Home > Automotive > La nuova Honda Civic Type R irrompe nel segmento delle berline sportive

La nuova Honda Civic Type R irrompe nel segmento delle berline sportive

Progettata ex-novo si presenta con natura bivalente per offrire guidabilità su strada e adrenalina in pista

Motori360_F1 Honda_Civic_Type_R

La sigla Type R debutta nel 1992 sulla NSX Type R di prima generazione, spinta da un V6 da 3 litri e 280 cavalli installato su un corpo vettura (con livrea che ricordava quella delle Formula 1 della Casa del Sol levante) alleggerito di ben 120 kg rispetto al modello di serie.

Segue nel 1995 la prima generazione di Integra Type R, ufficialmente destinata al solo mercato interno; cambia radicalmente la motorizzazione, ora un 4 cilindri VTEC da 1,8 litri e 200 cv a 8.000 giri/min e cambio a 5 rapporti; è un’operazione di «democratizzazione» che rende la Type R accessibile a un pubblico molto più vasto.

  1. Nuova Civic Type R e nuovo motore: il B16 da 1,6 litri, il primo montato su una vettura standard prodotta in serie a offrire una potenza in uscita superiore a 100 cv al litro. Type R offre un telaio più rigido, una sospensione anteriore e posteriore a doppio braccio oscillante, freni di livello superiore e un differenziale a slittamento limitato elicoidale.
  2. Presentata in Europa la Type R con corpo vettura del coupé Integra Type R 1998. Il motore è il VTEC 4 cilindri da 1,8 litri e 190 cv a 8.000 giri/min.
  3. Debutta la prima Type R a cinque porte con telaio e sospensioni più rigidi, freni più potenti e un differenziale a slittamento limitato. È disponibile anche con un sistema a doppio scarico e uno spoiler posteriore opzionale.

Il 2001 vede il lancio della seconda generazione di Civic Type R (primo modello Type R «inglese», prodotto infatti nello stabilimento Honda of the UK Manufacturing a Swindon) poi modificato nel 2002 con ampio uso di fibra di carbonio per ridurre il peso; ad oggi è ancora il più raro dei modelli Type R di Honda.

Nel 2007 arriva in Europa la terza generazione di Civic Type R: una berlina a cinque porte che per l’Europa monta un motore VTEC da 2 litri e 201 cv a 7.800 giri/min che, per il mercato giapponese, diventano 225 cv.

La quarta generazione arriva nel 2015 con una rilevante serie di novità: dal primo motore Turbo VTEC, che porta la potenza a ben 310 cv a 6.500 giri/min con una coppia di 400 Nm da 2.500 giri/min, al nuovo sistema di sospensioni adattative a quattro ruote con configurazione a doppio perno della sospensione anteriore. Nuova anche la modalità «+R» che, attivando l’apposito pulsante, offre una più pronta risposta del motore, uno sterzo più reattivo ed una più performante taratura delle sospensioni. Risultato: nuovo record del Nürburgring Nordschleife per la categoria auto di serie a trazione anteriore in 7 minuti e 43,8 secondi e, ovviamente, giro più veloce di una Type R su tale tracciato. Ecco il video

È bene sottolineare che l’auto del record ha le stesse caratteristiche del modello di serie; il rollbar a gabbia installato per intuibili motivi di sicurezza non ha modificato la rigidità del telaio mentre il peso del rollbar è stato compensato rimuovendo il sistema Infotainment e i sedili posteriori. La vettura ha utilizzato pneumatici da circuito omologati per la strada.

E siamo all’oggi che porta i frutti di uno sviluppo pari passo sia della nuova Civic berlina 5 porte di decima generazione e sia della nostra Type R, il progetto globale di più ampio respiro sinora registrato nella storia del Costruttore giapponese per un singolo modello che beneficerà così di un migliore livello di sofisticazione e prestazionale in entrambe le vetture.

Gli esterni

Inconfondibile, al solito, design Civic estremizzato e personalizzato in questa nuova Type R che, rispetto al modello precedente è più lunga di 165 mm, più bassa di 36 mm e più ampia di 2 mm con masse ampie e ribassate che esaltano l’aspetto sportivo pur offrendo oggi un abitacolo più spazioso rispetto ai precedenti come si può intuire dalla vista laterale

Motori360_F2 Honda_Civic_Type_R

Il frontale è caratterizzato dall’aggressivo fascione paraurti la cui forma è stata studiata in modo da minimizzare le turbolenze intorno alle ruote anteriori grazie alle alette laterali poste davanti ai passaruota e alle minigonne laterali allargate che gestiscono il flusso di aria creando deportanza sull’asse anteriore e migliorando il coefficiente di sollevamento dell’1%.

