Home > DueRuote > Moto > Ducati Streetfighter 848 • Che cattiveria!

Ducati Streetfighter 848 • Che cattiveria!

Una naked aggressiva come poche, dotata del nuovo Testastretta da 11° già visto sulla Diavel

  • ducati-848-streetfighter-1
  • ducati-848-streetfighter-2
  • ducati-848-streetfighter

 

Ma quanto è arrabbiata la nuova naked “made in Borgo Panigale”? Si chiama Streetfighter e ha l’aspetto muscoloso e tirato di un boxeur, con il classico telaio a traliccio e i doppi tubi di scarico di dimensioni esagerate a far da contraltare ad un codino snello ed aerodinamico, che richiama il puntale cromato e la carenatura attorno al faro anteriore. Sembra una Monster pesantemente customizzata, ma qui l’avversaria non dichiarata si chiama MV Agusta Brutale.

Sotto è come la 848

Per quanto riguarda il motore, la base è quella (invariata) della precedente versione della sportiva 848, da circa 130 cv, mentre la ciclistica vede una rivisitazione della geometria del telaio unita ad una posizione di guida adattata al manubrio.
L’equipaggiamento di serie prevede anche l’utile Ducati Traction Control (DTC), che aiuta non poco quando si ha l’incauta smania di aprire la manetta quando il punto di corda non è stato ancora superato oppure nelle partenze “a razzo”. Due i colori disponibile: “Figther Yellow” e “Dark Stealth”. Da 13.000 euro

[Riccardo Pucci]

 

Print Friendly, PDF & Email