Home > Automotive > Auto > Arriva la nuova Subaru BRZ STI, ma solo per gli Stati Uniti

Arriva la nuova Subaru BRZ STI, ma solo per gli Stati Uniti

La sigla è quella «cattiva», però…

Giovedì 8 giugno sarà svelata negli Stati Uniti la nuova BRZ STI che sarà venduta solo su quel mercato dal 2018 in una serie limitata di esemplari. Nel frattempo, in questi giorni nei pressi del R&D Center Subaru di Ann Arbor (Michigan) è stata sorpresa una inedita BRZ con la evidente sigla STI sull’alettone posteriore.

Stranamente la vettura si presentava con una inusuale livrea nera anziché con la più classica verniciatura WR Blue; inoltre, per rendere più misteriosa la vettura, sono stati coperti con un nastro adesivo nero gli spot anteriori, le prese d’aria sopra i parafanghi e i badge sulla parte posteriore. Erano invece ben visibili le pinze dei freni a disco Brembo ed i cerchi da 18” con pneumatici Michelin Pilot Sport 4.

Fin dal 2013 Subaru aveva diffuso alcune immagini di un concept BRZ STI che poi si è materializzato come show car al Salone di New York del 2015, dove si era presentata con la livrea WR Blue Mica e una linea resa più aggressiva dai parafanghi allargati, doppi terminali di scarico posteriori e un alettone posteriore di maggiori dimensioni. Poi non si è saputo più nulla fino a questi giorni.

STI, ma senza turbo

La sigla STI non deve però trarre in inganno, la sigla della divisione Subaru Tecnica International, che normalmente identifica i modelli con prestazioni maggiori grazie alla presenza del turbo, in questo caso non confermerà la tradizione. Come aveva già dichiarato lo scorso anno Todd Hill, Planning Manager di Subaru America, non è prevista l’introduzione di un turbo sul motore della BRZ per diverse buone ragioni, innanzitutto perché il sistema andrebbe ad aumentare il peso della vettura (1.230 kg) e ne aumenterebbe anche il prezzo. Inoltre la BRZ non va inserita tra le vetture «da semaforo» come la Mustang e la Camaro, anche se negli Stati Uniti è previsto come after sale un kit turbo OEM.

Perciò questa BRZ STI manterrà lo stesso propulsore a 4 cilindri boxer da 2 litri e 205 cavalli dell’attuale modello, le uniche differenze riguarderanno la taratura delle sospensioni, i cerchi diversi con un tipo di pneumatico più prestazionale e naturalmente uno spoiler posteriore di grandi dimensioni, ma con supporti diversi rispetto alla show car vista a New York. In pratica per gli Stati Uniti sarà realizzata una speciale versione della BRZ tS in vendita in Giappone.

[ Paolo Pauletta ]

 

Print Friendly, PDF & Email