Le funzionali prese d’aria per la ventilazione dinamica – protette da retine romboidali – allargano visivamente il paraurti mentre la calandra con la tipica «H», integra i gruppi ottici anteriori.

Motori360_F3 Honda_Civic_Type_R

Il cofano, sempre in alluminio (-5,3 kg rispetto a quello in acciaio del modello 5 porte), incorpora la presa d’aria dinamica, posta al centro di un incavo trapezoidale.

Motori360_F4 Honda_Civic_Type_R

Le minigonne laterali in fibra di carbonio che collegano i passaruota anteriori a quelli posteriori sono più ampie rispetto a quelle della precedente Civic Type R mentre i nuovi cerchi in lega neri da 20” calzano pneumatici da 245/30 R20; da notare che la carreggiata posteriore è stata aumentata a 1.593 mm (+65 rispetto alla versione precedente).

Motori360_F5 Honda_Civic_Type_R

La fluidodinamica ha dettato le forme del grande diffusore in fibra di carbonio che integra un sottoscocca quasi completamente piatto raccordato con le carenature poste sotto il motore e sotto il pavimento mentre l’ampio spoiler posteriore interagisce con le alette dei generatori di vortice poste sul tetto, deviando il flusso di aria attraverso la coda e generando quindi ulteriore deportanza sull’asse posteriore, soprattutto nelle curve ad alta velocità.

Motori360_F13 Honda_Civic_Type_R

Corpo vettura

La struttura della carrozzeria leggera e considerevolmente rigida – frutto di nuove tecniche di ingegneria e costruzione – si coniuga con il centro di gravità più basso e con un nuovo e sofisticato sistema di sospensioni per dar vita ad una guida sempre dinamica ed esaltante.

La ridistribuzione degli elementi, tra cui il serbatoio, per l’intera lunghezza della vettura ha inoltre permesso di ottenere una migliore ridistribuzione del peso sugli assi. Ciò ha portato a una riduzione del 3% nella proporzione di peso sull’asse anteriore rispetto al precedente modello di Type R, contribuendo a migliorare ulteriormente dinamiche e stabilità.

La nuova piattaforma monoscocca è più leggera e rigida rispetto a quella del modello precedente

La piattaforma monoscocca della Civic berlina di decima generazione adottata per la nuova Type R che viene assemblata con un’avanzata tecnica di giunzione ad alta opera dall’interno della scocca verso l’esterno (prima viene completamente assemblata la struttura interna, poi quella esterna e infine i giunti) produce, rispetto a quella di precedente generazione, maggiore leggerezza (-16 kg sul modello precedente), maggiore rigidità sia torsionale (+37%) e sia statica (+45%).

Con la ricollocazione del serbatoio dietro ai sedili posteriori e l’abbassamento del pavimento rispetto a quello del modello uscente il centro di gravità è ora più basso di 10 mm.

Gli interni

Motori360_F6 Honda_Civic_Type_R

Nell’opera di rinnovamento degli interni – con sedili sportivi in tessuto scamosciato color rosso e nero – il team di progetto ha privilegiato una maggiore visibilità e spaziosità totali unite ad un design interno moderno, elegante e funzionale tuttavia riconducibile, in omaggio alla tradizione, alla primissima Honda Type R di 25 anni fa.

La seduta del conducente, è più bassa di 65 mm ma la visibilità è migliorata grazie ai sottili montanti anteriori (più stretti di 12 mm rispetto al vecchio modello), al nuovo quadro strumenti ed alla “console tecnologica” a due livelli che, rifinita in nero lucido, segue il tema del «centro tecnologico» la cui parte inferiore è configurata come un vano portaoggetti a due ripiani nei quali sono suddivisi i vari dispositivi, un tappetino di ricarica wireless per smartphone (sulle versioni GT) l’accesso alle porte HDMI, USB ed alle prese a 12 V.

Il display touchscreen a colori da 7” Honda Connect – posizionato nella parte superiore della console centrale – permette la gestione delle funzioni di Infotainment, di controllo del climatizzatore, della telecamera per la retromarcia ed è totalmente integrato con smartphone attraverso Apple CarPlay® e Android Auto.

Il layout del quadro strumenti centrale posto di fronte al conducente, in carbonio, è riquadrato da bordi rossi e sottili, che si prolungano sugli interni delle portiere ed è formato da un display TFT-LCD a colori da 7” dell’Interfaccia di informazione del conducente (DII, Driver Information Interface).

