Home > Automotive > Hauswagen svela al pubblico romano la nuova Skoda Karoq

Hauswagen svela al pubblico romano la nuova Skoda Karoq

La nuova Skoda Karoq è stata presentata ufficialmente al pubblico romano dalla concessionaria Hauswagen. Il nuovo SUV compatto della Casa ceca sostituisce la Yeti e e condivide il pianale con le cugine Volkswagen Tiguan e SEAT Ateca. Prezzi a partire da 23.850 euro circa, prime consegne a gennaio 2018

Skoda Karoq

La Skoda Karoq arriva finalmente negli showroom del Marchio ceco. Si tratta di un SUV dalle dimensioni compatte, interni che offrono spazio a volontà e motori sia benzina che diesel già al momento del lancio, con la possibilità anche del cambio automatico DSG. Sono queste le principali caratteristiche di quello che è l’erede della Skoda Yeti, nonché il SUV in formato ridotto dello Skoda Kodiaq.

L’avevamo vista dal vivo per la prima volta a maggio di quest’anno a Stoccolma, nella prima presentazione ufficiale al pubblico. Nata sulla stessa piattaforma che ospita anche le cugine Volkswagen Tiguan e SEAT Ateca, la nuova Skoda Karoq arriverà nelle concessionarie a gennaio 2018, con prezzi che partono da 23.850 euro del 1.0 TSI in versione Ambition per arrivare ai 34.350 euro della versione top di gamma. 

Prima di svelare la nuova arrivata, Andrea Cappella – titolare della concessionaria Hauswagen – ha rimarcato gli importanti risultati raggiunti sul mercato dal marchio Skoda, forte di 19.635 auto immatricolate nei primi dieci mesi del 2017, ben il 18,6% in più rispetto allo stesso periodo del 2016. “Sono sicuro – ha aggiunto Cappellache la nuova Skoda Karoq ci darà grosse soddisfazioni e incontrerà i favori di un pubblico attento ed esigente come quello che sceglie un SUV”.

Com’è fatta

La Skoda Karoq misura 4,38 m di lunghezza, 1,84 m di larghezza e 1,605 m di altezza, con un passo di 2.638 mm. Porta in dote una capacità di 479 litri del bagagliaio nel normale assetto di marcia: il volume può aumentare da un minimo di 588 a un massimo di 1.810 litri con la soluzione VarioFlex dei sedili posteriori (tre elementi indipendenti che possono essere regolati e smontati in maniera singola fra loro).

Skoda Karoq

Quattro le motorizzazioni: due a benzina (1.0 TSI 115 cv, 1.5 TSI 150 cv) ed altrettante turbodiesel (1.6 TDI 115 cv, 2.0 TDI 150 cv).  L’assetto strizza l’ occhio a chi non vuole assolutamente rinunciare allo spirito off-road, almeno quello leggero. Le varianti a trazione integrale sono dotate, di serie, della selezione di cinque modalità di guida: Normal, Sport, Eco, Individual e Snow. La modalità off-road, specifica per le 4×4, va ad ottimizzare tutte le peculiarità che possono essere richieste sullo sconnesso.

Allestimenti e dotazioni

Il nuovo SUV boemo è disponibile in tre allestimenti: Ambition, Executive e Style (equipaggiati, già nelle versioni di ingresso di particolari come i cerchi in lega da 17”, il climatizzatore automatico, i sensori di parcheggio, il modulo infotainment a connettività estesa e dispositivo di frenata automatica Front Assistant).

Skoda Karoq

Gli interni del Nuovo Skoda Karoq sono spaziosi e razionali, contraddistinti anche da un buon livello di finitura. Lo stile è simile a quello del Volkswagen Tiguan, ma con qualche richiamo ai più recenti modelli della Casa ceca. Tra le dotazioni che si possono avere come optional possiamo citare il volante riscaldato, i sedili anteriori e posteriori riscaldati o le luci ambientali a Led.

Due inedite tecnologie per il Karoq: oltre al VarioFlex per i sedili posteriori precedentemente spiegato, c’è anche il Virtual Pedal per poter aprire il portellone posteriore solamente sfiorando un sensore con il piede, particolarmente utile quando si hanno le mani occupate da buste della spesa o oggetti pesanti da riporre all’interno.

Skoda Karoq

A bordo della Skoda Karoq c’è tanta tecnologia. Tanti sistemi di assistenza alla guida, tra i quali: l’assistenza al parcheggio, il Lane Assistant e per l’assistenza nella guida in colonna, nel traffico. Sul fronte della sicurezza invece, troviamo il Blind Spot Detect, il Front Assistant con funzione predittiva di riconoscimento dei pedoni e l’Emergency Assistant. L’inedito Trailer Assistant che supporta il conducente in caso di retromarcia e nelle manovre a bassa velocità nel caso si abbia agganciato un rimorchio .

Il nome ispirato agli indgeni

Come per Skoda Kodiaq, anche per Karoq il nome deve le sue origini ai popoli indigeni dell’Alaska. Infatti, Karoq deriva dalla fusione tra Kaa’Raq (auto) e Ruq (freccia). E se guardiamo bene il logo del marchio Skoda troviamo – appunto – l’auto e la freccia.

[ Andrea Tartaglia ]

 

Print Friendly, PDF & Email