Home > Automotive > Attualità > Batteria HE3DA, innovativa ed ecologica

Batteria HE3DA, innovativa ed ecologica

Il futuro per l’alimentazione elettrica arriva dalla Repubblica Ceca

Le batterie sono attualmente il punto debole delle auto elettriche, pesanti, lunghi tempi di ricarica e poca autonomia. Tutte queste problematiche potrebbero essere risolte con un nuovo tipo di batterie presentate pochi giorni fa nello stabilimento HE3DA a Praga, nella Repubblica Ceca.

Jan Procházka

Jan Procházka

Il Presidente e co-fondatore di HE3DA Ltd, Jan Procházka, ha trascorso anni di ricerca sulle nano-tecnologie negli Stati Uniti ed ha scoperto la possibilità di utilizzare dei nano-materiali al litio per creare una nuova generazione di batterie ad alto rendimento con innovativi elettrodi tridimensionali. Rientrato nella Repubblica Ceca ha continuato la sua intensa attività di ricerca ed ha depositato una serie di brevetti in questo settore. In particolare la tecnologia HE3DA, sviluppata con il suo team, è brevettata a livello globale.

Vantaggi in termini di efficienza e sicurezza

Questa nuova tecnologia 3D ad alta densità, offre un’elevata capacità di stoccaggio di energia e molteplici vantaggi rispetto alla tecnologia 2D attualmente utilizzata nelle batterie al litio. Il più significativo riguarda il rapporto peso/capacità: 1 kg di batteria convenzionale può stoccare circa 150 Wh, la HE3DA supera 200 Wh. Evidente la maggiore capacità a parità di peso.

Motori360BatteriaHE3DA-07

La tecnologia HE3DA consente di modificare i parametri di capacità della batteria e tempi di carica/scarica semplicemente regolando lo spessore degli elettrodi. Inoltre è notevolmente migliorata la sicurezza rispetto alle tradizionali batterie al litio, per la minore produzione di calore e la maggiore capacità di raffreddare le celle. L’accumulatore HE3DA non può bruciare o esplodere a causa di un cortocircuito, in pratica è indistruttibile.

Motori360BatteriaHE3DA-08

Riciclabile al 100%

Motori360BatteriaHE3DA-09

Da non trascurare l’aspetto ecologico, attualmente il costo del riciclaggio e smaltimento di una batteria è di circa il 5 % del suo valore, l’accumulatore HE3DA è riciclabile al 100%.

Motori360BatteriaHE3DA-10

Tra gli altri vantaggi di questa tecnologia, l’efficienza che è del 97%, il tempo di ricarica che è di 1 ora per 1 kWh e la sua durata che è di circa 10.000 cicli di carica/scarica. Un altro vantaggio è la possibilità di utilizzo in modalità potenziostatica. Ciò significa che per il suo funzionamento non si richiede l’elettronica di controllo, ma passa automaticamente da modalità carica a scarica, a seconda che l’elettricità entri in essa da una fonte (caricamento) o che fornisca elettricità (consumo). Con questa modalità, la batteria è utilizzabile anche per il fotovoltaico e altre fonti di energia rinnovabili, consentendo di stoccare energia elettrica anche nelle abitazioni.

Prezzi dimezzati rispetto alle attuali litio

La batteria HE3DA può essere prodotta in quasi tutte le capacità ed è più idonea all’immagazzinamento di energia rispetto alle batterie al litio che si avvalgono di piccole celle. Il processo di fabbricazione è semplice e quindi economico. Lo speciale nano-materiale è compresso in due presse che generano in tal modo gli elettrodi (una pressa fa un anodo, la seconda catodo) per poi essere impilati automaticamente.

Motori360BatteriaHE3DA-13

Il modello attualmente prodotto e presentato ha una capacità di 270 Ah ad una tensione di 4 V, cioè circa 1 kWh. Questi primi esemplari prodotti, saranno utilizzati per ottenere le varie certificazioni di omologazione, poi entro l’anno, nel nuovo stabilimento attualmente in costruzione a Horní Suché, vicino al confine con Polonia e Slovacchia, inizierà la produzione di batterie da 5 e 10 kWh con l’obiettivo di produrne fino a 100 kWh.

Motori360BatteriaHE3DA-14

Una valida alternativa anche per Tesla

Anche Tesla si è dimostrata interessata a questa tecnologia e Radomir Prus, socio di HE3DA, ha dichiarato: “Un loro rappresentante è già stato qui e abbiamo deciso di incontrarci il prossimo mese. Se nella Repubblica Ceca ci sarà una fabbrica Tesla, sta a loro decidere. Hanno mostrato interesse e se Tesla produrrà in Boemia, credo che utilizzerà la nostra tecnologia. E ‘anche possibile che si possa creare una joint venture che potrebbe essere molto valida. Noi abbiamo la tecnologia, loro hanno il capitale. Sembra che la costruzione di una nuova fabbrica Tesla nella Repubblica Ceca e la cooperazione con partner cechi potrebbe essere più vicina di quanto sembri. Dopo tutto, l’industria automobilistica è ben consolidata nel paese. Ma la decisione finale spetta a Tesla”.

[ Paolo Pauletta ]

Print Friendly, PDF & Email