Home > Automotive > Auto > In Europa iniziata la produzione della LEAF di seconda generazione

In Europa iniziata la produzione della LEAF di seconda generazione

 Prime consegne dell’elettrica di Nissan da febbraio 2018, in Italia dalla prossima primavera

mOTORI360-F1 LEAF 018

La strategia commerciale di Nissan premia i paesi che hanno saputo offrire ai possessori di vetture elettriche specifiche infrastrutture degne di tale nome, come la rete europea di stazioni di ricarica rapida CHAdeMO, adesso ancora più estesa.

Va anche detto che qualche cosa di buono si comincia ad intravedere anche in Italia con la rete di stazioni di ricarica veloce Fast Recharge del progetto EVA+, coordinato da Enel e co-finanziato dalla Commissione europea insieme ai principali costruttori automobilistici tra cui Nissan e se son rose fioriranno, anche questa nuova LEAF che attende solo di poter trovare punti di ricarica nell’ambito della sua ora maggiorata autonomia.

Motori360-F2 LEAF 018

La nuova e già premiata Nissan LEAF è stata completamente rivista nel design, ora più dinamico, nell’autonomia (378 km con una sola ricarica sono il nuovo limite) nelle tecnologie di assistenza alla guida, ovviamente di ultima generazione, e nella connettività ora ottimizzata.

La Nissan LEAF destinata ai mercati europei viene prodotta nel Regno Unito sin dal 2013 (oltre 85.000 le LEAF sinora consegnate incluse le poche inizialmente arrivate dallo stabilimento Nissan di Oppama). Ad oggi sono stati a questo scopo investiti in 456 milioni di sterline; va anche ricordato che nell’impianto di Sunderland oltre alla nuova LEAF, si producono i crossover Qashqai e Juke nonché i modelli a marchio Infiniti Q30 e QX30.

Motori360-F3 LEAF 018

L’anno scorso lo stabilimento ha festeggiato il suo 30° anniversario e quest’anno il volume di produzione totale ha superato i 9 milioni di veicoli: un ulteriore primato per il più grande stabilimento automobilistico di sempre nel Regno Unito.

Le nuove dotazioni

Motori360-F4 LEAF 018

Tra le nuove tecnologie appannaggio della nuova Nissan LEAF 100% elettrica notiamo l’e-Pedal, un’innovazione – disponibile di serie dall’allestimento base – in grado di incidere notevolmente sul modo di guidare: basta infatti modulare la pressione sul pedale dell’acceleratore per poter partire, accelerare, decelerare e fermarsi non solo in piano ma anche in discesa.

Ecco poi il ProPILOT ed il ProPILOT Park: il primo è un avanzato sistema di guida assistita in grado di controllare automaticamente la distanza rispetto al veicolo che lo precede indirizzando l’auto in modo da mantenerla al centro della corsia, mentre il secondo assume il controllo di sterzo, accelerazione, freno e cambio marcia per eseguire automaticamente il parcheggio.

Motori360-F7 LEAF 018

Questo sistema si basa su immagini ed input provenienti da quattro videocamere ad alta risoluzione e 12 sensori a ultrasuoni disposti in vari punti dell’auto che la centralina ricevente elabora e trasforma in input che vengono recepiti ed elaborati dai suddetti comandi, in modo da condurre l’auto all’interno dello spazio designato.

I premi

La nuova Nissan LEAF ha ricevuto il suo primo riconoscimento internazionale lo scorso mese in occasione della cerimonia annuale CES Unveiled di New York che precede sempre la fiera dell’elettronica di consumo CES (promossa dalla Consumer Technology Association); questo premio si aggiunge al CES Best of Innovation award nella categoria «Vehicle Intelligence and Self-Driving Technology» e ad una menzione speciale del CES nella categoria «Tech for a Better World».

[ Redazione Motori360 ]

Print Friendly, PDF & Email