Home > Automotive > Attualità > Cosa bolle nella pentola della Stella?

Cosa bolle nella pentola della Stella?

Mercedes-Benz sta espandendo e rinnovando la gamma dei suoi modelli e in tal senso sta ultimando i test della nuova Classe B che probabilmente vedremo entro il 2018, mentre per la GLB, che segnerà il 40° Anniversario della iconica G-Klasse nata nel 1979, bisogna aspettare il Salone di Detroit 2019. Sta per cadere il velo per la Sport Utility EQ C, primo modello all electric del nuovo brand EQ, con un’anteprima a sorpresa ai primi di settembre

 

L’intento della Casa di Stoccarda è quello di disporre di una gamma completa di vetture declinando in varie versioni, per allestimenti e motorizzazioni, i modelli per così dire «base», al fine di esaudire ogni esigenza della clientela. Un esempio di questa filosofia produttiva è l’imminente nuova Classe A, che vedremo al prossimo Salone di Parigi nella solita configurazione a 2 volumi (o Hatchback), ma anche in una inedita versione a 3 volumi. Di sagoma e taglia maggiore rispetto al modello uscente, avrà un particolare vantaggioso coefficiente aerodinamico di Cx 0,22 che consentirà ai motori turbo di cilindrata relativamente bassa, 1,5 litri a gasolio da 116 cv e 1,3 litri a benzina da 163 cv, di esprimere prestazioni vivaci. Non mancheranno le versioni firmate AMG con la A35 equipaggiata con un 2 litri turbo da 335 cv e successivamente anche le più potenti A45 e A45 S.

Con la nuova Classe A viene a mancare una MPV (Multi Purpose Vehicle) di taglia contenuta, e allora ecco che viene sviluppata la nuova Classe B, per la quale è previsto a breve il debutto, in quanto ha il compito di confrontarsi con la grande rivale BMW Serie 2 Active Tourer. I numeri di vendite in Europa per questo segmento di veicolo non sono mai stati entusiasmanti, ma la Casa di Stoccarda non voleva lasciare campo libero a BMW. Bisogna dire però che per il modello della Mercedes è prevista solo una configurazione a 5 posti e una motorizzazione che al massimo offrirà 221 cv da 2 litri della B250, mentre la Serie 2 Active Tourer è anche a 7 posti con il 2 litri da 231 cv. Per ambedue c’è anche la variante a trazione integrale.

Un’icona destinata al tramonto?

Oltre ad equipaggiare le nuove Classe A, Classe B e l’imminente GLA, che sarà lo Sport Utility più piccolo del marchio, l’innovativo pianale modulare MFA2 sviluppato da Mercedes, costituirà la base anche della nuova GLB, il cui debutto è previsto al Salone di Detroit 2019.

Motori360-Mercedes-news2019-12

La sua linea squadrata indica un’indole da vera fuoristrada e dovrebbe sostituire la gloriosa e iconica Classe G nata nel 1979; tuttora ancora ai massimi livelli del segmento, sarebbe prematuro mandarla in quiescenza al suo 40° compleanno. La scelta delle motorizzazioni partirà da un 4 cilindri da 2 litri e 224 cv fino alle top di gamma GLB 43 AMG da 300 cv e GLB 63 AMG da 450 cv.

[ Paolo Pauletta ]

Print Friendly, PDF & Email