Home > Automotive > Citroën e Rip Curl insieme per un 4×4 simbolo di evasione e mobilità senza limiti

Citroën e Rip Curl insieme per un 4×4 simbolo di evasione e mobilità senza limiti

Nasce lo SpaceTourer, van che coniuga avventura e libertà con design, spazio a bordo e comfort

Motori360_Citroën-Rip Curl-3

Chi ha concepito SpaceTourer ha cercato con questo camping car di nuova concezione, la quadratura del cerchio: il Centro Stile Colori&Materiali di Citroën e Rip Curl, riferimento mondiale nel mondo del surf dal 1969, hanno voluto creare un veicolo emblematico, pratico e funzionale destinato ai tutti veri per gli appassionati di sport all’aria aperta ed agli amanti della vita in libertà.

Motori360_Citroën-Rip Curl-2

All’allestimento realizzato da Pössl si aggiunge la collaborazione con Automobiles Dangel, che cura la trasformazione di questo veicolo compatto, robusto e pratico, grazie alla trasformazione 4×4 che, accoppiata al potente motore BlueHDi 150 S&S CM6 aumenta la versatilità del mezzo. 

Citroën e Rip Curl: non è la prima volta

La collaborazione fra i due marchi, che sviluppano prodotti tecnici e di design al servizio del benessere, dell’attività e del tempo libero, è nata con la C4 Cactus Rip Curl, e prosegue ora con questo Space Tourer in cui i due partners, guidati dai valori comuni di creatività e innovazione, profondono quello che Rip Curl chiama «The Search», ossia la loro passione per l’avventura e la voglia di esplorare nuovi territori.

SpaceTourer Rip Curl Concept: come è fatto

Motori360_Citroën-Rip Curl-5

L’esterno, in blocco unico, riprende i codici dei mitici van dei surfisti, con un trattamento esterno bicolore le cui tinte – kaki più scuro per la parte superiore e un luminoso beige per quella inferiore – evocano sensazioni di robustezza e sintonia con la natura; le due zone cromatiche sono divise da un profilo giallo fluo – fresco e vivace – che segue la linea orizzontale di luce della scocca.

Il padiglione, dotato di un tetto rialzabile color kaki, propone materiali diversi: tessuto kaki, grande zanzariera in tela traforata e profili in tessuto giallo fluo che richiamano il profilo della carrozzeria.

I cerchi in alluminio da 17”, diamantati, riprendono il beige della parte inferiore della carrozzeria, mentre le protezioni anteriori e posteriori effetto alluminio sottolineano l’aspetto crossover del veicolo.

Motori360_Citroën-Rip Curl-10

I colori degli interni sono abbinati alla livrea esterna; i sedili impunturati ed impreziositi da profili colorati e da una banda giallo fluo, sono prevalentemente rivestiti con un’elegante pelle kaki, con motivi orizzontali che creano un effetto di lavorazione «a coste» mentre la parte superiore dello schienale, gli appoggiatesta, i medaglioni dei pannelli delle porte e il bordo del sedile sono rivestiti in pregiato Alcantara grigio scuro come le tasche portadocumenti; i tavolini ripiegabili sullo schienale dei sedili anteriori sono rivestiti in pelle kaki ed infine il ripiano a scomparsa è in color kaki.

Motori360_Citroën-Rip Curl-12

Anche la cromia del posto di guida è coerente con quella del veicolo grazie a decorazioni giallo fluo sulla plancia, sul volante e sulle porte; per contro le superfici frontali dei componenti interni sono state trattate in nero opaco, con parti in giallo fluo a contrasto che danno risalto ai vani portaoggetti.

Studiato fin nei minimi dettagli per gli appassionati di surf, lo SpaceTourer Rip Curl Concept propone allestimenti specifici, che migliorano il comfort e la facilità d’uso, come la doccia con tendina integrata nel portellone posteriore, collegata a un serbatoio d’acqua situato in uno dei vani interni; la doccia, con tendina per proteggere l’utilizzatore da sguardi indiscreti e l’abitacolo dagli schizzi, è posizionata nella parte posteriore del veicolo.

Motori360_Citroën-Rip Curl-11

Arricchisce l’abitacolo il Pack Plein Air, implementato con utili accessori quali un contenitore stagno per le tute, una stazione meteo, una cassaforte da fissare sotto al veicolo per riporre le chiavi quando si va in acqua. Da menzionare inoltre la possibilità di assicurare tramite cinghiette nel sottotetto dell’abitacolo due tavole da surf nonché la presenza di vari accessori firmati Fatboy per facilitare la vita a bordo,come il divanetto esterno Lamzac, una lampada portatile, plaid, ed altro ancora.

A proposito di plaid, lo SpaceTourer Rip Curl Concept, dispone di 2 zone notte per 4 persone; i sedili posteriori si aprono formando una superficie piana su cui poggiare un materassino mentre aprendo il tetto rialzabile si libera un materassino nel padiglione che può ospitare altre due persone; questa zona notte, pur essendo situata all’interno del veicolo, è dotata di tenda e zanzariera traforata, e permette ai passeggeri di immergersi nella natura circostante, di guardare le stelle e, se si è mattinieri, anche l’alba.

Motori360_Citroën-Rip Curl

Oltre al bagagliaio, che può contenere in totale sicurezza anche i bagagli più voluminosi, il mezzo è provvisto di numerosi vani portaoggetti chiusi a protezione del loro contenuto. 

Caratteristiche tecniche

Dotato delle più recenti tecnologie di assistenza alla guida e di connettività, SpaceTourer Rip Curl Concept è all’avanguardia in tema di sicurezza e facilità di guida e manovra.

