Home > Automotive > Auto > BMW a Parigi: dalle quattro alle due ruote

BMW a Parigi: dalle quattro alle due ruote

Al Salone dell’auto di Parigi, che si è concluso oggi, la Casa bavarese, nel confermare la sua gamma che ha ottenuto grande interesse da parte del pubblico, ha presentato in anteprima mondiale la BMW Concept X2 ed il nuovo e-scooter BMW C evolution 

bmw-paris-motori360-11

Nel grandioso stand BMW uno spazio speciale è stato riservato all’anteprima mondiale della BMW Concept X2, un mix di sportività a destinazione anche urbana abbinato a dinamismo e robustezza; il tutto caratterizzato da un design che pone questo nuovo modello al di fuori dagli stilemi tipici delle altre Serie X.

Il Concept X2 è stato sviluppato sul pianale della X1, della quale conserva le stesse dimensioni e per certi versi lo stesso aspetto, ma con più personalità grazie ad un livello di rifinitura da crossover. Segni caratteristici: l’aggressività del frontale, i bei cerchi da 21” ed il passo lungo a garanzia di buona abitabilità e governabilità su strada (anche se oggi l’elettronica tende a rendere arcaici questi concetti puramente «fisici»).

La X2 nella sua versione definitiva dovrebbe debuttare nella primavera del 2018, con le stesse motorizzazioni della X1.

f5-bmw-par-10-016

Altra anteprima mondiale è rappresentata dal nuovo e-scooter BMW C evolution (prevista anche una versione europea conforme alla patente A1) la cui autonomia è aumentata del 60 per cento, con positivo influsso sulle prestazioni e sul dinamismo di guida. La capacità delle celle è passata da 60 a 94 Ah in grado quindi di offrire, nella variante Long Range, un’autonomia fino a 160 chilometri con emissioni zero.

f6-bmw-par-10-016

Non sono novità assolute ma sono pur sempre al loro debutto parigino la nuova BMW Serie 3 Gran Turismo e la nuova variante di modello della BMW i3. La prima sempre elegantemente sportiva, si presenta con un leggero restyling, quasi un lifting per ringiovanirla un po’ dopo 3 anni di presenza sui mercati. L’abitabilità è ulteriormente migliorata grazie all’aumento del passo di 110 mm, così come la visibilità con i sedili rialzati di 59 mm.

f9-bmw-par-10-016

Il rinnovamento della Serie 3 GT ha interessato anche i motori, alcuni completamente nuovi più potenti ed economici, con riduzione del consumo ed emissioni fino al 14%.

La nuova variante di modello della BMW i3, grazie alla nuova batteria da 94 Ah, incrementa la sua autonomia di oltre il 50 per cento nel ciclo normale (NEDC) salendo da 190 chilometri a 300 chilometri. Tra gli optional disponibili, le nuove e più potenti stazioni di carica BMW i Wallbox per il garage di casa.

f7-bmw-par-10-016

A Parigi BMW presenta l’edizione speciale i8 Protonic Dark Silver Edition che segue la Protonic Red Edition presentata lo scorso marzo a Ginevra e si caratterizza per una livrea nero-argento dai riflessi «liquidi» che esaltano l’aerodinamicità della sua silhouette. Nessuna novità sotto il profilo degli accessori e del powertrain, composto dall’ormai noto 3 cilindri 1,5 litri turbo benzina abbinato ad un propulsore elettrico, per una potenza totale di 357 cv (0-100 km/h in 4,4” e velocità massima autolimitata di 250 km/h); la si potrà ordinare solamente per un paio di mesi (dicembre 2016-gennaio 2017), ciò renderà questa particolare versione ancora più esclusiva del modello base.

bmw-i3-94-ah-parigi-10-016

Sul fronte dei servizi, BMW ha messo da agosto a disposizione della sua clientela BMW Connected, un concetto digitale olistico che supporta la mobilità individuale senza alcuna interruzione: con offerte e servizi digitali, che semplificano in particolare la pianificazione giornaliera di itinerari e appuntamenti.

f10-bmw-par-10-016

Nella sua funzione di assistente digitale alla mobilità, BMW Connected riunisce funzioni e servizi che supportano l’utente portando al di fuori dell’abitacolo il concetto di mobilità.

Nel vasto Stand BMW al Salone di Parigi, anche il brand Mini con le ultime novità, tra queste la Clubman John Cooper Works che sarà commercializzata entro la fine dell’anno ad un prezzo di 37.900 euro per il modello base e 40.500 euro nella versione Exclusive Design. Esteticamente si differenzia per l’assetto ribassato, i cerchi da 18” (optional 19”) e paraurti anteriore e posteriore di design diverso. Per la meccanica si avvale del motore 2 litri a 4 cilindri da 231 cv, cioè +39 cv rispetto alla Cooper S, abbinato ad un cambio manuale a 6 rapporti o automatico con 8 rapporti, anche con la trazione integrale ALL4. Il carattere sportivo viene confermato anche da un impianto di scarico sportivo, freni Brembo e un bloccaggio elettronico del differenziale EDLC.

L’altra novità vista a Parigi è l’allestimento Seven, disponibile solo per le Mini Cooper S e SD, sia a 3 che a 5 porte. Questo particolare equipaggiamento che costa 6.450 euro comprende gli specchi retrovisori esterni ribaltabili, l’apertura delle porte key-less, la selezione della modalità di guida, gruppi ottici e fendinebbia Led e un impianto HiFi di maggiore potenza, oltre a specifici badge identificativi applicati sui parafanghi anteriori.

[ Redazione Motori360 ]

Print Friendly, PDF & Email