Detto quadro comprende una serie di indicatori virtuali nonché una zona in cui si possono visualizzare una serie di informazioni a scorrimento. In esclusiva su Type R, la funzione di illuminazione specifica per la modalità di guida permette di accedere a una serie di informazioni, tra cui la spia Led del cambio, l’indicatore di pressione dell’alimentazione, l’accelerometro e il cronometro per la registrazione del tempo di percorrenza su giro.

Molte di tali funzioni sono gestibili tramite comandi a volante; quest’ultimo è impunturato ed impreziosito da inserti in pelle rossa mentre il pomello del cambio è in lega di alluminio.

L’accessibilità e praticabilità del vano bagagli di 414 litri sono assicurate dall’innovativo telo copribagagli amovibile a scorrimento laterale; ulteriore praticità deriva dalla frazionabilità 60/40 dei sedili posteriori, dalla bassa soglia di carico, dall’ampia apertura ed infine dal pavimento piatto che facilita lo stivaggio.

Motori360_F9 Honda_Civic_Type_R

La meccanica

Propulsore: il sofisticato motore Turbo VTEC da 2 litri – ottimizzato e perfezionato rispetto a quello di precedente generazione in particolare tramite doppia fasatura della fase di gestione di apertura delle valvole – è il cuore pulsante di questa nuova bomba nipponica, in grado di erogare ben 320 cavalli a 6.500 giri/min con una coppia massima di 400 Nm da 2.500 giri/min a 4.500 giri/min.

Motori360_F10 Honda-Civic-Type-R

Particolare attenzione è stata posta anche alla gestione termica del motore la cui aria di alimentazione viene raffreddata da un intercooler aria-aria ad alta capacità, mentre la testa del cilindro è provvista di collettore in due pezzi raffreddato a liquido per ridurre la temperatura del gas di scarico e della camera di combustione. Ogni pistone è inoltre dotato di un canale di raffreddamento in grado di offrire un flusso dell’olio maggiore, aumentando così notevolmente la resistenza alla detonazione.

Il nuovo volano a massa singola abbinato al cambio manuale a sei rapporti caratterizzato da una cambiata più fluida rispetto al passato, riduce il peso d’inerzia della frizione del 25% mentre la riduzione del 7% del rapporto di trasmissione finale contribuisce al miglioramento dell’accelerazione ora comandata da un sistema «drive-by-wire» che sostituisce il tradizionale cavo dell’acceleratore offrendo così una migliore guidabilità.

Sistema di scarico: altro componente profondamente rivisto è il sistema di scarico la cui portata è migliorata del 10% rispetto alla precedente Type R. Il sistema è ora a tripla uscita posteriore i cui due condotti principali laterali presenti ai lati servono da via di scarico per il motore, mentre quello centrale, di dimensioni più contenute, genera un’acustica più aggressiva in fase di accelerazione, agendo da ulteriore via di sfogo dei gas di scarico, aumentando di 2 dB il rombo del motore rispetto al modello precedente.

Motori360_F14 Honda_Civic_Type_R

Cambio manuale e trasmissione: il nuovo cambio manuale a sei rapporti è più fluido e preciso rispetto a prima grazie ad un nuovo volano a massa singola che migliora la risposta del motore e riduce il peso d’inerzia della frizione del 25% ed alla funzione (attivabile/disattivabile dal conducente) di abbinamento dei giri del propulsore che allinea la velocità di rotazione del motore a quella dell’albero principale del cambio durante l’innesto delle marce superiori o inferiori, evitando i «contraccolpi» causati da tale mancata sincronizzazione (numero di giri eccessivo o insufficiente).

La temperatura del cambio è tenuta controllo da uno specifico radiatore dell’olio con sistema di raffreddamento ad acqua specifico e da un sistema di ventilazione forzata i cui componenti dirigono i flussi di aria passanti nella carenatura sotto il motore.

Infine il reattivo differenziale a slittamento limitato (LSD) elicoidale favorisce una forte trazione in curva, anche in condizioni difficili.

Prestazioni: 0-100 km/h in 5,7” e 272 km/h.

Ciclistica, sospensioni e controllo guida

Telaio, sospensioni (adattative sulle 4 ruote) e configurazione dello sterzo (assistito da un «servo» elettrico a doppio pignone e rapporto variabile) sono stati tarati in funzione del più efficace sfruttamento della potenza e per la migliore stabilità ad alte velocità.

