-ze-papamobile-7
  • renault-kangoo-ze-papamobile

 

Arriva una nuova Papamobile, ma stavolta niente berline a passo lungo o fuoristrada con “cupola” di protezione in vetro. Per muoversi nel più assoluto silenzio (e senza emettere un grammo di CO2) per i suggestivi giardini di Castel Gandolfo, Benedetto XVI utilizzerà una Renault Kangoo Maxi Z.E. opportunamente modificata per le esigenze del Santo Padre. Il 5 settembre, proprio nella residenza papale di Castel Gandolfo, il presidente di Renault, Carlos Ghosn, ha consegnato due esemplari di Kangoo Z.E., uno  bianco destinato la Pontefice,  l’altro blu scuro destinato alla Gendarmeria.

Si apre… per i fedeli
Lunga 4,6 metri, larga 1,8 e alta 1,8, la Kangoo Z.E. ha un motore elettrico da 44 kW (60 cv) alimentato da una batteria agli ioni di litio che garantisce un’autonomia di 170 km e le consente di toccare i 130 km/h. L’interno è caratterizzato da due poltrone in pelle regolabili elettricamente, una barra orizzontale per consentire al Papa di reggersi quando è in piedi e la possibilità di aprire il tetto della vettura e smontare i vetri laterali. Per la ricarica, effettuabile in 3 o 6 ore (a seconda del tipo di alimentazione), sono già state installate dall’Enel 3 colonnine in Vaticano e 3 a Castel Gandolfo.

Valerio Maura

 

Print Friendly, PDF & Email