Home > Automotive > 4x4 > Isuzu D-Max, premiere europea del popolare pick-up

Isuzu D-Max, premiere europea del popolare pick-up

Al Salone di Parigi debutto con un nuovo motore Euro6, nuove trasmissioni e qualche aggiornamento estetico

In sintesi il nuovo pick-up del marchio giapponese debutta in Europa con alcuni particolari estetici aggiornati e sistemi elettronici di sicurezza di marcia di serie, ma soprattutto con un nuovo motore e cambio che gli consente di rispettare le più recenti normative europee Euro6b.

La carrozzeria è sempre disponibile nelle 3 tipologie di abitacolo – Single, Space e Crew – con conseguente diversa dimensione del cassone posteriore, ma con alcuni aggiornamenti, soprattutto nel frontale con una nuova griglia e gruppi ottici Led DRL che seguono le linee della calandra e del paraurti. Negli allestimenti Solar e Quasar il D-Max è arricchito con i fari fendinebbia incassati nelle nicchie laterali e la possibilità di scegliere tra 2 nuovi tipi di cerchi in lega da 16” e 18”, rispettivamente con pneumatici 245/70R e 255/60R.

Anche gli interni si presentano rinnovati per migliorare il comfort dei passeggeri, senza tuttavia essere lussuosi, in fin dei conti è pur sempre un mezzo da lavoro.

Negli allestimenti Solar e Quasar la strumentazione ha un nuovo design per una migliore lettura e comprende l’indicazione della marcia inserita nelle versioni con cambio manuale. Nuovi anche i rivestimenti dei sedili con la parte centrale in tessuto color antracite e bande laterali in pelle nera.

Nella versione Crew Cab i sedili posteriori hanno gli schienali con una inclinazione di 24° per un migliore comfort anche per i passeggeri seduti dietro.

Se questi sono gli aggiornamenti, la vera novità la troviamo nella meccanica totalmente nuova rispetto al D-Max precedente al fine di rispettare le normative Euro6b.

Gli ingegneri Isuzu hanno studiato un motore con cilindrata inferiore con consumi ed emissioni minori, pur mantenendo la stessa potenza, prestazioni e affidabilità. A questo nuovo propulsore Diesel Turbo a geometria variabile VGS (sigla RZ4E-TC) con 4 cilindri DOHC per una cilindrata di 1.898 cc, 164 cv a 3.600 giri/min. e una coppia di 360 Nm a 2.000/2.500 giri/min., sono stati abbinati 2 nuovi cambi, uno manuale a 6 marce e uno automatico, con i rapporti ottimizzati rispetto a quelli precedenti. La trazione è integrale inseribile.

Per quel che riguarda la tecnologia per l’assistenza alla guida, il D-Max è equipaggiato con l’Electronic Stability Control (ESC), il Traction Control System (TCS) e novità, con l’Hill Start Assist (HSA) che mantiene la vettura frenata per 2 secondi facilitando le partenze in salita e l’Hill Descent Control che consente di affrontare le discese anche a pieno carico a bassa velocità senza impegnare l’impianto frenante.

Il prezzo in Francia della versione Crew Cab, nell’allestimento Quasar con cambio manuale, è di 30.000 euro + IVA.

[ Paolo Pauletta ]  

15_isuzu-d-max

16_isuzu-d-max

Print Friendly, PDF & Email