Il sistema Head-up-Display a colori, l’Active Safety Brake, la navigazione Citroën Connect Nav, il Mirror Screen sono solo alcuni esempi del comfort d’uso e della tranquillità che offre SpaceTourer.

Per quanto attiene alla mobilità va ricordato che la trasformazione Dangel prodotta dal partner Automobiles Dangel, specialista alsaziano dell’all-road, apporta una trasmissione integrale disinseribile ed un assetto rialzato rispetto alla versione di serie, che consente al veicolo di trovarsi a suo agio anche nell’uso intensivo; il sistema di bloccaggio del ponte posteriore, comandato dal quadro strumenti tramite un comando specifico, permette di trarsi d’impaccio anche da situazioni critiche.

Motori360_Citroën-Rip Curl-8

Questo pacchetto, già disponibile sullo SpaceTourer ed ordinabile presso la rete Citroën, pur offrendo le potenzialità di un equipaggiamento 4×4, mantiene la tenuta di strada, le caratteristiche intrinseche, le prestazioni e la sicurezza proprie di SpaceTourer.

Il Van ed i surfisti Turner

La famiglia Turner ha avuto modo di testare e scoprire Citroën SpaceTourer Rip Curl Concept nel corso delle riprese del video promozionale dell’auto, girato a sud dell’Irlanda.

La famiglia Turner, assolutamente diversa dalle altre, è composta da Lewis, il papà, 48 anni ed Ellie, la figlia quindicenne che sin da piccola ha sin da piccola avuto una vera passione per il surf ed un eccezionale talento emerso nel seguire il papà e il fratello nelle più belle località di surf nel mondo.

Da qualche anno i Turner si sono quindi organizzati per passare la metà dell’anno all’estero: in Indonesia in inverno, e in estate nel loro van in Europa, soprattutto in Francia, per permettere a Ellie – attualmente campionessa di surf del Regno Unito, e seconda nella classifica junior professionisti europea – di perfezionare la sua tecnica nei luoghi più adatti al surf, sotto la guida di Lewis, nel frattempo diventato il suo coach.

CL 17.069.015

L’avventura di Ellie e Lewis nei paesaggi mozzafiato delle coste selvagge e frastagliate del sud dell’Irlanda a bordo dello SpaceTourer Rip Curl Concept è stata un’esperienza che non dimenticheranno tanto facilmente anche perché il test ha permesso loro di sperimentare – immediatamente dopo un’uscita col surf – tutte le caratteristiche del concept, dai vantaggi della zona pranzo, al comfort delle 2 zone notte e dell’indispensabile doccia, tanto che a bordo si sono sentiti come a casa.

Questi bei momenti di sport e convivialità immersi nella natura sono stati immortalati nel film promozionale visionabile su: http://www.ripcurl.eu/fr/events/european/rip-curl-tour-by-citroen.html l

Da SpaceTourer a Campster

Motori360_Citroën-Rip Curl-4

Il Campster (variante di misura intermedia – M – dello SpaceTourer sviluppata da Pössl – primo costruttore europeo di furgoni allestiti come camping-car) è stato presentato al Salone mondiale di veicoli per il tempo libero di Düsseldorf nell’agosto 2016.

Si tratta di un van multifunzione con tetto rialzabile dalle dimensioni compatte (4,95 m di lunghezza, 1,92 m di larghezza, 1,99 m di altezza), molto maneggevole ed estremamente versatile; viene offerto con vari allestimenti interni, robusti, pratici e funzionali, studiati per ottimizzare al massimo lo spazio a bordo e dare totale comfort.

Motori360_Citroën-Rip Curl-14

L’altezza ridotta permette di accedere ai parcheggi urbani tanto quanto ai parcheggi sulla spiaggia!

Dotato di due porte laterali scorrevoli elettriche, ad apertura elettronica senza chiave e di lunotto posteriore apribile, è un veicolo modulabile e pratico per il tempo libero e per la vita di tutti i giorni; in configurazione «giorno» trasporta confortevolmente sino a 7 persone mentre in versione «notte», il numero scende a 4.

Nell’angolo cottura integrato, composto da fornello, lavandino e da vani portaoggetti, è possibile preparare i pasti in modo semplice, come a casa. Il blocco cottura amovibile, può essere portato fuori dal veicolo, per stare ancora più a contatto con la natura e disperdere eventuali odori sgradevoli; non mancano – ovviamente – né il frigo e neppure vani portaoggetti per tutti gli utensili e gli ingredienti necessari alla cucina.

I passeggeri possono consumare i pasti confortevolmente seduti attorno all’ampio tavolo scorrevole a scomparsa posto che si ripiega contro l’angolo cottura di fronte ai sedili posteriori, mentre i sedili anteriori girevoli completano lo spazio conviviale attorno al tavolo.

Il tour europeo: Rip Curl Tour by Citroën!

Da ottobre 2017 a gennaio 2018, SpaceTourer Rip Curl Concept farà un tour dell’Europa con il team Rip Curl a bordo toccando le 20 migliori location europee del surf, in Germania, Inghilterra, Francia, Spagna, Portogallo e Italia, nelle quali sarà possibile provare gratuitamente le ultime novità di questo iconico marchio del surf, insieme ai surfisti del Team Professional.

E per gli amanti degli sport invernali, la parte finale del tour sarà dedicata alla montagna e allo snowboard – stretto parente del surf – in Francia, Svizzera e Austria.

[ Giovanni Notaro ]

Print Friendly, PDF & Email