Home > Automotive > Accessori & Tuning > Progetto eMobility

Progetto eMobility

Il Comune di Ustica e un network  di aziende importanti quali: Bosch, Citroën, Lombardo, Peugeot e Scott, uniti per promuovere la mobilità a zero emissioni con il progetto di una stazione di ricarica Bosch  installata presso il Municipio, che  servirà per ricaricare due veicoli elettrici, una Citroën C-Zero e una Peugeot iOn e quattro eBike, biciclette a pedalata assistita, dei costruttori Lombardo e Scott, tutte dotate della tecnologia Bosch, che gestirà, attraverso la propria piattaforma software, tutti i servizi associati alla mobilità elettrica. Questo sistema di micro mobilità avrà una durata di sei mesi, i mezzi elettrici saranno utilizzati dall’amministrazione comunale e provinciale per diverse attività di servizio.

L’obiettivo del progetto è quello di sensibilizzare istituzioni e cittadini all’utilizzo di mezzi ecosostenibili. Il vantaggio per l’ambiente è l’assenza di emissioni nocive e di inquinamento acustico, mentre, dal punto di vista economico, si concretizza nella dipendenza e dall’approvvigionamento di carburanti.riduzione dalla  Con una superficie di circa 8,65 km2, 3,5 km di lunghezza e 2,5 km di larghezza, e  distanze ridotte, la strada principale è lunga ca. 9 km, l’isola di Ustica ha le misure ideali per progetti di

mobilità elettrica. Il contesto geografico garantisce che questo tipo di mobilità abbia successo nel breve periodo e porti benefici concreti sia alla qualità di vita degli abitanti, sia all’isola stessa. Un’auto elettrica di ultima generazione, dotata di batterie al litio, consente di coprire distanze fino a 150 km con una sola carica. Inoltre, le dimensioni dell’isola ben si adattano all’uso delle eBike, le biciclette a pedalata assistita pratiche, leggere, intuitive, valide alleate negli spostamenti di tutti i giorni, per pedalare senza sforzo su ogni percorso e pendenza. La mobilità elettrica non produce emissioni, è silenziosa e rispetta l’ambiente. L’adesione a questo progetto è l’espressione di una scelta  coerente con la vocazione naturalistica dell’isola. L’augurio è quello di estendere l’utilizzo dei mezzi elettrici e di aumentare i punti di ricarica per il rifornimento dell’energia sull’isola. In un’ottica futura, anche il turismo ne trarrebbe benefici tangibili e duraturi. Questo è un primo passo importante per sensibilizzare le persone all’utilizzo di veicoli ecologici, per una mobilità a basso impatto ambientale.

 

Print Friendly, PDF & Email