Home > Automotive > 4x4 > Toyota Southern Scorpion 6×6, massima versatilità in ogni condizione

Toyota Southern Scorpion 6×6, massima versatilità in ogni condizione

Dall’Australia una trasformazione XXL per il pick-up J79 della Toyota, sia a cabina singola che doppia, un veicolo formidabile, in grado di sopportare il trattamento più duro nel più duro dei terreni

La possibilità di avere un veicolo a 6 ruote motrici non è di per sé una novità assoluta, questa variante è presente nel panorama automobilistico da sempre per la sua maggiore versatilità sui terreni accidentati o a scarsa aderenza. Gli esempi più emblematici di questa versione hanno la stella a 3 punte, come non ricordare il Mercedes-Benz G4 del 1939 e il più recente G63 AMG 6×6 del 2013.

Multidrive Technology 6×6

Vuoi per il tipo di terreno e per la necessità di trasporto anche su lunghe distanze, in Australia la possibilità di avere un 6×6 è spesso un’esigenza e la Multdrive Technology (MDT) di Geelong nello Stato di Victoria, ha sviluppato e realizzato un veicolo particolarmente efficace allo scopo, il Southern Scorpion. Essendo un mezzo da lavoro, non ha la necessità di avere un motore con tanta cilindrata e tanti cavalli, è stata invece privilegiata l’affidabilità, e per questo utilizzo il mezzo ideale è senz’altro il Toyota J79.

Land Cruiser J70: affidabilità innanzitutto

Si tratta della versione pick-up della Land Cruiser J70, modelli a 4 ruote motrici molto affidabili, ma poco diffusi in Italia, anche perché non ufficialmente commercializzati. Reperibili però in Germania con motore 6 cilindri Diesel aspirato da 4.164 cc e 131 cv, Euro5 (HZJ79), oppure con un V6 a benzina da 3.956 cc e 228 cv, Euro6 (GRJ79).

Per la versione 6×6 però bisogna necessariamente rivolgersi al mercato australiano, richiederlo con la guida a sinistra e importarlo in Europa attraverso gli importatori specializzati di Olanda o Germania. Senz’altro una strada molto impervia e costosa che va a lievitare il suo costo di 180.000 $ (australiani). Il prezzo del Southern Scorpion può sembrare elevato, ma è molto, ma molto meno rispetto al Mercedes-AMG 6×6, che è senz’altro più appariscente, ma per chi non ha la necessità di apparire, è la soluzione ottimale.

6×6 con Cabina Singola o Doppia Cabina

Il Southern Scorpion si presenta con un passo viene aumentato di 200 o 500 mm a seconda se la trasformazione viene effettuata su un J79 Single Cab o Double Cab, in modo disporre di cassone sufficientemente lungo, con una portata di 3 tonnellate e un peso totale a pieno carico di 5.750 kg.

Il lavoro eseguito da MTD è estremamente professionale e non si limita all’aggiunta di un altro ponte. Innanzitutto il telaio viene ricostruito ex novo nella parte posteriore e allungato di 1 metro, ma con un rinforzo che interessa anche la parte anteriore sotto la cabina.

3 ponti e 5 bloccaggi differenziale

I nuovi ponti posteriori, originali Toyota con carreggiate allargate, sono fissati su pacchi balestra specificatamente realizzati con un sistema a sbalzo tra loro, in modo che ogni singolo asse spinge l’altro verso il basso. Il fine è quello di mantenere le ruote a contatto con il terreno il più possibile prima che si verifichi lo stacco ruota nei passaggi più accidentati.

Per il trasferimento della coppia motrice al secondo ponte posteriore, MDT ha realizzato uno speciale ripartitore dotato di bloccaggio Detroit Looker che bypassa il primo ponte. Da evidenziare che i «boccioni» dei differenziali sono sfalsati, il primo a sinistra e l’ultimo a destra. Considerando il bloccaggio originale Toyota dei 3 differenziali (3 ponti) e quello centrale del transfer, si può dire che nel Southern Scorpion ci sono 5 blocchi differenziale.

Gli pneumatici sono i Toyo M/T da 35” montati su cerchi in lega da 16”.

Interni confortevoli

L’intervento di Multdrive Technology non si limita alla trasformazione meccanica, ma interessa anche l’abitacolo reso più confortevole rispetto alle essenziali rifiniture Toyota. Nell’allestimento Doppia Cabina sono stati montati 4 sedili in pelle Paradrive divisi da un bracciolo centrale con vano portaoggetti e il padiglione è stato rivestito in pelle scamosciata. Inoltre sulla plancia troviamo uno schermo per interagire con l’impianto di infotainment, il navigatore e visualizzare le immagini della telecamera posteriore.

Questa trasformazione 6×6 è possibile farla anche sulla versione Troop Carrier del Toyota J70, in questo caso si può disporre del motore V8 Diesel turbo/intercooler (1VD-FTV) da 4.461 cc e 205 cv (www.multidrive.com.au).

[ Paolo Pauletta ]

Print Friendly, PDF & Email