Motori360_F11 Honda_Civic_Type_R

Le sospensioni anteriori McPherson con braccio ribassato e a doppio perno riducono l’effetto della coppia sullo sterzo e ne migliorano la sensibilità nelle curve strette. Al retrotreno, il nuovo sistema multi-link migliora il comfort di guida di Type R insieme alla stabilità ad alte velocità ed in frenata mentre il sistema EPS a rapporto variabile è calibrato singolarmente per ognuna delle tre modalità di guida selezionabili:

  • «Comfort», offre una guida fluida e naturale
  • «Sport», coniuga equilibratamente le esigenze di una guida diretta con quelle di una guida lineare
  • «+R», offre una più diretta modalità guida

Va ricordato che, allo scopo di aumentare la rigidità e ridurre il peso, i bracci inferiori e i giunti delle sospensioni sono realizzati in alluminio ad alta rigidità mentre il nuovo sistema di sospensioni adattive sulle quattro ruote integra ammortizzatori a tripla camera, in grado di gestire la forza ammortizzante regolando la corrente inviata alle bobine elettromagnetiche all’interno delle quattro sospensioni; questo avviene sulla base delle informazioni raccolte dai tre sensori accelerometrici posizionati sulla vettura che, assieme ai sensori di corsa sulla sospensione di ogni ruota, monitorano lo stato della vettura in tempo reale compresi la forza G laterale, l’angolo di sterzo e la pressione sui freni.

Sia il sistema elettronico di stabilità AHA (Agile Handling Assist) di Honda, sia i parametri operativi della modalità «+R» specifica per circuiti, sono stati configurati per questa nuova Civic Type R. Il sistema AHA agisce attraverso il VSA (Vehicle Stability Assist) applicando una leggera forza frenante alle ruote interne in presenza di una rotazione del volante; il sistema è, in modalità «+R», completamente disattivabile ed è stato rifocalizzato su accelerazione e prestazioni, in modo da tollerare una più elevata percentuale di slittamento e imbardata prima di intervenire.

In questo modo si ottiene una reattività e una stabilità maggiori a qualsiasi velocità e si migliora l’azione del differenziale a slittamento limitato riducendo lo slittamento delle ruote interne in fase di accelerazione al centro della curva.

Il servosterzo elettrico a doppio pignone e cremagliera di Civic Type R, simile a quello del modello 5 porte, è appositamente tarato: i suoi due pignoni permettono di separare le funzioni di sterzata e di servoassistenza mentre il sistema di rapporto variabile si regola in base alla geometria tra cremagliera e pignone anziché alla velocità dell’auto e la sensibilità del servosterzo elettronico (EPS) viene calibrata per ognuna delle tre modalità di guida selezionabili.

Sistema frenante

Motori360_F12 Honda_Civic_Type_R

Le ruote anteriori sono dotate di freni Brembo, appositamente sviluppati per Type R, con pinze a quattro pistoni e dischi ventilati da 350 mm raffreddati tramite bocchette posizionate sul fascione paraurti anteriore e relative canalizzazioni; al posteriore, i dischi solidi da 305 mm sono più larghi di 9 mm rispetto a quelli utilizzati sul modello precedente.

Sicurezza attiva

Come la Civic berlina 5 porte, anche la nuova Type R è dotata del pacchetto Honda Sensing che si avvale di una combinazione di informazioni radar e video, nonché di una serie di sensori High-Tech capaci di allertare e assistere il conducente in situazioni potenzialmente pericolose.

L’auto è provvista, di serie, di: Sistema di frenata con riduzione dell’impatto, Avviso di collisione frontale, Avviso di abbandono della corsia, Riduzione dell’uscita di strada, Sistema di mantenimento della corsia, Controllo della velocità di crociera, Riconoscimento della segnaletica stradale (TSR), Assistenza intelligente della velocità (ISA), Controllo predittivo della velocità di crociera cui si aggiungono il sistema VSA (controllo della stabilità del motore) con controllo di trazione, che migliora la capacità di controllo del veicolo in accelerazione, in frenata e in curva, e il sistema TPMS (Sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici).

 

In più

La versione top GT, è dotata del sistema di informazione sui veicoli nell’angolo cieco, che integra il sistema di monitoraggio del traffico in avvicinamento, oltre a comandi del climatizzatore bi-zona, specchietto retrovisore auto-oscurante, Honda Connect con Navigazione Garmin, tappetino di ricarica wireless, sistema audio da 542 W con 12 altoparlanti e fendinebbia anteriori a Led.

La nuova Civic Type R sarà prodotta, già a partire da questa estate, nello stabilimento britannico di Honda a Swindon ed esportata in tutto il mondo, inclusi gli Stati Uniti.

[ Giovanni Notaro ]

Print Friendly, PDF & Email